Verdi Street Parade, per l’inaugurazione di Verdi Off e l’anteprima del Festival Verdi una grande festa in musica invade le strade di Parma

Verdi Street Parade, per l’inaugurazione di Verdi Off e l’anteprima del Festival Verdi una grande festa in musica invade le strade di Parma

Verdi Street Parade, per l’inaugurazione di Verdi Off e l’anteprima del Festival Verdi una grande festa in musica invade le strade di Parma

Verdi Street Parade

Per l’inaugurazione di Verdi Off e l’anteprima del Festival Verdi, una grande festa in musica invade le strade di Parma: oltre 1100 tra attori, musicisti, cantanti, ballerini, circensi e coristi si alternano fino a sera in spettacoli e concerti dedicati al Maestro e alle sue opere, in un percorso ricco di sorprese, dal Teatro Regio di Parma a Piazza Picelli, passando in Piazza della Pace, in occasione della sua inaugurazione, per concludersi in Piazza Duomo.

Dal Teatro Regio di Parma a Piazza Picelli e ritorno in Piazza Duomo,

attraversando Piazza della Pace

sabato 21 settembre 2019, dalle ore 18.00 alle 23.00

Piazza Duomo

ore 22.30 spettacolo di fine parata

Sarà una divertente e festosa Verdi Street Parade a inaugurare la IV edizione di Verdi Off, speciale anteprima del Festival Verdi 2019, il 21 settembre dalle ore 18.00 alle 23.00, coinvolgendo il pubblico, invitato per l’occasione a indossare abiti di colore verde, in una festa in musica itinerante che partendo dal Teatro Regio di Parma raggiungerà il cuore dell’Oltretorrente in Piazza Guido Picelli per tornare, attraversando Piazza della Pace in occasione della sua inaugurazione, in Piazza Duomo dove la parata si concluderà con uno spettacolo finale che avrà inizio alle 22.30.

Protagonisti della serata, a cura di Giacomo Costantini e del Circo El Grito, 1100 tra attori, musicisti, cantanti, ballerini, circensi, bande, cori, performer, orchestre, che si alternano invadendo le strade, chiuse al traffico per l’occasione, con performance e concerti dedicati al Maestro e alle sue opere, reinterpretate attraverso i linguaggi più diversi e trasversali, dando vita a un grande spettacolo itinerante all’aperto (in caso di mal tempo la Verdi Street Parade avrà luogo con un programma ridotto che sarà annunciato su festivalverdi.it). Alla parata sono stati invitati a partecipare attivamente tutti coloro che, accogliendo l’invito della call promossa da Verdi Off, hanno candidato la propria performance artistica ispirata a Verdi. Alla parata partecipano anche esercenti commerciali e ristoratori che accolgono e rendono possibili le esibizioni in programma e le oltre 50 associazioni musicali e culturali – 17 scuole di danza, 7 bande e orchestre, 14 cori – che saranno dislocate lungo il percorso in 16 stazioni dal Teatro Regio a Piazza Guido Picelli, passando per Strada Garibaldi, Via Mazzini, Piazza Corridoni e via Imbriani.

Dalle ore 18.00, le esibizioni previste lungo il percorso dal Teatro Regio di Parma fino al Ponte di Mezzo avranno inizio al passaggio del Corpo Bandistico “Giuseppe Verdi” diretto da Alberto Orlandi in testa alla parata, mentre al di là del Ponte di Mezzo (da Piazza Corridoni a Piazzale Picelli) tutte le esibizioni inizieranno simultaneamente alle ore 18.00.

Dopo aver posto l’attenzione nelle precedenti edizioni sull’innovazione e la tecnologia in rapporto agli spazi urbani, l’inaugurazione di Verdi Off 2019 con la Verdi Street Parade vuole esaltare l’importanza della relazione sociale e umana, come spiega Barbara Minghetti curatrice di Verdi Off: “La parata è una festa della città e della comunità verdiana, nel senso più ampio possibile, è un’invasione pacifica che coinvolgerà centinaia di artisti, bambini, studenti, musicisti, ballerini che porteranno il Festival fuori dal Teatro, per le strade e tra la gente, per condividere l’emozione di ritrovarsi nel nome di Verdi e diffondere la grandezza e la passione dell’uomo e dell’artista in modo lieve, giocoso e aperto. Con la speranza che la città si colori di verde e la gente si faccia trascinare dall’entusiasmo della festa e affascinare dal grande compositore, per l’occasione riletto in tanti linguaggi diversi, ma sempre nel rispetto della sua storia”.

LA PARATA E LE 16 STAZIONI

Teatro Regio di Parma – Piazza della Steccata

La festa inizierà alle 18.00 davanti al Teatro Regio di Parma con uno degli appuntamenti simbolo di Verdi Off: il Cucù verdiano, con i solisti del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, Vera Azikova e Alessandro Vannucci, accompagnati al pianoforte da Ahn Eunmmi, che affacciati dai Fornici del Teatro interpreteranno il brindisi di Traviata, mentre nel sottostante Piazzale Barezzi si esibiranno gli acrobati del Circo El Grito. Subito dopo, il Corpo Bandistico “G. Verdi” darà il via alla parata con 24 coppie di ballerini in costumi ottocenteschi della Società di Danza Parma che seguiranno il corteo danzando fino al Ponte di Mezzo.

Iniziata la parata, sotto il colonnato del Teatro Regio di Parma si esibiranno in successione il Coro Gospel and More diretto da Francesca Canova, la Corale EsseTiMajor diretta da Matteo Grulli, il Coro Laus Vocalis diretto da Stefania Vitali, il Coro La Fontana diretto da Antonella Fanfoni, il Coro della scuola primaria Palli di Fognano diretto da Simona Arioli, I cantori di Santa Margherita diretti da Germano Boschesi: 140 voci che intoneranno arie del repertorio verdiano e molto altro ancora.

In Piazza della Steccata dopo il passaggio della banda, Giuseppe Verdi sarà danzato, nei pressi del Bar Panificio 10, nelle coreografie hip-hop, jazz, classiche e moderne create da Sabrina Marchi, Regina Brunoni, Martina Mascitti, Manuel Venturino della Samardanza a.s.d Colorno, di Professione Danza Parma diretta da Lucia Giuffrida, di Jazz Dance Studio e Ataca Dance.

 Via Mazzini

 In via Mazzini, accanto allo shop United Colors of Benetton, prenderà vita lo spettacolo Verdi…Violetta e Valzer d’autore da un’idea drammaturgica e musicale di Silvia Rossi con il gruppo musicale The Singer’s (Chiara Piazza e Davide Maffolini al violoncello, Sergio Catalano al pianoforte, Claudio Nocera alla cornamusa), le voci recitanti di Stefania Pombeni, Silvia Rossi, Giuseppe Gardoni e il cross over di Giulia Bergamo e Rebecca Attolini. Parteciperanno allo spettacolo il baritono Alessandro Branchi e i soprani Ilenia Argentini, Eva Macaggi, Rossana Guareschi.

Al termine dello spettacolo i solisti del corpo di ballo della Arp Dance, Melissa Giacomuzzi Trepiccione, Brenno Simonetti, Chiara Montanti, Alessandro Garuti, Rebecca Cerasino, Erica Annibali, Camilla Caggiati, balleranno le coreografie di Annarita Pozzessere sulle musiche eseguite dal vivo dall’Ensemble “Le vent du bois” composta da Francesca Bertolani (flauto traverso), Alessandra Catelli (fagotto) e Emanuel Tagliaferri (pianoforte).

Seguirà l’esibizione del Trio pianistico di Bologna composto da Alberto Spinelli, Silvia Orlandi e Antonella Vegetti e dei solisti del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, QianBing Deng, Ma Guoyi e Danbi Lee, accompagnati al pianoforte da Ahn Eunmi.

Alla Galleria Polidoro in via Mazzini, nei pressi dello shop I Love My House, sulle musiche eseguite dall’Orchestra Insieme si esibiranno i ragazzi della scuola di danza Dans Les Garage asd, responsabili Maysa Gritli & Barbara Gaudiosi, e subito dopo il pubblico potrà ascoltare arie verdiane interpretate dai solisti del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma Selin Dagyaran, Mose Choi e Kwangsik Park, accompagnati al pianoforte da Kawaguchi Mayuko.

Ponte di Mezzo – Via d’Azeglio – Piazza Filippo Corridoni

Poco prima del Ponte di Mezzo, già a partire dalle 18.00, Giuseppe Verdi prenderà vita e colore nei disegni della Scuola Comunale di Arte Madonnara della città di Curtatone, con i loro Madonnari che interpreteranno i tanti volti di Verdi insieme agli studenti del Liceo Sanvitale di Parma.

Giunte sul Ponte di Mezzo seguendo il Corpo Bandistico “G.Verdi”, le coppie di ballerini in abiti ottocenteschi continueranno le loro danze storiche alternandosi con le esibizioni dei ballerini del Centro Studi Danza AccademiaDanzaEdintorni diretti da Bianca Costanza Chiapponi e Michele Cosentino.

Due Cucù verdiani irromperanno nell’allegria della parata per un momento di musica e questa volta i solisti del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, Elisa Fagà e Hyunji Lee, interpreteranno arie verdiane affacciati dai due balconi in Piazza Corridoni 13 e in via d’Azeglio 17.

In Piazza Filippo Corridoni, dove le esibizioni inizieranno già a partire dalle ore 18.00, più di 100 ragazzi del Coro “Scuola per l’Europa”, con la voce solista e maestro del coro Benedetta Toni e il maestro al pianoforte Claudia Zucconi, si alterneranno con i 40 musicisti dell’Associazione Bandistica MezzaBanda, diretta da Marco Pierobon, in uno spettacolo musicale da non perdere.

 Chiesa della Santissima Annunziata

Nel piazzale della Chiesa della Santissima Annunziata, decorato per l’occasione dall’estro e dalla creatività dei Madonnari della Scuola Comunale di Arte Madonnara della città di Curtatone che reinterpreteranno Verdi con i loro gessetti, all’arrivo della Banda avrà luogo un’altra sorprendente esibizione del Circo El Grito.

Subito dopo sarà la volta del Coro-200.com nato da un progetto del Teatro Sociale di Como e diretto da Mariagrazia Mercaldo. I 200 coristi, accompagnati al pianoforte da Giuseppe Califano, intoneranno brani tratti da La traviata e Nabucco e concluderanno l’esibizione con i solisti del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma Park HyunSeo e Stela Dicusara, accompagnanti al pianoforte da Park Hyejin

Nello stesso luogo Stefano Barbato, Paolo Grillenzoni, Denise Miraglia, Martino Mora, Tommaso Salvadori, percussionisti dell’Ensemble de La Toscanini, eseguiranno il medley di sinfonie verdiane Penta – Clocks diretti da Roger Catino. In programma Penta Clocks Suite (estratto dal brano per cinque percussionisti, orchestra e scultura sonora) di Roger Catino, Verdiana ouverture di Giuseppe Verdi (arrangiamento di Roger Catino) e Roger table sound di Roger Catino.

A seguire la Compagnia Era Acquario si esibirà nelle coreografie di Chiara Montalbani e Manfredi Perego.

Hub Caffè – Piazzale Inzani

 Tanti gli appuntamenti previsti all’Hub Caffè Parma in Piazzale Daniele Bertozzi: letture Verdiane dal Macbeth di Giuseppe Verdi a cura dell’Associazione Culturale Teatro del Cerchio con il Dj set di Marco Pipitone; in Sull’ali dorate il racconto delle opere di Giuseppe Verdi fatto da Falstaff alias Paolo Zoppi membro del Club dei 27; per Aspettando Verdi Rap, il concorso che unisce il mondo del rap e quello dell’opera lirica a cura di Cristina Bersanelli e Chiara Bella, il pubblico assisterà alle esibizioni di D Lei, Dentro, Cenzi’, Snooze, Cisco Bonardi, Luca l’ikeet Visconti dj, con le coreografie di Martina Mascitti e il corpo di ballo del Cid Accademia Danza e Spettacolo.

In Piazzale Inzani, saremo tutti invitati a partecipare a una divertente Lotteria Verdiana a cura di Giuseppe Martini e condotta da Leo Tiberti, già ispettore di palcoscenico del Teatro Regio di Parma e sua memoria storica.

A seguire l’esibizione di Elena Cattini, Alessandro Vannucci e Giulio Bocchi, solisti del Coro Renata Tebaldi, diretti da Gregorio Pedrini e accompagnati al pianoforte da Serena Fava.

Via Imbriani – Piazza Guido Picelli

Danze verdiane (e non solo) animeranno Via Imbriani, nei pressi dell’Hostaria Da Beppe, con gli allievi dei corsi di danza classica, modern jazz e contemporaneo della Flexpoint Performing Arts Academy diretta da Giada Bardelli che eseguiranno le coreografie di Giada Bardelli, Eva Calanni e Siobhan Law e gli allievi della scuola Zona Ovest Danza diretta da Rosita D’Aiello. Le danze proseguono poco più avanti, presso la Latteria 66, con la StArt Danza e Movimento diretta da Silvia Gelati e Daniele Parlapiano.

A seguire, le arie verdiane risuoneranno nei borghi interpretate dagli allievi del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma Elisa Fagà, DongHyuk Kim e Joonsung Kim accompagnati al pianoforte da Park Hyejin.

Di fronte alla Caffetteria La Pulcinella in Piazza Guido Picelli, Gabriella Corsaro dirige il Coro delle tradizioni popolari Renzo Pezzani, il Chorus Cordis e OltreCorrente cui segue una nuova esibizione del Circo El Grito questa volta con l’accompagnamento musicale dalla Banda Verdi.

Subito dopo, Raffaele Crispo e Elvis Ronzoni leggeranno una poesia da loro composta dedicata al Maestro.

Piazza della Pace – Piazza Duomo, finale della Parata

Il Corpo Bandistico “G. Verdi” ripartirà da Piazza Picelli alle 21.30, seguito dal pubblico e da tutti gli artisti e, ripercorrendo il medesimo tragitto, condurrà l’allegria del corteo sino in Piazza della Pace per festeggiarne l’inaugurazione dopo i lavori di riqualificazione appena conclusi. Il corteo proseguirà poi verso Piazza Duomo per il finale della parata.

Alle 22.30 circa, sul sagrato del Duomo i percussionisti dell’Ensemble de La Toscanini eseguiranno il medley di sinfonie verdiane “Penta – Clocks” diretti da Roger Catino e subito dopo il pubblico presente sarà catturato dalle magiche meraviglie di Escapologia Houdini la misteriosa esibizione di illusionismo a cura del Circo il Grito.

Tutti gli artisti prenderanno posto nella Piazza unendosi all’Ensemble del Liceo Bertolucci e ai bambini dell’Orchestra Pistapoci diretta da Francesco Sgorbani, già schierati sul sagrato del Duomo, per il grande finale della serata: il Va’ pensiero intonato da un coro di 500 voci e dagli oltre 1100 artisti coinvolti nella parata diretti da Roger Catino, per un momento di musica nel nome di Verdi che farà vibrare il centro storico della città e i cuori di tutti i presenti.

Si segnala che gli orari della parata sono indicativi e il programma è suscettibile di variazioni. Si ricorda che in caso di mal tempo la Verdi Street Parade avrà luogo con un programma ridotto che sarà annunciato su festivalverdi.it.

 PARTNER E SPONSOR

Verdi Off è realizzato in occasione del Festival Verdi dal Teatro Regio di Parma con Comune di Parma, Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura, “Parma, io ci sto!”. Sponsor Parmacotto, presente tra le vie della città durante la sfilata, Engel&Völkers.

Per La Verdi Street Parade si ringraziano Corpo Bandistico “G.Verdi”, Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, Società di Danza Parma, Circo El Grito, Coro Laus Vocalis, Coro La Fontana, Coro della scuola primaria Palli di Fognano, I cantori di Santa Margherita, Panificio 10, Samardanza a.s.d Colorno, Professione Danza Parma, Jazz Dance Studio, Ataca Dance, United Colors of Benetton, The Singer’s, Silvia Rossi, Arp Dance, Ensemble “Le vent du bois”, Trio pianistico di Bologna,I Love My House, Orchestra Insieme, Dans Les Garage, Scuola Comunale di Arte Madonnara della città di Curtatone, Liceo Sanvitale di Parma, Centro Studi Danza AccademiaDanzaEdintorni, Coro “Scuola per l’Europa”, Associazione Bandistica MezzaBanda, Coro – 200.com, Ensemble de La Toscanini, Compagnia Era Acquario, Hub Caffè Parma, Associazione Culturale Teatro del Cerchio, Marco Pipitone, Club dei 27, Verdi Rap, Cid Accademia Danza e Spettacolo, Giuseppe Martini, Leo Tiberti, Coro Renata Tebaldi, Hostaria Da Beppe, Flexpoint Performing Arts Academy, Zona Ovest Danza, Latteria 66, StArt Danza e Movimento, Caffetteria La Pulcinella, Coro delle tradizioni popolari Renzo Pezzani, Chorus Cordis, OltreCorrente, Raffaele Crispo e Elvis Ronzoni, Orchestra Pistapoci della scuola di musica “Cem Lira” di Parma, Ensemble del Liceo Bertolucci.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi