That’s IT! Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine, la mostra al MAMbo è stata prorogata fino al 6 gennaio

That’s IT! Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine, la mostra al MAMbo è stata prorogata fino al 6 gennaio

That’s IT! Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine, la mostra al MAMbo è stata prorogata fino al 6 gennaio

Prorogata fino al 6 gennaio 2019 la mostra That’s IT! Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine che registra gli esiti più attuali e interessanti della ricerca nella giovane scena artistica italiana.

Bologna, 30 ottobre 2018. Il MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna annuncia che l’apertura di That’s IT! Sull’ultima generazione di artisti in Italia e a un metro e ottanta dal confine, la mostra che fa il punto sulla scena italiana degli artisti millennials, è prorogata dall’11 novembre 2018 al 6 gennaio 2019. That’s IT! (IT come codice dell’Unione Europea che individua la sigla dell’Italia), a cura di Lorenzo Balbi con l’assistenza di Sabrina Samorì e Stefano Vittorini, indaga gli sviluppi più recenti dell’arte nel nostro Paese, attraverso i lavori di 56 tra artisti e collettivi nati dal 1980 in avanti, che esplorano differenti media e linguaggi. Volutamente distante da un concept unitario e monolitico, la mostra intende proporre – in una prospettiva aperta, dialettica e magmatica – interrogativi e possibili letture del concetto di rappresentazione identitaria in chiave contemporanea. Fin dall’inaugurazione, avvenuta lo scorso 20 giugno con il live set Persona di Lorenzo Senni nel Parco del Cavaticcio adiacente al museo, That’s IT! ha mantenuto un’attenzione continuativa da parte della critica specializzata e del pubblico. Nei 113 giorni di apertura, conteggiati fino a domenica 28 ottobre, sono stati 14.139 i visitatori rilevati – di cui oltre 1700 intervenuti solo nei due giorni di preview e opening – con una media giornaliera di oltre 125 visitatori al giorno. Un risultato degno di rilievo che attesta la capacità della proposta espositiva di avvicinare non solo il pubblico strettamente fidelizzato al contemporaneo ma anche visitatori e turisti curiosi di confrontarsi con gli esiti più interessanti della ricerca sperimentata dall’ultima generazione di artisti italiani. La rimodulazione della programmazione espositiva consentirà di inaugurare al MAMbo in concomitanza con l’edizione 2019 di Arte Fiera (1/2/3/4 febbraio) la mostra che vedrà protagonista Mika Rottenberg nella sua prima personale in Italia. L’ambizioso progetto espositivo, che vedrà il museo sostenere la produzione di nuove opere dell’artista di origine argentina in partnership con due importanti istituzioni europee come Bregenz Kunsthaus e Goldsmiths CCA London, costituirà uno degli highlights della prossima art week bolognese, offrendo al numeroso pubblico che ogni anno visita la più longeva fiera dell’arte moderna e contemporanea, un evento artistico di livello internazionale appositamente concepito per gli spazi della Sala delle Ciminiere. Nella giornata di sabato 10 novembre, a partire dalle h 20.00, il progetto espositivo vede una prosecuzione e un ampliamento al Cinema Lumière (Piazzetta Pier Paolo Pasolini, ingresso via Azzo Gardino 65/b), con la proiezione di tre film realizzati da artisti esposti al MAMbo: 1 Frammento 53 di Carlo Gabriele Tribbioli (71′); MALÙ – Lo Stereotipo delle Venere Nera di Invernomuto (30′ 8”); Archipelago di Giulio Squillacciotti (60′ 30”) Gli artisti introdurranno i rispettivi lavori in dialogo con Lorenzo Balbi. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti. L’evento segna il momento conclusivo della quinta edizione del Forum per l’arte contemporanea italiana in programma a Bologna, negli spazi di MAMbo e DAMSLab, che avrà come focus al centro del dibattito la figura e il ruolo dell’artista, approfondendo gli aspetti relativi a formazione, promozione all’estero e posizione nei diversi contesti lavorativi. Il programma di screening proseguirà in novembre e dicembre con altre proiezioni, per esplorare la progressiva contaminazione tra cinema e arte verso un nuovo orizzonte nelle pratiche legate al moving image e la ridefinizione del medium filmico così come è conosciuto.

Informazioni generali: MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna via Don Minzoni 14 | 40121 Bologna – tel. +39 051 6496611 www.mambo-bologna.org – info@mambo-bologna.org

Facebook: MAMboMuseoArteModernaBologna

Twitter: @MAMboBologna

Instagram: @mambobologna

YouTube: MAMbo channel

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi