Torno, uccido te e i nostri figli poi la faccio finita così staremo assieme per sempre

Torno, uccido te e i nostri figli poi la faccio finita così staremo assieme per sempre. “Torno dalla Germania e uccido te e i nostri figli poi la faccio finita così staremo assieme per sempre”. Questa, una delle ultime minacce che una 46enne romena, residente a Frascati, ha ricevuto dal suo ex marito.  E’ l’ennesima brutta storia fatta di minacce e di terrore. L’incubo della donna è iniziato lo scorso ottobre. Stanca di vivere nel terrore per la sua vita e quella dei suoi figli, la donna si è rivolta ai Carabinieri della Compagnia di Frascati denunciando il suo ex marito per le continue e pesanti minacce. L’uomo, anch’esso un cittadino romeno di 39 anni, che si trova in Germania per motivi di lavoro, non voleva concedere la separazione alla donna da cui aveva avuto due figli. La donna, però, aveva iniziato le pratiche per la separazione ma, al momento della formalizzazione, l’uomo ha iniziato a tempestarla di messaggi dapprima velatamente minacciosi poi sempre più violenti sino alla più terribile delle promesse: “tornerò dalla Germania, ti troverò e ti ucciderò insieme ai nostri figli, poi mi toglierò la vita, così potremo stare insieme nell’aldilà”. La donna, in passato era già stata vittima del marito. Ha, infatti, raccontato ai militari che, una volta, dopo una discussione piuttosto accesa l’uomo l’aveva cosparsa di benzina minacciando di darle fuoco. Quando il Tribunale di Roma, accogliendo le richieste dei Carabinieri di Frascati, nel novembre 2013 ha emesso il provvedimento di carcerazione, l’uomo si è dileguato nel nulla riuscendo così rendere vani i tentativi e le ricerche attivate sia in territorio nazionale che estero, facendo piombare ancor più nel terrore la donna. Nella notte, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Frascati sono riusciti ad intercettare l’uomo e ad ammanettarlo, mettendo così la parola fine all’intera vicenda. Lo stalker è stato portato nel carcere di Regina Coeli dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.