Rassegna Cinematografica Immagini dal Sud del Mondo al via la XXI edizione

Rassegna Cinematografica Immagini dal Sud del Mondo al via la XXI edizione

24 Aprile ore 21 – CINEMA TRENTO – PROIEZIONE TIMBUKTU

di Abderrahmane Sissako (Francia/Mauritania 2014)

 

Immagini dal Sud del Mondo giunge quest’anno alla sua XXI edizione. La rassegna si apre il 24 Aprile 2015 alle ore 21.00 al cinema Trento di Viterbo, con la proiezione del film Timbuktu di Abderrahmane Sissako (Francia/Mauritania 2014) in lingua originale. Il film di apertura di Immagini dal Sud del Mondo “PreVisioni del Tempo. Il Cinema nell’era dei cambiamenti climatici” si inserisce nell’ampio cartellone dell’XI edizione di Resist, manifestazione di Arci Viterbo che comprende eventi e spettacoli per celebrare la Liberazione.

 

ISM la Rassegna Cinematografica di AUCS Onlus, Associazione Universitaria per la Cooperazione e lo Sviluppo, lavora da vent’anni sulla forza comunicativa delle immagini con l’intento di far arrivare al pubblico una produzione cinematografica di solito assente dai grandi circuiti distributivi.

 

Il tema della XXI edizione di Immagini dal Sud del Mondo sarà il cambiamento climatico che verrà affrontato non solo analizzandone gli effetti strettamente meteorologici e scientifici, ma anche la ricaduta di tale fenomeno sullo stile di vita delle persone, non dimenticando uno sguardo profondo e critico su un altro, rilevante genere di mutamenti: quelli sociali e politici a livello planetario.

La XXI edizione riconferma il carattere itinerante di Immagini dal Sud del Mondo. Il calendario di proiezioni prevede appuntamenti a Viterbo, Bolsena, Vallerano e nei comuni del Bio – distretto della Via Amerina e delle Forre.

La XXI edizione di Immagini dal Sud del Mondo PreVisioni del Tempo. Il Cinema nell’era dei cambiamenti climatici si avvale della partnership, tra gli altri, dell’Università degli Studi della Tuscia, Dipartimento DISTU, Dipartimento DAFNE, ARCI Solidarietà, ARCI Comitato Provinciale di Viterbo, UCCA Unione dei Circoli Cinematografici ARCI, Casa Circondariale di Viterbo, AIAB Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, Bio-distretto della Via Amerina e delle Forre. La rassegna si avvale del contributo della Regione Lazio e della Provincia di Viterbo.

Sinossi: Timbuktu di Abderrahmane Sissako (Francia/Mauritania 2014).

 

Per gli abitanti di Timbuktu la vita si è fatta difficile da quando la città è stata occupata dai jihadisti e tutto è proibito. Nel vicino deserto, Kidane e la sua famiglia conducono un’esistenza libera e tranquilla. La pace, però, è scossa quando un pescatore uccide la più bella bestia della loro mandria. A tale oltraggio non resta che la vendetta.

Timbuktu nasce dall’esigenza di affrontare un tema che sta spaccando l’Africa e l’universo islamico:il fondamentalismo. Abderrahmane Sissakolo tratta procedendo per contrapposizioni: vi è una Timbuktu sottoposta alla dura legge della sharia imposta dai jihadisti; a poca distanza c’è un paesaggio fuori dal tempo, immerso tra le dune del deserto, dove vive serenamente il pastore tuareg Kidane con la famiglia. Con un montaggio alternato questi due mondi, così fisicamente vicini ma culturalmente lontani, vengono di continuo sovrapposti l’uno all’altro. (Fonte: SegnoCinema – n. 1, 2015)

 

Il film ha concorso per la Palma d’oro al Festival di Cannes 2014, dove ha vinto il Premio della Giuria Ecumenica e il Prix François – Chalais. Ha ricevuto la candidatura all’Academy Award 2015 per il miglior film straniero e ha trionfato nella quarantesima edizione dei César dove si è aggiudicato sette premi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi