Un bellissimo film, il nuovo singolo di Giulia Pratelli

Un bellissimo film, il nuovo singolo di Giulia Pratelli

Nuovo brano e video per la cantautrice toscana dalla voce limpida e dalla personalità graffiante che ha già mietuto consensi nel mondo pop-cantautoriale ed ha visto scrivere per lei canzoni da firme come Enrico Ruggeri e Grazia Di Michele.

Esce lunedì 6 aprile, in tutti i digital store accreditati, il nuovo singolo di Giulia Pratelli dal titolo Un bellissimo film, prodotto dalla Joe&Joe e associato ad un accattivante videoclip che vede la partecipazione di Francesco Pannofino nel celebre ruolo che ricopriva in “Boris”.
Dopo tre fortunati singoli (Piccole donne , Cartoline e Scegli il meglio ), Giulia tempera il suo stile, comunque sempre rivolto a un panorama musicale multiforme, percorrendo un cammino sonoro più jazzy che vede coniugare in perfetta simbiosi orecchiabilità ed eleganza, coadiuvato da uno stuolo di fantastici musicisti ed arricchito dai soli di tromba di Aldo Bassi e dagli arrangiamenti dei fiati firmati da Marco Adami e Gianni Oddi.

Il testo nostalgico (ma neanche più di tanto) racconta di un amore che si rinnova come auspicio e non come fatto realmente avvenuto: “Ho scelto questo titolo ispirata dal cinema in quanto magica finzione e luogo dove tutto è possibile e più semplice. Proprio come quando capita di entrare in un bar e, per caso, trovare  la soluzione a tutti i problemi affidandosi al caso di un incontro, o di un sentimento inaspettato, esattamente come in un film degli anni 50. E’ la spensieratezza la chiave di testo e musica e ho voluto trasmettere questo senso di positività sognante, perché ci meritiamo di abbandonarci ogni tanto a pensieri bellissimi…”

Il brano, arrivato tra i finalisti di Area Sanremo e presente nella rispettiva compilation, segna un ritorno dalle atmosfere rock al mondo naturale, spontaneo e più intimo della cantautrice toscana, ora maggiormente attenta alla cura e alla raffinatezza delle parole in armonia e di una musica che si affaccia su tanti davanzali sonori senza precludersi niente.

Ad accompagnarla nei suoi prossimi live – il primo dei quali avrà luogo venerdì 10 aprile all’Asino che Vola di Roma con alcune “special guest” a sorpresa – anche una nuovissima formazione che vede Edoardo Petretti a pianoforte e tastiere, Yuki Rufo alle chitarre, Luca Monaldi alla batteria, Luca Pacetti al contrabbasso e Giulia a voce, chitarra e ukulele.

La grinta e determinazione a coltivare ed affinare la sua creatività e la sua scioltezza performativa sono anche ravvisabili in un divertente web-concept autoprodotto (e visibile su Youtube) dal titolo “Musica in camera ” dove ogni settimana sono inserite video-pillole di sue reinterpretazioni di brani famosi, da Lady Gaga a Cesare Cremonini: “L’idea nasce dalla voglia di suonare e reinterpretare delle cose che suono per conto mio, direttamente dalla camera, in pigiama, senza trucco, per comunicare anche una mia dimensione piu’ interiore. Al tempo stesso il progetto è un grande sprono a migliorare, confrontandomi con un repertorio diversificato,  ed imparare cose nuove…  Una sorta di sfida che mi permette di fare qualcosa di vero, senza filtro, davanti ai monitor di un qualunque spett-ascoltatore… “

E così Giulia, canzone dopo canzone (è già in studio per registrare i prossimi brani del suo primo album, in uscita a settembre 2015), matura le sue capacità di scrittura e d’interpretazione e definisce sempre meglio il suo mondo fatto comunque di curiosità, nuove esperienze ed incontri, esattamente come i numerosi spunti che offre questo brano, proprio come la musica portante di “Un bellissimo film”.

GIULIA PRATELLI
Giulia nasce a Pisa il 20 Maggio del 1989 e inizia a studiare canto all’età di 14 anni presso l’Accademia Musicale Toscana di Pontedera con l’insegnante Maria Maddalena Adorni. In seguito frequenta la scuola di canto “I Have a Dream – Saranno famosi” di Pisa con Barbara Ambrosini, con la quale partecipa a varie iniziative. In particolare, nel 2007, prende parte a una serie di spettacoli musicali in occasione di “Un(n)a Festa Italiana”, manifestazione biennale che si tiene ad Unna, una cittadina della Germania, esperienza estremamente significativa per una come lei, agli esordi…
Cantare soltanto non le basta, così decide di seguire un corso individuale di chitarra presso la scuola “Music Artwork Village” di Ponsacco, con l’insegnante Marco Bracci. Nello stesso anno inizia a studiare con Filomena Menna, più di una semplice insegnante di canto! Con lei oltre alla tecnica del metodo “Vocal Power” comincia ad avvicinarsi ad altri generi musicali come il blues, il jazz, oltre al pop melodico.
Per fare la necessaria esperienza dal vivo prende parte a un gruppo che propone musica acustica nei locali dell’area Toscana. Successivamente inizia a comporre dei brani, cercando di realizzarsi come cantautrice.
Nell’estate del 2009 viene scelta come supporter del tour di Gatto Panceri. Nello stesso periodo inizia una collaborazione artistica con il musicista, arrangiatore e produttore Valter Vincenti, che ha collaborato con artisti del calibro di Loredana Bertè, Ornella Vanoni, Paola Turci, Mogol, Mario Lavezzi, Gatto Panceri, Marco Di Mauro.
Giulia è sempre alla ricerca di un confronto e decide di partecipare a numerose manifestazioni e concorsi di canto, ottenendo dei risultati discreti come il primo posto al Premio Castelletto 2008 (categoria cover), il secondo posto e il premio speciale F.I.O.F.A. al Golden Disc 2008 (categoria inediti), il premio della critica al Discanto 2008 e il premio della critica al Gran Galà Discanto 2011, il primo posto al Festival di Ghedi Cover 2009 e il terzo posto al Festival Città del Palladio 2010.
Al Golden Disc 2011 (categoria inediti) riceve un grande apprezzamento, classificandosi seconda e ottenendo anche il premio d’Autore F.I.O.F.A., il premio Radio Stop e il premio della critica giornalistica de “Il Tirreno”. Nel Giugno 2011 viene scelta tra i cinque vincitori del premio “T – Rumors”, organizzato dall’associazione Toscana Musiche: grazie a questo premio partecipa al cd della manifestazione, per il quale incido due suoi brani con il contrabbassista Ferruccio Spinetti, affidatole come tutor per l’occasione.
Nel 2012 inizia il suo viaggio discografico con la pubblicazione del singolo “Una margherita viola” che precede l’album. Con il singolo “Parole” arriva al vero debutto discografico: il CD “Via!”, viatico della sua prima serie di concerti con una band di grande livello (Ezio Zaccagnini alla batteria, Alfredo Bochicchio alle chitarre, Andrea Pagani al pianoforte e Daniele Basirico al basso elettrico).
Il 2013 si apre con il primo capitolo del suo nuovo percorso discografico ed artistico tramite un brano nato dall’incontro con Grazia Di Michele che, colpita dalla sua voce, decide di scrivere per lei il brano “Piccole donne”: un vero e proprio “manifesto” sull’ineluttabile importanza della donna nella nostra società. Proseguono i concerti con la band delle meraviglie che vede dei nuovi importanti innesti: il fantastico Luca Pirozzi al basso, Claudio “Junior” Bielli al pianoforte e tastiere e Marco Adami alle chitarre; rimangono nell’ensemble Ezio Zaccagnini alla batteria e Alfredo Bochicchio alle chitarre.
Marco Masini le dà la possibilità di vivere una grande esperienza cantando alcune sue canzoni in occasione del suo tour teatrale “La mia vita piano e voce”.
Nello stesso anno, ricco di stimoli e concerti con la band, trova un partner ideale, Yuki Rufo, per dei concerti rigorosamente acustici, con il quale inizia a suonare ovunque …
A novembre pubblica un altro singolo: “Cartoline”, brano scritto da lei che si va ad aggiungere al percorso artistico intrapreso con tenacia e pazienza.
Il 2014 si apre con la pubblicazione di una “divagazione” sonora che realizza in duo con Luca Pirozzi: una bizzarra versione di “Oh che sarà” fatta con voce e basso elettrico. Prosegue l’attività live con Yuki e arriva alla realizzazione di un sogno: Enrico Ruggeri le regala una sua canzone: “Scegli il meglio” corredato da bel video.
Il 2015 si apre con il concerto del 1° gennaio al Ciocco (Lucca) intitolato “Let It Beatles”, uno spettacolo nato per festeggiare l’Anniversario dei 50 anni del tour dei Beatles in Italia. Il 31 gennaio la replica al Teatro del Giglio di Lucca con un fantastico tutto esaurito.
Tramite il suo canale YouTube inizia poi un appuntamento settimanale con “Musica in camera…” dove in perfetta solitudine canta le canzoni che le piacciono di più…
Anche negli studi scolastici Giulia non ha perso tempo: dopo aver frequentato il Liceo Scientifico XXV Aprile di Pontedera, si è iscritta alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università di Pisa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi