Torna “500 parole”, il concorso letterario nazionale di Ostia

Torna “500 parole”, il concorso letterario nazionale di Ostia. Questa edizione è dedicata a Luis Sepùlveda

L’iniziativa, a cura dell’Associazione Spazi all’Arte avrà luogo a partire dal 1 giugno ed è patrocinata dal Municipio X di Roma.

Giunto alla 7a edizione, il concorso è rivolto agli autori che hanno compiuto 16 anni e, come di consueto, propone un tema per lo svolgimento delle proposte letterarie.

“Etica e società”, questo l’argomento scelto da Spazi all’Arte e che prende spunto da una frase del compianto scrittore cileno Luis Sepùlveda, recentemente scomparso: “Solo sognando e restando fedeli ai nostri sogni riusciremo a essere migliori e, se noi saremo migliori, sarà migliore il mondo”. Una citazione tratta dal libro “Storie ribelli”.

Ogni concorrente può partecipare con non più di due racconti inediti, mai pubblicati

e che non superino le 500 parole, racconti scritti in lingua italiana.

Il via per prendere parte al concorso, il 1 giugno 2020 e le iscrizioni con l’invio dei racconti dovranno pervenire entro il 31 agosto compilando il modulo on line sul seguente link:

https://spaziallarte.it/concorso-letterario-nazionale-di-ostia-500-parole/

i racconti saranno sottoposti al giudizio di una giuria di qualità nominata dai promotori del concorso.

Sei i premi in denaro previsti, oltre a targhe ricordo e opere d’arte di autori professionisti.

Con la partecipazione al concorso inoltre si potrà ricevere un attestato ed una copia dell’Antologia che raccoglie tutti i racconti pervenuti.