Villa Borghese tiene a battesimo l’associazione Terra Jonica

Villa Borghese tiene a battesimo l’associazione Terra Jonica

Villa Borghese tiene a battesimo l’associazione Terra Jonica – Venerdì prossimo, 15 giugno, alle ore 19.30, il museo Pietro Canonica di Villa Borghese, a Roma, ospiterà la cerimonia di presentazione della nuova associazione “Terra Jonica”.

 

“Questo primo evento – spiega il presidente dell’associazione Terra Jonica, Mino Dinoi – vuole essere un abbraccio ideale tra Taras, la Taranto della Magna Grecia, e Roma, la città eterna. Saranno proprio i dialoghi e le suggestioni che solo l’arte, la cultura e la musica sanno generare negli animi a dimostrarci la vicinanza e l’affinità tra questi due poli di vita. Infatti, crediamo che il dialogo culturale, in tutte le sue forme, sia la sola ed unica chiave, autentica e dirompente, che possa consentirci di attraversare, in modo pacificamente incisivo, tutti quei territori, geografici ed umani, oggi troppo spesso regno di silenzio, di indifferenza e di disagio. La location dell’evento non è casuale. L’ultima opera del maestro Pietro Canonica è stata realizzata proprio per la città di Taranto: suo il monumento dedicato a Giovanni Paisiello, uno dei più grandi compositori italiani, natìo della Terra Jonica. E noi è da qui, nella stupenda cornice del Museo Canonica e di Villa Borghese, che vogliamo ripartire; con la leggera brezza mediterranea tipica delle notti estive lungo la costa, che con la poesia, la musica e l’arte della nostra Terra profumerà il cielo della notte romana.

 

“Terra Jonica” – si legge sul sito www.associazioneterrajonica.it, da consultare per saperne di più – è un gruppo di persone, aperto al contributo di chiunque ne condivida il progetto, che si pone come principale obiettivo quello della valorizzazione e promozione, in Italia e nel mondo, del patrimonio culturale dello Ionico tarantino in tutte le sue molteplici espressioni: archeologiche, architettoniche, paesaggistiche, storiche, musicali, artistiche, enogastronomiche, folcloristiche e tradizionali. Nei suoi caratteri generali, la mission della nostra associazione è promuovere le attività culturali legate alla salvaguardia e valorizzazione del patrimonio della Terra Jonica; riscoprire la memoria storica e culturale della Terra Jonica; tutelare, promuovere e valorizzare quanto di interesse artistico e storico; tutelare e valorizzare la natura e l’ambiente; favorire il turismo in tutte le sue forme.
Emblematico il titolo della tre giorni che sarà ospitata al museo Pietro Canonica: “Brezze Mediterranee – Terra Jonica incontra Roma.

 

Dialoghi d’arte, cultura e musica”. Oltre ai rappresentanti istituzionali di Roma e della Regione Lazio, alla presentazione dell’associazione è stato anche invitato il presidente della Provincia di Taranto, Gianni Florido. Tra gli altri, alla serata prenderanno parte come testimonial la cantante Mariella Nava, lo scrittore Giuse Alemanno, il giornalista Sergio Pargoletti, la campionessa di volley Annamaria Quaranta.

 

In programma diversi momenti. Suggestione di parole: Anna Marinelli, poetessa; suggestione visiva: Lino Agnini, pittore e scultore; Pietro Palummieri – Palù, pittore e scultore; Giancarlo Piccione, fotografo.

 

L’esposizione delle opere degli artisti si protrarrà sabato 16 e domenica 17, dalle ore 9 alle ore 19.
Oltre a Mino Dinoi, tra i promotori dell’associazione, impegnati con successo in diversi campi professionali e accomunati dal fatto di essere nati in Terra Ionica, figurano anche Simona Caricasulo, Luca Catallo, Massimiliano Cavallo, Maurizio Chimienti, Nicola Monticelli, Antonio Palummieri, Francesco Portulano, Camilla Stola, Vincenzo Tarantino.

 

Durante la serata è prevista la degustazione di prodotti tipici tarantini offerti da panificio Cipriano di San Giorgio Jonico, caseificio San Giorgio, Vini Rossetti di Sava, Ciccarelli catering di Roma.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi