Cecilia Sanchietti Trio Live Jazz al il 28Divino Jazz - Oltre le colonne

Cecilia Sanchietti Trio Live Jazz al il 28Divino Jazz

Cecilia Sanchietti Trio Live Jazz al il 28Divino Jazz

Cecilia Sanchietti Trio Live Jazz al il 28Divino Jazz – Venerdì 31 marzo la batterista Cecilia Sanchietti andrà in scena con il suo nuovo progetto “La terza via”, trio completato da Pierpaolo Principato al pianoforte e Marco Siniscalco al basso elettrico.
Il trio offrirà al pubblico un jazz delle mille sfaccettature che apre la strada al funky, che strizza l’occhio alla musica pop e che non disdegna rapide incursioni verso suggestioni even eights, verso struggenti ballade e composizioni dalle sonorità più articolate. Un progetto in trio, dunque, dal sapore moderno che esula dal tradizionale sound tipico del cool jazz per contaminarsi con altri generi musicali grazie ad una brillante vena improvvisativa ed una spiccata padronanza dell’interplay.
Non a caso molte delle composizioni originali, per la gran parte firmate da Cecilia Sanchietti, si ispirano a quella che viene definita “La terza via”, la via più scomoda, quella più difficile e tortuosa, spesso rivoluzionaria, orientata sempre e comunque alla ricerca della verità e all’affermazione della qualità. La terza via è quella del coraggio in tutte le sue sfumature, quella che dà forza di guardare la realtà in tutti i campi, da quello personale a quello professionale, e che permette di operare scelte rifiutando soluzioni superficiali.
E’ la via più profonda e personale che rispecchia il proprio valore e il proprio sentire e allo stesso tempo l’unica strada che permette di restare in piedi ed essere felici.
Da questo punto di partenza prendono vita i brani di questo progetto: tra questi Circus, i cui i tempi sincopati della batteria, contraddistinti da un orientamento funky contaminato da richiami etnici, ben si sposano con il virtuosismo pianistico di Pierpaolo Principato e il groove del basso elettico di Siniscallco, generando una piacevole commistione di stili.
Diverso l’approccio nel brano La Terza Via, composizione che dà il nome al progetto, in cui si percepisce un approccio Even Eights e in cui è l’interplay dei tre musicisti a fare la differenza e a generale la giusta commistione di suoni. Sweet & bitter, invece, altro brano che porta la firma di Cecilia Sanchietti, è caratterizzato da una musica struggente e malinconica che si sostituisce al groove per disegnare una cornice melodica diretta e dai tratti pop.
Oltre alle composizioni originali non mancano anche alcuni omaggi a grandi autori quali Carlaq Bley, Keith Jarrett e Michelle Petrucciani o altri artisti di riferimento tra cui Jan Garbareck, Jon Christensen e Steve Gadd.

 

Last News:  Cecilia Sanchiatti Vincitrice per SABIAN del “Hit Like A Girl Contest 2017”- NEW YORK, contest per batteriste da tutto il mondo. 1° classificata.

 

SABATO 1° APRILE

ore 22.30

MARCHETTI ALESSANDRINI DUO
“INDIJAZZSTO e non solo..”
Natalino Marchetti, fisarmonica
Simone Alessandrini, sax

 

Il duo, nato dall’incontro tra gli echi popolari della fisarmonica di Natalino Marchetti e il lirismo evocativo del sassofono di Simone Alessandrini s’incontra con la vocalist e chitarrista Eleonora Biamchini, per proporre un insolito dialogo tra le sonorità dei tre strumenti, protagonisti di una sorta di conversazione estemporanea dagli esiti del tutto originali. Prendendo le mosse da un repertorio di ampio respiro, dal loro cd “Indijazzsto” (costituito esclusivamente da brani di composizione originale), il duo intraprende un viaggio attraverso generi apparentemente distanti e inconciliabili, dal jazz e dal latin alle sonorità mediterranee, offrendone di volta in volta una lettura incentrata sulla comprensione e l’espressione delle peculiarità che ciascun brano suggerisce. Chiavi di volta sono l’estemporaneità e l’improvvisazione, strumenti per eccellenza di espressione diretta e immediata. L’esecuzione dell’intero programma, prendendo le mosse da libere associazioni di idee del tutto involontarie e casuali, si svolge quasi senza soluzione di continuità, come in una sorta di rappresentazione wagneriana in cui l’interpretazione dei temi, eseguiti di volta in volta nella successione spontaneamente suggerita dal contesto, assume il ruolo di semplice punto di partenza, diventando occasione per percorrere a fondo con sensibilità e originalità suggestioni, impressioni e atmosfere.

 

Nota personale della direzione artistica: Questo duo ci fa “injazzire”. Sono straordinari, e anche se la parola “Duo” può intimore … fidatevi… c’è un interplay pazzesco. (Marc)
Estratto: “Il Treno” Video Live dello scorso 21 maggio: https://www.youtube.com/watch?v=gNshrfHfvFw

Ingresso ai Live: 12 euro con prima consumazione inclusa.
28Divino Jazz – Via Mirandola, 21 – Roma – Info/Prenotazioni: 340 8249 718 – www.28divino.com

Cena (prima) dalle 20.00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi