Per un istante, lo spettacolo al Cometa Off di Roma

Per un istante, lo spettacolo al Cometa Off di Roma

Per un istante, lo spettacolo al Cometa Off di Roma. Nasce da un’idea di Gian Piero Rotoli  lo spettacolo che sarà in scena al Cometa Off dal 28 dicembre al 30 dicembre 2017: PER UN ISTANTE, scritto ed interpretato da Michele Giovanni Cesari, Marco Palange e Gian Piero Rotoli. La direzione scenica è a cura di Alessandro Averone ed Emanuela Liverani.

Gli uomini parlano d’amore ma sono sempre stati bravi a nasconderlo, finché “Per un istante” non è entrato in casa loro, per raccontare la vita di tre coinquilini alle prese col sentimento che tutti hanno provato a raccontare nel tempo.

Aspettative, proiezioni, ideali, paure, incompletezza e romanticismo sono dei meri impostori e si nascondono dietro la maschera che tutti chiamiamo amore. Luca, Stefano e Pierfilippo sono coinquilini nei loro trent’anni, alle prese con un sentimento difficile da comprendere, sfuggente ed effettivamente impossibile da definire. Ognuno è consapevole della situazione in cui riversa l’altro ma loro, singolarmente, annaspano per una verità che non riescono ad ottenere.

Michele Giovanni Cesari è Luca, consulente finanziario e maniaco dell’ordine. Non essere amato non gli sta bene, ma ad amare realmente non ci pensa proprio: troppo complicato, troppo difficile, troppo rischioso. Già, perché Luca crede di sapere bene che effetto fa l’amore: ti usa, ti fa sentire inadeguato, ti chiede di cambiare e finisci per perderti e non riconoscerti allo specchio. Meglio farsi amare, pensare a se stessi e poi regalare qualche attenzione. Nel corso della messinscena, Luca sarà costretto ad affrontare le dure prove imposte dal confronto coi sentimenti e a gestire un mondo emozionale più potente di lui.

Marco Palange è Pierfilippo. La sua vita lo ha spinto verso l’elaborazione di un’enorme attenzione per gli altri, a casa, in amore e nel lavoro. Per chi è fatto così, non si tratta di rinunciare ai propri desideri ma di anteporre la felicità degli altri ai propri egoismi: talvolta, questo diventa l’unico modo giusto e possibile di vivere e si fa fatica a scoprire che può esistere un’altra verità. Sarà lo scontro col suo ideale d’amore che permetterà a Pier di capire che nel modo in cui ha vissuto finora c’è qualcosa che non va.

Gian Piero Rotoli è Stefano, un critico cinico e autosufficiente che come tale non chiede mai niente a nessuno, perché non ne ha bisogno; neanche dell’amore. Il suo equilibrio esistenziale è perfetto: attacca gli altri con le sue critiche feroci mentre rimane comodo nella sua posizione. Qualcosa però arriva a interrompere la sua stabilità: Stefano dovrà finalmente affrontare un sentimento reale e l’incontro con Claudia rimetterà in discussione tutto il suo mondo, di cui sembrava essere così profondamente sicuro.

Tre storie, ma soprattutto tre modi diversi di vedere e affrontare l’amore. Ě tutto concentrato su questi tre coinquilini, uniti loro stessi da un sentimento di amicizia e di amore che li porta a convivere e a rispettare i limiti dell’altro. La figura femminile è presente soltanto nei loro racconti. Protagonista è la difficoltà di visualizzare e capire qualcosa che spesso si nasconde dietro a ciò che chiamiamo amore, ma che sovente non ha nulla a che vedere con quel sentimento.

Scritto ed interpretato da

Michele Cesari, Marco Palange, Gian Piero Rotoli

Direzione Scenica: Alessandro Averone ed Emanuela Liverani

Luci di Michele Baronio

Foto di scena Manuela Giusto

Cometa Off

Via Luca della Robbia  47 – Roma

+39 06 57284637

Orario spettacoli: ore 21,00

Costo del biglietto: 12 euro

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi