Al via la seconda edizione dell’ONSTAGE! FESTIVAL

Al via la seconda edizione dell’ ONSTAGE! FESTIVAL: Spettacoli inediti, letture, dibattiti e incontri intorno alla uova drammaturgia americana dall’ 8 al 21 novembre a Roma, Milano, Pescara e Cagliari

On Stage!festival

l’unico festival che porta in scena il Teatro Americano in Italia

Al via la seconda edizione dall’8 al 21 novembre 2021 in quattro città:

Roma, Milano, Pescara e Cagliari

Un programma innovativo e improntato sull’attualità con sette spettacoli inediti, letture, dibattiti e incontri intorno alla nuova drammaturgia americana

sui palcoscenici dell’ Off Off Theatre e Teatro di Roma (Villa Torlonia e Teatro del Lido), Menotti Teatro Filippo Perego, Spazio Florian, LucidoFestival.

Sta per tornare l’OnStage!festivalil primo Festival di Teatro Americano in Italia, presentato da KIT Italia e The International Theatre in collaborazione con Kairos Italy Theater a New York. Il festival ha il supporto dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e annovera fra i partner principali l’Università Roma Tre, Dipartimento di Lingue Letterature e Culture Straniere,  la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, Facoltà di Arti e turismo, di Milano, e il Mentor Project del Cherry Lane Theater a New York.

La seconda edizione di OnStage!festival si terrà dall’8 al 21 novembre a Roma, Milano, Pescara, Cagliari, in collaborazione con Off Off Theatre e Teatro di Roma (Villa Torlonia e Teatro del Lido), Menotti Teatro Filippo Perego, Spazio Florian, LucidoFestival, con un programma fortemente innovativo e improntato sulla contemporaneità delle tematiche affrontate.

OnStage!festival” presenta uno spaccato di teatro americano indipendente in Italia, creando un appuntamento annuale intorno a tematiche di attualità. Missione del Festival è, infatti, la rivitalizzazione di un dialogo internazionale in campo artistico e culturale a tutto tondo, attraverso il confronto interculturale tra Italia e USA e la creazione di un network professionale internazionale. Spazio, dunque, all’internazionalità, alla drammaturgia americana contemporanea, e a tematiche fortemente attuali come il disturbo da stress post traumatico, il gender legato all’adozione, donne, identità, integrazione.

Il Festival porta, così, a Roma, Milano, Pescara e Cagliari un programma variegato costruito per offrire esempi eterogenei di ciò che viene prodotto in particolare sulla scena statunitense, sia in termini di spettacoli che in termini di progetti per lo sviluppo della drammaturgia. Concepito come essenziale momento di intersezione multiculturale, On Stage presenta anche reading e incontri di approfondimento sulle tematiche degli spettacoli, per scoprire come gli argomenti di una società contemporanea così distante siano in effetti molto vicini a noi.  A latere, inoltre, sviluppa programmi legati alla traduzione per la scena e altri progetti internazionali in collaborazione con le università.

La seconda edizione di OnStage!Festival prenderà il via l’8 novembre con una Conferenza internazionale di apertura, in collaborazione con l’Università IULM di Milano all’interno dell’evento “Aspettando BookCity’, sul tema del sostegno al teatro indipendente, per poi lasciare la scena a sette spettacoli in arrivo direttamente dagli Stati Uniti _When We Went ElectronicIn Their FootstepsReachThe Baby MonitorDo my Mouth, Dirty Paki Lingerie HEDY! The Life & Inventions of Hedy Lamarr _ che animeranno i palcoscenici del Menotti Teatro Filippo Perego a Milano, dell’Off Off Theatre di Roma, del Florian Espace di Pescara e del LucidoFestival, nella cornice site specific dell’Aeroporto di Cagliari-Elmas.

Selezionati tramite bando, gli spettacoli affrontano temi di grande attualità in USA e nel mondo occidentale in genere, utilizzando linguaggi teatrali diversi. Sono presentati in lingua originale con sopratitoli in italiano (traduzioni realizzate in collaborazione con il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Roma Tre, sopratitoli a cura del Festival) e saranno sempre seguiti da un incontro con le compagnie, per dar modo al pubblico di confrontarsi direttamente con artisti stranieri eccezionalmente in Italia (con traduzione simultanea).

When We Went Electronic, prodotto da The Tank NYC  e scritto da Caitlin Saylor Stephens  è un miscuglio psicotropico che descrive l’esperienza della sopravvivenza allo stupro. Scuole finite. Due modelle American Apparel ® cercano di recuperare la memoria dopo una tragica notte brava, Ma quando iniziano ad accadere cose molto strane, le ragazze cominciano a farsi domande sulla natura sintetica dei loro tessuti e a chiedersi se quello che credono sia accaduto è reale. Forse la notte scorsa non è stata una gran festa dopotutto. La Compagnia The Tank porta in scena, dunque, uno spaccato inedito e critico del mondo della moda, e non solo.

Le storie di donne soldato raccolte di prima mano dalla compagnia e riproposte montate drammaturgicamente sono invece il fulcro di  In Their Footsteps, scritto e diretto da Ashley Adelman. Oltre 50 anni fa migliaia di giovani donne americane partirono per il Vietnam per servire il loro Paese durante la guerra. Infinite Variety Productions ha intervistato cinque di queste donne: due ufficiali e tre impiegate civili, tutte volontarie. I loro ricordi intensi, orripilanti, divertenti e teneri sono stati ricomposti in storie senza tempo che raccontano il lato umano della guerra.

Poi è la volta di Reach, scritto da Ryan Sprague per Infinite Variety Productions, che esplora il mondo del disturbo post traumatico da stress e la distanza che si può instaurare tra famiglia e amici nel tentativo di spingere qualcuno lontano dal baratro;

Mentre Do My Mouth di e con Davis Freeman (artista americano trapiantato in Belgio), è un connubio tra stand-up comedy, TED talk e discorso motivazionale, in cui si riflette su vita, morte, me too e Ku Klux Khan. “Do my Mouth” è un viaggio tragicomico tra dolore e amore, perdita e crescita, gioia e imbarazzo, in cui Davis Freeman esorcizza i propri demoni esponendosi mentre disseziona i propri ricordi intimi. Ripercorre la propria ricerca di equilibrio fra carriera e vita vissuta a pieno: la storia di un artista, padre, fratello e amante, che si svela attraverso imbarazzanti reminiscenze sessuali, segreti familiari dolorosi e un’interiore ricerca di “gioia, leggerezza e felicità” non solo per se stesso ma anche per lo spettatore.

Infine, The Baby Monitor, prodotto da Different Translations, è uno spettacolo che ruota attorno al concetto di famiglia, ponendo domande sulla legittimità dell’adozione per le coppie omosessualiUn testo che pone domande cruciali sulla genitorialità in coppie omosessuali e sui valori della famiglia americana (e non solo) oggi.

Tornano inoltre, in esclusiva per LucidoFestival a Cagliari, due successi della prima edizione: Dirty Paki Lingerie, di e con Aizzah Fatima, e HEDY! The Life & Inventions of Hedy Lamarr, di e con Heather Massie. Il primo presenta in modo dissacrante sei musulmane di diversa generazione di fronte al conflitto dra sesso, religione e politica. Il secondo racconta la vera storia di un’icona glamour di Hollywood genio della scienza.

Agli spettacoli si aggiungono le letture di testi inediti in Italia, appositamente tradotti per OnStage!Festival e presentate in esclusiva per il festival. Insieme agli incontri ed eventi speciali, e al vincitore dell’On Stage Award alla drammaturgia americana contemporanea, saranno annunciati a breve.

Nato dall’esperienza maturata nei sette anni di “In Scena!”, festival di teatro italiano a New York, OnStage!festival opera in sinergia con quest’ultimo per la costruzione di un confronto culturale internazionale anche attraverso programmi formativi in collaborazione con scuole e università. Nel 2020 sono stati varati “Translating for Theater” con Università Roma Tre e “Translating Talents” con le Scuole Civiche di Milano Altiero Spinelli e Paolo Grassi. Sempre con Roma Tre è stato inoltre prodotto OnStage 2.0, inedito PCTO digitale sulla cultura statunitense.

 CALENDARIO

9 novembre ore 20:00  WHEN WE WENT ELECTRONIC Menotti Teatro Filippo Perego- Milano

10 novembre ore 20:00 IN THEIR FOOTSTEPS Menotti Teatro Filippo Perego – Milano

11 novembre ore 20:30 WHEN WE WENT ELECTRONIC Off Off Theatre- Roma

11 novembre ore 20:30 REACH Teatro del Lido- Roma

12 novembre ore 20:30 IN THEIR FOOTSTEPS Off Off Theatre- Roma

13 novembre ore 20:30 REACH Off Off Theatre- Roma

14 novembre ore 18:00 DO MY MOUTH Off Off Theatre- Roma

15 novembre ore 20:30 THE BABY MONITOR Off Off Theatre- Roma

18 novembre ore 21:00  THE BABY MONITOR LucidoFestival- Cagliari

20 novembre ore 21:00 OS 2019 – DIRTY PAKI LINGERIE LucidoFestival- Cagliari

21 novembre ore 21:30 OS-2019- HEDY! THE LIFE & INVENTIONS OF HEDY LAMARR LucidoFestival- Cagliari

INFO:

BIGLIETTI

Ingresso agli spettacoli: € 15 intero, € 13 ridotto, € 10 convenzioni

Abbonamento libero a 5 ingressi € 55

Ingresso libero alle letture 

Prenotazioni e prevendita:

ROMA – Off-Off Theatre, Via Giulia, 20 – Tel. +39.06.89239515

MILANO – Menotti Teatro Filippo Perego, Via Ciro Menotti, 11 – Tel. +39.02.82873611 

PESCARA – Florian Espace, Via Valle Roveto, 39, – +39.085.4224087

CAGLIARI – LucidoFestival, Aeroporto Cagliari-Elmas, www.lucidofestival.com