Patch For Future a Expo premiazione delle scuole e inaugurazione dell’opera The Globe per le Nazioni Unite

Patch For Future a Expo premiazione delle scuole e inaugurazione dell’opera The Globe per le Nazioni Unite

Dopo aver coinvolto oltre 5 mila partecipanti da tutto il Mondo, la campagna Patch for Future dedicata agli obiettivi del Millennio, si conclude sabato 24 ottobre a Expo Milano con la premiazione dei vincitori del concorso riservato alle scuole, che ha visto la partecipazione di oltre 1.600 alunni di tutta Italia, e con l’inaugurazione della grande opera The Globe di Howtan Re destinata alle Nazioni Unite.

Ispirandosi al patchwork, attività artigianale di antiche origini, basata sulla condivisione solidale di pezze per realizzare coperte utili a proteggersi dalle intemperie, Patch for Future ha voluto tradurre su quadrati di stoffa idee e speranze per il domani della comunità globale presente a Expo e non solo, con l’intento di salvaguardare tutti insieme il futuro del Mondo.

Patch for Future, è la campagna promossa da Fondazione Symbola e KIP International School, con il patrocinio di Ministero dell’Ambiente e Expo Milano, che il 24 ottobre premierà a Expo i tre vincitori del concorso riservato alle scuole primarie e secondarie italiane e sostenuto dal Miur, che ha visto la partecipazione di oltre 1.600 studenti di 14 Regioni e oltre 100 classi.

Madrina della premiazione sarà Clarissa Burt, che insieme all’artista Howtan Re, ideatore del progetto, a Fosca Nomis di Expo, Franco Pasquali e Domenico Sturabotti di Fondazione Symbola, Luciano Carrino di KIP International School, consegnerà i riconoscimenti ai ragazzi che con entusiasmo hanno partecipato all’iniziativa volta a veicolare gli obiettivi del Millennio anche tra gli studenti, restituendo così alla scuola il ruolo fondamentale di educazione e formazioni delle generazioni future.

A seguire, nei Giardini dell’Onu antistanti il padiglione KIP, si terrà l’inaugurazione della grande opera The Globe, realizzata da Howtan Re, alla presenza dei ragazzi delle scuole e dei visitatori di Expo. The Globe, di ben 3 metri di diametro, realizzato con una selezione delle patch raccolte nel corner Patch for Future a Expo e create dagli oltre 5 mila visitatori che hanno così espresso la loro idea di futuro, è dunque un’opera collettiva che ha raccolto speranze, riflessioni e aspirazioni di tanti cittadini del Mondo.

Dopo la chiusura di Expo Milano, The Globe sarà donato alle Nazioni Unite, durante una solenne cerimonia che si terrà a Roma presso la FAO, come lascito della campagna Patch for Future, che ha contribuito a far conoscere e promuovere i temi fondamentali degli obiettivi del Millennio attraverso l’arte e la creatività.

L’appuntamento è per sabato 24 ottobre alle ore 18:00 presso il Padiglione KIP a Expo Milano, dove nella stessa giornata si svolgerà l’incontro internazionale per lo Sviluppo dei Territorio, a cui prenderanno parte importanti rappresentanti di governi e istituzioni internazionali.

 

Patch for Future (www.patchforfuture.com) è l’iniziativa promossa da Symbola – Fondazione per le qualità italiane (www.symbola.net) in collaborazione con la KIP International School (www.kipschool.org), veicolata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nata da un’idea dell’artista Howtan Re (www.howtanre.com).

 

Symbola: è una fondazione nata nel 2005 con l’obiettivo di promuovere un nuovo modello di sviluppo orientato alla qualità, in cui si fondono tradizione, territorio, ma anche innovazione tecnologica, ricerca, design. In poche parole, la soft economy: un’economia della qualità in grado di coniugare competitività e valorizzazione del capitale umano, crescita economica e rispetto dell’ambiente e dei diritti umani, produttività e coesione sociale. Un modello di economia e società che l’Italia, approfittando della vetrina dell’Expo 2015, può presentare al mondo.

 

KIP International School: è un’organizzazione indipendente che favorisce la collaborazione tra governi nazionali, governi regionali e locali, Sistema delle Nazioni Unite, organizzazioni multilaterali, università, fondazioni e altre organizzazioni pubbliche e private per promuovere la conoscenza, le innovazioni, le politiche, le ricerche-intervento e la formazione in coerenza con gli obiettivi e i valori della Piattaforma del Millennio delle Nazioni Unite. La KIP International School è impegnata a Expo 2015, nella gestione del Padiglione S01, dal titolo Territori Attraenti per un Mondo Sostenibile e lancerà ad ottobre 2015 la costituzione del Comitato di promozione di un Sistema mondiale di cooperazione per lo sviluppo dei territori.

 

Segui la campagna #PatchforFuture www.patchforfuture.com

anche sui social: Facebook, Twitter, Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi