Tre autrici italiane raccontano il profumo della scrittura a Esxence per la presentazione della nuova essenza al papiro di Nobile 1942 - Oltre le colonne

Tre autrici italiane raccontano il profumo della scrittura a Esxence per la presentazione della nuova essenza al papiro di Nobile 1942

Tre autrici italiane raccontano il profumo della scrittura a Esxence per la presentazione della nuova essenza al papiro di Nobile 1942

Tre autrici italiane raccontano il profumo della scrittura a Esxence per la presentazione della nuova essenza al papiro di Nobile 1942 – “La scrittura è un momento intimo e il profumo legato all’atto dello scrivere attinge ai nostri ricordi gettando la scia sui personaggi che andiamo ad inventare” , per la scrittrice Eliselle, che compone prevalentemente in un luogo appartato che è la sua soffitta questa è la fragranza alla quale riconduce il suo lato creativo: quella dei tomi di carta e il profumo di colla, una amore nato dai grandi libri di storia medievale studiati all’universita. L’autrice del romanzo “La storia di Matilde” ha raccontato di sé,  e del suo lavoro di autrice, durante  la manifestazione Esxence insieme a due colleghe: Marina di Guardo e Manuela Stefani. Per Marina, d’altro canto, il profumo della scrittura riporta all’odore della famiglia, al profumo delle figlie a quello del suo cane. Per Manuela invece è l’odore del Sud, dei viaggi e dell’intenso effluvio di gelsomino. Oggi ad Esxence i protagonisti sono state le parole attraverso il lancio del profumo 1001 di Nobile 1942, una fragranza dedicata alla scrittura.

Scrivere è seduzione, leggere è intimo, raccontare è donna: nessuno come Sherazade può rendere meglio il potere di una narrazione ammaliante, lei che con le sue 1001 storie ha incantato l’uomo che voleva ucciderla.
Proprio dal leggendario “Le mille e una notte” nasce 1001, il nuovo profumo di Nobile 1942 che è stato lanciato in esclusiva durante Esxence il 23 marzo presso The Mall a Milano.
Papiro, rosa e curcuma le note principali che portano indietro nel tempo, essenze millenarie, da secoli ispirazioni olfattive per scrittori e sognatori. Il papiro, dove le prime storie sono state scritte, la curcuma, inchiostro vivido per segni indelebili e la rosa, simbolo poetico per autori innamorati. 

IN questo contesto è stato presentato il libro scritto da Patrizia Finucci Gallo dal titolo “Che profumo ha la tua scrittura” edito da Nobile 1942 che sarà allegato al profumo. Nel volume che è stato regalato ai numerosi partecipanti dove dodici autori parlano di sè e del mestiere di scrivere.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi