Carabiniere in pensione ferma tre nomadi che avevano derubato un turista olandese in un vagone della metro

Carabiniere in pensione ferma tre nomadi che avevano derubato un turista olandese in un vagone della metro

Carabiniere in pensione ferma tre nomadi che avevano derubato un turista olandese in un vagone della metro – Termini – Carabiniere in pensione ferma tre nomadi dopo aver alleggerito un turista olandese all’interno di un vagone della metro.

 

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno arrestato tre cittadine bosniache, rispettivamente di 18, 24 e 36 anni sorprese dopo aver alleggerito un giovane turista olandese del portafogli. I fatti: le tre donne, tutte vecchie conoscenze delle forze dell’ordine, a bordo di un treno della linea ”B” della metropolitana, all’altezza della fermata Termini approfittando della folla, si sono avvicinate ad un ignaro turista olandese e gli hanno sfilato il portafogli, tentando poi di dileguarsi. Sfortunatamente per loro sullo stesso vagone vi era un Carabiniere in pensione che notata la scena ha immediatamente fermato le tre donne ed allertato il 112. I Carabinieri giunti sul posto hanno preso in consegna le tre manolesta che sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di essere sottoposte al rito direttissimo e dovranno rispondere di furto aggravato in concorso mentre il portafogli recuperato è stato restituito al  giovane turista.

 

 

9 pusher arrestati  è il bilancio dell’attività antidroga condotta dai carabinieri nelle ultime 24 ore. Sequestrate centinaia di dosi marijuana, hashish, cocaina, eroina, shaboo e 4000 euro in contanti.

 

 

Roma – Un’intensa attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti è stata condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nelle ultime 24 ore, che ha interessato diversi quartieri della Capitale.  I militari hanno passato al setaccio i quartieri di Trastevere, Trionfale, Termini, Eur e Casilina, arrestando complessivamente 9 spacciatori sorpresi nel pieno del loro business. A finire in manette sono stati 3 cittadini romani e 6 stranieri (due peruviani, due filippini, uno della Repubblica del Congo ed uno della Guinea). I pusher, di età compresa tra i 18 ed i 37 anni, quasi tutti vecchie conoscenze delle Forze dell’ordine, sono stati trovati in possesso di centinaia di dosi di marijuana, hashish, cocaina, eroina pronte per essere immesse nel mercato della droga. Sono state sequestrate anche varie dosi di shaboo, droga proveniente dalle Filippine. 4000 euro in contanti, rinvenuti nella disponibilità degli spacciatori, sono stati sequestrati dai militari, poiché ritenuti presunto provento della loro attività illecita.  Numerosi i clienti dei pusher che sono stati identificati e segnalati al Prefetto di Roma come assuntori. Per tutti gli arrestati l’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arrestati saranno condotti presso le aule del Tribunale di piazzale Clodio per essere giudicati con il rito direttissimo.

 

 

Nettuno (Rm) Identificato e denunciato dai carabinieri l’uomo che l’altro giorno aveva danneggiato il busto di Papa Giovanni Paolo II nel santuario di Nettuno

 

 

I carabinieri della Stazione di Nettuno nella giornata di ieri hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri l’uomo che qualche giorno fa si era reso responsabile del danneggiamento del busto in gesso raffigurante Papa Giovanni Paolo II, esposto presso il Santuario di Santa Maria Goretti di Nettuno. Il 41enne, originario di Roma ma domiciliato a Nettuno, già conosciuto dalle forze dell’ordine per alcuni precedenti penali, è stato riconosciuto quasi subito sia grazie ad un’attività informativa di tipo tradizionale sia in virtù delle riprese dell’impianto di videosorveglianza installato all’interno del Santuario che ha reso possibile l’identificazione senza lasciare dubbi. Da una prima ricostruzione dei fatti non si esclude che l’uomo si sia avvicinato alla statua convinto che potesse essere di bronzo, non rendendosi conto, invece, che il busto era in realtà di gesso; è bastato poco perché si rompesse nelle sue mani. I Carabinieri, in poco tempo hanno quindi chiuso il cerchio e nella giornata di ieri hanno finalmente intercettato il pregiudicato per le vie cittadine; accompagnato presso il locale Comando Stazione gli venivano mosse tutte le contestazioni e si procedeva alla sua  denuncia per il reato di danneggiamento.

 

 

Giallo in libreria: spariscono i romanzi, carabinieri scoprono il ladro.

 

 

Roma – Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione Roma Ponte Milvio hanno arrestato un 49enne romano, già conosciuto alle Forze dell’Ordine con l’accusa di furto aggravato. L’uomo era stato notato aggirarsi in atteggiamento sospetto tra i reparti di una nota libreria di Piazzale Ponte Milvio. Gli addetti alla vigilanza interna hanno immediatamente contattato i Carabinieri che, giunti sul posto, hanno controllato quello strano cliente. L’uomo, in poco tempo, era riuscito a nascondere sotto i vestiti ben 13 libri: diversi gialli   e vari romanzi nati dalla penna di Gianrico Carofiglio. La refurtiva, del valore di 250 euro, è stata interamente restituita al direttore della libreria mentre il ladro è stato trattenuto in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo.

 

 

Area Preneste – Sequestrati  una discarica ed amianto. i carabinieri denunciano 6  persone.

 

Palestrina (Rm) – I Carabinieri della Compagnia di Palestrina, dopo le ispezioni dei giorni scorsi per verificare la sicurezza nei cantieri conclusesi con dieci persone denunciate per inadempienze che esponevano i lavoratori a gravi rischi  e che avrebbero potuto causare pericolosi infortuni, sono stati  impegnati questa volta nell’ attività di controllo per prevenire e reprimere il fenomeno delle discariche abusive e delle violazioni in materia edilizia. In particolare a Cave i militari della locale Stazione hanno sequestrato ad un imprenditore di Valmontone un autocarro, una macchina operatrice semovente ed un escavatore con i quali si stava realizzando in via Vallicelle una discarica su fondo demaniale ove erano stato già  scaricato materiale di risulta di attività edilizia, per lo più calcinacci da ricoprire poi con la terra. Nella circostanza sono state denunciate oltre all’imprenditore, altre tre persone trovate sul posto. A Genazzano i Carabinieri hanno denunciato una donna, proprietaria di un capannone di oltre 450 mq sottoposto a sequestro, che aveva rimosso e smaltito, senza alcun piano di sicurezza e senza verificare l’idoneità tecnica della ditta esecutrice, le lamine di amianto che coprivano per intero  la struttura. Una persona, infine, è stata denunciata a Gallicano nel Lazio per aver realizzato in zona sottoposta a vincoli lungo la Via Prenestina Antica un manufatto edile di oltre 70 mq in mancanza di qualsivoglia autorizzazione.

 

Controlli dei carabinieri del nucleo radiomobile per la sicurezza stradale  tra i “ponti” 25 aprile e 1 maggio. Ritirate 22 patenti, 37 mezzi sequestrati. 272 le contravvenzioni elevate  e 401 i punti patente decurtati. 19 le persone denunciate.

 

 

Roma Controlli intensificati, mirati in particolare a garantire sicurezza alla circolazione stradale, sono stati svolti dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, in occasione  dei “ponti” tra il 25 aprile e 1 maggio. Sulle principali arterie di comunicazione, i militari, avvalendosi degli etilometri e dei “drug-test” in dotazione, hanno effettuato numerosi accertamenti per verificare lo stato psico-fisico degli automobilisti. Nel pattugliare i vari quartieri della Capitale diverse sono state anche le persone sorprese a delinquere o sospette. Il bilancio è di 19 persone denunciate che dovranno rispondere a vario titolo di guida in stato di ebbrezza, guida senza patente, perchè mai conseguita o addirittura già revocata, furto aggravato, detenzione di sostanze stupefacenti e detenzione ingiustificata di armi improprie. Sono state inoltre ritirate 22 patenti, 28 carte di circolazione, mentre sono state elevate in totale 273 contravvenzioni al Codice della Strada, che hanno comportato la decurtazione di 401 punti dalle patenti. Trantasette complessivamente i mezzi sottoposti a fermo e sequestro amministrativo.

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi