Wrongonyou, l’album d’esordio Rebirth esce il 9 marzo, da oggi è in pre order, svelata la tracklist

Wrongonyou, l’album d’esordio Rebirth esce il 9 marzo, da oggi è in pre order, svelata la tracklist

Wrongonyou, l’album d’esordio Rebirth esce il 9 marzo, da oggi è in pre order, svelata la tracklist – Il 9 marzo uscirà “Rebirth (Carosello Records), l’album d’esordio del cantautore romano dal sound internazionale WRONGONYOU: conterrà undici tracce in gran parte registrate a Los Angeles con la produzione di Michele Canova. Da oggi, venerdì 23 febbraio, l’album è in pre order al seguente link: radi.al/WrongonyouRebirth.

Ecco la tracklist, che il cantautore ha svelato sulla sua pagina Facebook (https://goo.gl/GFNNMF):

(RE)BIRTH: Tree, Prove It (singolo attualmente in radio), Rebirth, Family of the Year, Son of Winter, Green River, Sweet Marianne.

BIRTH: The Lake, I Don’t Want To Get Down, Shoulders (feat Maurizio Filardo), Killer.

«Ogni titolo racconta una piccola storia che mi ha accompagnato lungo tutto l’anno passato – racconta Wrongonyou –undici canzoni, sette delle quali rappresentano per me cambiamento e soprattutto rinascita (REBIRTH); le altre quattro invece rappresentano la mia nascita (BIRTH). Sono brani ai quali sono legato particolarmente perché mi hanno accompagnato e hanno segnato momenti importanti per me e per la mia carriera».

L’album arriva a coronamento di un lungo percorso, pieno di soddisfazioni, che ha visto Wrongonyou pubblicare l’acclamato ep “The Mountain Man”, esibirsi in tanti live fino a raggiungere i palchi del Primavera Sound e dell’Home Festival e essere chiamato a scrivere la colonna sonora dell’ultimo film di Alessandro Gassmann “Il Premio”.

Prove It” è il singolo che anticipa l’album, disponibile sulle principali piattaforme streaming e in digital download; è online il video girato in Islanda di questo brano neo folk dal sound internazionale: http://bit.ly/ProveIt-YouTube.

Sarà un 2018 dedicato ai concerti, in cui Wrongonyou porterà non solo sui palchi italiani ma anche all’estero il suo progetto neo folk in lingua inglese, caratterizzato da un sound inconfondibile ed emozionante, insolito nel panorama musicale italiano e in grado di attirare negli anni un pubblico attento e curioso.

Il “Rebirth – Tour” partirà a marzo. Queste le prime date: il 3 marzo al Bronson di Ravenna, il 10 marzo al Bangarang presso il Crazy Bull di Genova, il 21 marzo all’Auditorium Parco della Musica (Teatro Studio) di Roma, il 23 marzo al Circolo Kessel di Cavriago (RE), il 24 marzo al CSO Django di Treviso, il 20 aprile allo Spazio 211 di Torino, il 21 aprile al Vibra Club di Modena, il 5 maggio al Bookique di Trento e il 26 maggio all’AP Festival presso Chiesa di San Pietro in Castello ad Ascoli Piceno.

 Wrongonyou ha annunciato anche la partecipazione al SXSW 2018 (South by Southwest festival) che si svolgerà come ogni anno ad Austin in Texas (USA) dal 12 al 17 marzo, e sono in arrivo le nuove date del tour all’estero.

Wrongonyou, all’anagrafe Marco Zitelli, si è avvicinato alla musica folk grazie ad artisti internazionali come Bon Iver e Fleet Foxes. Da subito si è affermato come un giovane talento fuori dal comune, attento alla melodia e alla sperimentazione, che con la sua musica innovativa e autentica arriva dritto al cuore. Il cantautore si era fatto notare grazie ad alcuni suoi brani caricati su Soundcloud che avevano attirato l’attenzione prima di un professore di Sound Technology all’università di Oxford, che gli fece incidere i primi 4 singoli, e poi della Carosello Records con cui ha pubblicato il primo ep “The Mountain Man” (2016).

Tra i suoi singoli di maggior successo “Killer” (https://youtu.be/37doeC9in40), “The Lake” (https://youtu.be/vJN3ewTwfk4) e “Let Me Down” (https://youtu.be/zBxPWYRc0rg).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi