Una camelia per due di e con Selene Gandini e Caterina Gramaglia all’Altrove Teatro Studio di Roma

UNA CAMELIA PER DUE

Di e con Selene Gandini e Caterina Gramaglia

Supervisione di Daniele Salvo 

Venerdì 26 e sabato 27 novembre ore 20

Domenica 28 novembre ore 17.00 

Altrove Teatro Studio – Via Giorgio Scalia, 53  

Debutta in prima assoluta all’ Altrove Teatro Studio, dal 26 al 28 novembre, UNA CAMELIA PER DUE, spettacolo scritto e interpretato da Selene Gandini e Caterina Gramaglia con la supervisione artistica di Daniele Salvo.

In un tempo e in un luogo sospeso troviamo due donne, due artiste, due mondi che si sfiorano, si cercano, si rifiutano e vivono attraverso lettere e immaginarie confessioni la loro relazione.

Il teatro le ha viste nascere e le ha portate ad affermarsi come dive di fama internazionale, ma un personaggio su tutti viene conteso da Sarah Bernhardt ed Eleonora Duse, ed è quello di Marguerite Gautier ne “La Signora delle camelie”, scritto da Alexandre Dumas figlio e portato in scena da entrambe, riscuotendo un grande successo.

Sarà questo personaggio ad accompagnarci durante lo spettacolo, mentre le due attrici ripassano le battute, si specchiano, vivono un camerino ideale prima del debutto, trasformandosi lentamente in altro. La camelia, un fiore così angelico e nello stesso tempo passionale, diventa il fiore che le due attrici indosseranno nel raccontarsi allo spettatore, rivelando le proprie fragilità oltre che il coraggio e la forza che le ha viste protagoniste di una epoca storica a cui non era permesso alla donna avere potere.

Uno spazio immaginario accoglie la vita di Sarah Bernhardt ed Eleonora Duse e le parole ed i gesti che nasceranno si rifletteranno sui diversi specchi che le circondano, una sorta di labirinto e di luogo dell’anima. Le due artiste abiteranno il riflesso, indosseranno il profumo del fiore del personaggio che devono interpretare e vivranno lo specchio come strumento di rivelazione, confrontandosi con la propria immagine di artista e di donna. Quanto peso hanno avuto nella loro vita l’amore, il potere, la guerra, la solitudine, ma anche la gloria e la felicità?
Cosa ha significato essere attrici, artiste, donne emancipate, in un’epoca così diversa e lontana? Perché Maguerite Gautier le ha così profondamente ispirate? Per scoprirlo bisognerebbe averle davanti e chiederglielo di persona, ma attraverso autobiografie, scambi epistolari e innumerevoli libri scritti su di loro , cercheremo di indagare sulle loro vite, sul loro mondo fatto di maschere e nudità.

INFO:

BIGLIETTI

Intero 15 euro – Ridotto 10 euro – Tessera 2 euro

ALTROVE Teatro Studio

Via Giorgio Scalia, 53 – Metro Cipro

ipensieridellaltrove@gmail.com –  351 8700413

www.altroveteatrostudio.it