Zodiacale, la mostra all’IkiGai Art Gallery di Roma

Dal prossimo 18 novembre, IkiGai Art Gallery a Via Sirte 39 a Roma presenta ZODIACALE carte di Anna Onesti e Virginia Lorenzetti.

Sulla scia della mostra “Un mondo fluttuante. Opere su carta di Anna Onesti” presso la Casina delle Civette di Villa Torlonia, organizzata e curata dall’IkiGai Art Gallery, la galleria è lieta di ospitare la mostra Zodiacale, in cui il talento di due artiste si intreccia sul tema dell’astrologia.

Anna Onesti espone dodici opere su carta raffiguranti i segni dello zodiaco. I segni realizzati attraverso innesti di simboli astrali, antiche iconografie e forme geometriche sono caratterizzati da una cromia fatta di colori puri, brillanti e saturi.

Anna ha un’esperienza di lavoro con la carta che risale ai suoi anni di pratica presso l’Istituto Centrale per la Grafica, poi perfezionati in Giappone, e con la raffigurazione dei dodici segni di Zodiacale, mette a frutto la sua sapienza con una prova di notevole impegno, affrontata con strati di carta velina incollati uno sull’altro su cui sono impressi, o disegnati a mano, i simboli di antiche iconografie e sue personali invenzioni.

L’opera di Virginia Lorenzetti, invece, si fonda sull’interpretazione in chiave grafica dei segni zodiacali: ad ogni segno è associato un mese dell’anno e ad ogni mese corrisponde un determinato tipo di pianta o fiore.

Quest’associazione è legata alle caratteristiche di un antico gioco di carte giapponese, nato nel Cinquecento dall’incontro tra giochi di carte occidentali e orientali, l’Hanafuda: questo termine (“carte dei fiori”) indica più propriamente le carte utilizzate nel gioco.

Ogni pianta o fiore incarna nella grafica l’essenza del segno. Le dodici composizioni in serie che compongono l’opera sono prive da simboli o riferimenti archetipici, e instaurano con l’osservatore un contatto semplice e metaforico che rimanda unicamente alla sfera naturale. L’opera ha come principio l’estrema leggerezza e volatilità del segno, accolto dalle tonalità vellutate delle tinture vegetali, che che coincide con la delicatezza dei soggetti interpretati graficamente.

Inaugurazione mercoledì 18 novembre dalle 16 alle 19, ingresso contingentato nel rispetto delle vigenti normative anticovid,  prenotazione obbligatoria al 380 7772882