The antidote, il drink di Stefano Santucci, head barman dell’Hotel Hassler di Roma

The antidote, il drink di Stefano Santucci, head barman dell’Hotel Hassler di Roma

DRINK: THE ANTIDOTE
BARTENDER: Stefano Santucci, head barman dell’Hotel Hassler di Roma

INGREDIENTI:
4 cl Rum Don Papa
4 cl centrifuga mista di pitaya, granadilla, maracuja, rambutan e melograno
1 cl spremuta di lime
1 cl sciroppo di zucchero di canna

Bicchiere: calice coppetta
Garnish: trancio di pitaya rossa

PREPARAZIONE:
Preparare la centrifuga mista di melograno e frutti esotici e versarne 4cl di succo in uno shaker riempito di ghiaccio. Versare la spremuta di lime con lo zucchero di canna e il Rum Don Papa. Shakerare energicamente e versare nel calice a coppetta e aggiungere come decorazione il trancio di pitaya rossa.

ISPIRAZIONE:
Un drink pensato durante e in qualche modo per superare il periodo di COVID-19, ideato da Stefano Santucci, head barman dello storico Hotel Hassler di Roma, che per l’occasione prepara un cocktail “antidoto antivirus”, carico di vitamine C, D, B1, B2 e B3, grazie al centrifugato dei frutti rossi ed esotici. Il tutto accompagnato dal Rum Don Papa, primo rum premium small batch filippino distillato e invecchiato sette anni in botti di quercia americana sull’Isola di Negros occidentale. La grande qualità dello zucchero di canna dell’isola è alla base del finale ricco e profondo di questo rum, distribuito in Italia da Rinaldi1957, con un finale che riporta note di vaniglia, miele e frutta candita.