Tornano le Conversazioni sulla cultura nelle terre Adriatiche

Tornano le Conversazioni sulla cultura nelle terre Adriatiche

Tornano le Conversazioni sulla cultura nelle terre Adriatiche – In programma alla Casa del Ricordo fino al 17 maggio 2017 la seconda edizione delle “Conversazioni sulla cultura nelle terre Adriatiche”, ciclo di incontri per affrontare con accademici e specialisti del settore temi di carattere storico d’età contemporanea delle terre Adriatiche orientali, al fine di far conoscere il patrimonio culturale rappresentato dalle comunità di italiani residenti in Croazia e Slovenia tra identità e multiculturalità.

 

Prossimo appuntamento mercoledì 15 Marzo 2017 ore 17.30

Conversazione su Il turismo sui campi di battaglia della Grande Guerra

I quattro incontri, a cura di Ester Capuzzo docente di Storia Contemporanea de La Sapienza Università di Roma, intendono fornire maggiori informazioni e notizie sulla storia, le tradizioni, la cultura, le opere artistiche e letterarie della Venezia Giulia esplorando direttamente quelle terre, protagoniste delle tragedie delle Foibe e dell’Esodo, che oggi non fanno più parte dello Stato italiano.

Gli incontri saranno presentati dalle Associazioni della Casa del Ricordo: l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD) Comitato di Roma e Società di Studi Fiumani.

Le “Conversazioni” sono, parafrasando Fulvio Anzelotti, un modo per «cercare la verità nella storia di un popolo fatto di tante razze che parla tante diverse lingue, che si è arricchito di culti e di culture diverse». (Zara addio, Gorizia, Libreria editrice goriziana, 1990).

L’iniziativa è coordinata e promossa dal Dipartimento Attività Culturali – Direzione Organismi Partecipati e Spazi Culturali di Roma Capitale in collaborazione con le Associazioni della Casa del Ricordo.

 

Ingresso libero.

 

 

PROGRAMMA

 

Mercoledì, 18 Gennaio 2017 ore 17.30

Conversazione su Massoneria e irredentismo tratto da Massoneria e irredentismo. Geografia dell’associazionismo patriottico in Italia tra Otto e Novecento. Trieste, Istituto per la Storia del movimento di liberazione del Friuli-Venezia Giulia, 2015.

 

Relatori:  Carlo Ricotti, LUISS con Lorenzo Salimbeni, giornalista e saggista, Trieste. Sarà presente l’autore Luca G. Manenti, Università degli Studi di Trieste

 

Uno studio che offre un’esauriente mappatura del movimento tra Otto e Novecento, soffermandosi in particolare sui nessi allacciati dai patrioti con il Grande Oriente d’Italia. 

 

Mercoledì 15 Marzo 2017 ore 17.30

Conversazione su Il turismo sui campi di battaglia della Grande Guerra

Relatore: Ester Capuzzo, docente di Storia Contemporanea, Sapienza Università di Roma

 

Il cosiddetto “turismo di guerra” sviluppatosi nella fase finale e negli anni immediatamente successivi alla Grande Guerra come chiave per il rilancio dell’economia europea tra le due guerre mondiali e come forma di costruzione dell’ identità nazionale.

 

Mercoledì 19 Aprile 2017 ore 17.30

Conferenza Il turismo nelle “Nuove Province

Relatore: Ester Capuzzo, docente di Storia Contemporanea, Sapienza Università di Roma

 

Dal moderno turismo elitario dei primi anni del Novecento al fenomeno del turismo popolare esploso durante il Ventennio con destinazione i territori della Venezia Giulia, della Dalmazia e di Fiume.

 

Mercoledì, 17 Maggio 2017 ore 17.30

Conversazione su I divorzi fiumani

Relatore: Ester Capuzzo, Sapienza Università di Roma

 

Da una brillante commedia di due scrittori triestini, Lino Carpinteri e Mariano Faraguna, lo spunto per raccontare la vicende dei divorzi dichiarati a Fiume in base alla vigente legislazione ungherese prima dell’annessione nel 1924 della città all’Italia.

 

Casa del Ricordo

Via di San Teodoro n. 72
Info: Dipertimento Attività Culturali tel. 06 6710 79267 – 79268

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi