Teatro Martinitt, una stagione tutta da condividere. Presentazione della Locandina 2014/2015

Mercoledì 28 e giovedì 29 maggio tornano gli ASSAGGI DI STAGIONE, l’originale anteprima che ormai caratterizza la presentazione della stagione di prosa e danza del Teatro Martinitt. Quest’anno a condurre le serate saranno Le Scemette, gruppo di rinomate cabarettiste e attrici televisive come Alessandra Ierse, Nadia Puma, Viviana Porro, che presenteranno in perfetta sintonia con lo spirito leggero e divertente del teatro, i trailer dal vivo delle 11 commedie in cartellone per la Stagione Teatrale 2014/15.

Dopo il grande successo dello scorso anno, con 30.000 spettatori e una soglia di 1600 abbonamenti in sole 4 stagioni, il Teatro Martinitt aprirà le porte per la sua quarta stagione il 25 settembre 2014, per offrire al pubblico milanese una programmazione teatrale contemporanea di prosa, caratterizzata da commedie brillanti contemporanee e di qualità, messe in scena da giovani e talentuose compagnie emergenti, provenienti da tutta Italia.

 

INGRESSO

Prosa: intero 20 euro ridotto 16 euro – Danza: intero 16 euro ridotto 14 euro

ORARIO SPETTACOLI

giovedì e venerdì ore 21 – sabato ore 16.30 e ore 21 – domenica ore 18

BIGLIETTERIA

lunedì a sabato ore 10/20 – domenica chiuso

 

La nuova locandina

 

 

Si alza il sipario su una nuova stagione di risate al Teatro Martinitt e la commedia scende subito in campo. Quello da calcio, ma anche quello della riflessione. Dal 25 settembre al 12 ottobre 2014, dribblando tra situazioni ciniche e grottesche, si va dritto in rete evocando con ironia temi seri della quotidianità.

ATLETICO MINACCIA FOOTBALL CLUBtratto dall’omonimo romanzo di Marco Marsullo, adattato e diretto da Fabrizio Bancale, con Giovanni Esposito, Francesco Procopio, Susy Del Giudice e Mela Esposito, ironizza con sguardo cinico e grottesco sul mondo del calcio e in particolare quello delle serie minori, ma anche su tematiche trasversali come il lavoro precario, la difficile vita in provincia, i rapporti familiari sempre in provvisorio equilibrio, i compromessi, l’orgoglio personale… La stagione 2014/2015 del Teatro Martinitt si apre con una colorata panoramica sui vizi e le virtù dei nostri tempi, all’insegna dell’ironia e del divertimento.

 

 

Dal 16 ottobre al 2 novembre 2014, sul palco del Teatro Martinitt va in scena una commedia degli equivoci che tra risate, allusioni e scambi di ruoli insinua una riflessione importante sul tema dell’identità. E non solo quella sessuale…

PRENDO IN PRESTITO TUA MOGLIEscritta e diretta da Luca Franco, con Roberta Scardola, Daniele Locci, Marco Russo, Emiliano Lana, Filippo Valastro e Monica Falconi è solo apparentemente una commedia di equivoci. Tra risate, allusioni e ambiguità il tema vero si fa largo e di equivoci non ne lascia proprio: che cosa significa davvero essere uomo? E’ una questione di scelte sessuali o di coerenza con le proprie scelte, indipendentemente da quali queste siano? Un figlio, preoccupato del giudizio del padre, non considera nemmeno l’eventualità di deluderlo proprio per non aver saputo affrontare e difendere la propria identità.

 

 

Tante risate e un pizzico di amarezza dal 6 al 23 novembre 2014 sul palco del Teatro Martinitt. Dietro la saracinesca ormai chiusa di un salone di bellezza, vanno in scena le riflessioni e personali ritorsioni dei due titolari, che vedono polverizzarsi come nuvole di cipria i loro sogni. E se ne addossano reciprocamente la colpa.

Tanto tempo speso a dispensar bellezza con creme costose, trattamenti innovativi, magistrali colpi di spazzola, make-up d’artista… e all’improvviso più nulla. Solo il rancore che, al contrario, abbruttisce, che avvelena le esistenze. Come quelle di due visagisti dalle glorie ormai tramontate, che vedono tramontare anche il proprio rapporto. “VELENO, IO DI TE FACCIO A MENOscritta e diretta da Roberto D’Alessandro, con Roberto D’Alessandro ed Enzo Casertano, è una commedia davvero spassosa e al tempo stesso profonda, in perfetto stile D’Alessandro, che conduce a colpi di risate dietro le quinte di un salone di bellezza, ma anche della vita. 

 

 Sotto i riflettori del Teatro Martinitt ancora risate impegnate, ma non troppo. Dal 27 novembre al 14 dicembre 2014, uno scenario grottesco e in qualche modo apocalittico che ci proietta, extracomunitari noi, nell’Africa del futuro. I ruoli si invertono, le domande si capovolgono ma le risposte –quelle giuste- restano sempre le stesse.

Continente nero, anno 2031. Il mondo infine è andato a gambe all’aria. Ruoli ed equilibri economici si sono capovolti. In una sorta di “ritorno al futuro” la crisi petrolifera già in corso ai giorni nostri degenera e lo scenario si delinea inquietante. Tocca a noi occidentali sbarcare sulle coste dell’Africa, diventata la terra promessa, in cerca della fortuna ormai sperperata in patria. “CLANDESTINIscritta da Gianni Clementi, diretta da Vanessa Gasbarri e con Marco Cavallaro, Alessandro Salvatori, Andrea Perrozzi e Antonia Renzella, è uno spettacolo che travolge e coinvolge, una commedia contemporaneamente rivelatrice, emozionante ed esilarante perché in fondo non c’è nulla di più divertente nella vita, che la vita stessa. Finché si fa per ridere… 

 

Questo giovane teatro dai grandi numeri (30.000 spettatori lo scorso anno e già 1600 abbonamenti in sole 4 stagioni) crede davvero nei nuovi talenti di casa nostra, tanto da aver indetto il Concorso Una commedia in cerca di autori®” dedicato ad autori tra i 18 e i 40 anni, residenti in Lombardia. Giunto con successo alla seconda edizione, è realizzato grazie al contributo alla collaborazione tra Teatro Martinitt di Milano, Teatro Cristallo di Cesano Boscone, Sala Argentia di Gorgonzola, Teatro San Luigi di Concorezzo, Teatro San Rocco di Seregno, Teatro Ideal di Varedo, Teatro Manzoni di Busto Arsizio, Teatro de’ Servi di Roma.

Il concorso è stato patrocinato da Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano, S.I.A.E., Università degli studi di Milano, Università degli Studi di Bergamo, Università Cattolica del Sacro Cuore. Quest’anno hanno aderito al progetto anche l’UTIM Uffici Teatrali Italiani Milano e le agenzie di distribuzione “Consulenze Teatrali” e “Inteatro”.

A vincere il concorso è stato Giuseppe Della Misericordia, prolifico autore di Varese, alla sua prima commedia.  Ad andare in scena dal 18 dicembre 2014 al 4 gennaio 2015 è TI PRESENTO PAPA’ scritta appunto da Giuseppe Della Misericordia, diretta da Roberto Marafante e con cast da definire. Una storia di finzioni e tradimenti, prima di tutto nei confronti di noi stessi e solo poi di chi amiamo.Una riflessione esasperata sulle contraddizioni della famiglia e della coppia nella società contemporanea. A lieto fine però.

 

Altro tema toccante e “scottante” sul palco del Teatro Martinitt, da cui si guarda alla vita con ironia e ogni pretesto per ridere è il benvenuto. Dall’8 al 25 gennaio 2015 va in scena l’attualità, con una commedia esilarante che parte dalla fecondazione assistita per parlare di sogni, obiettivi, determinazione, compromessi e naturalmente di coppia. Perché, quando la strada è tortuosa, è facile perder la via… E se stessi.

Lanciarsi insieme, mano nella mano, forti del proprio amore, in un’avventura difficile. Certi di farcela. Poi, però, il viaggio si fa lungo, tortuoso, pieno di ostacoli e incidenti di percorso… La determinazione vacilla e la coppia pure. Chi non è disposto al sacrificio per mettere al mondo un figlio che non viene da sé? Ma a lungo andare il sacrificio sfinisce, confonde, allontana e si può perdere di vista l’obiettivo ultimo: dare amore. L’amore ipotetico per un esserino che ancora non c’è vale il sacrificio di un amore che già c’è? La ricerca della felicità della maternità vale l’infelicità di una vita spesa dietro a un’ossessione? Se anche non possono impollinare, i fiori non sono belli in quanto tali? L’importante, in fondo, non è condividere lo stesso prato? Domande a cui solo la coscienza di ognuno può dare risposta. Ma intanto ridiamoci sopra con UNA COPPIA IN PROVETTAuna commedia scritta da Gianluca Tocci, diretta da Gianni Corsi e con Federico Tocci, Alessandra Della Guardia, Maria Vittoria Argenti e Urbano Lione.

 

 

Ricci e capricci sul palcoscenico del Teatro Martinitt dal 29 gennaio al 15 febbraio 2015… Le luci della ribalta sono quelle di un salone di bellezza per vip, dove vanno in scena pettegolezzi, umane ipocrisie e cattiverie gratuite. Di cui ridere a crepapelle. Perché in fondo, la miglior cura di bellezza è un sorriso…

UN DIAVOLO PER CAPELLO” scritta da Cinzia Berni e Roberto Marafante, diretta da Roberto Marafante, con Cinzia Berni e cast da definire, una commedia divertentissima, a tratti un po’ acidula e molto, molto ironica che si spende immortalando chi vorrebbe essere immortale e si affanna a curare non solo l’aspetto fisico ma anche la propria reputazione. Il risultato è catastrofico perché anche le esistenze più belle, raffinate e ricche nascondono un sommerso di piccole, grandi tragedie. Gossip incontrollati, commenti corrosivi e malignità infuocate inceneriscono in un attimo l’effetto di shampoo, colpi di sole e messe in piega, restituendo con affilate sforbiciate (almeno di lingua) ognuno di noi alla sua realtà.

 

 

Dal 19 febbraio all’8 marzo 2015 fruscìo di sottogonne e atmosfere elisabettiane per una spassosa parodia del classico “Piccole donne” di Mary Alcott, firmata dall’estro pungente e dissacrante di Alessandro Fullin. Tutti uomini gli interpreti, tranne una: al pubblico individuarla. Ma non sarà facile, in una gara a chi è più donna.

“Infeltrimento teatrale di un classico della letteratura americana”. Così l’autore, volto noto della tv e della comicità, ha definito la sua commedia. E infatti il copione è liberamente tratto da “Little women” di Mary Alcott, di cui propone una rilettura tagliente e ironica. Un classico imprescindibile per le giovani donne almeno fino agli anni ’60, il romanzo originale è un affresco dell’America pioniera e puritana del XIX secolo che qui Fullin, senza paura di osare, contamina con riferimenti all’epoca moderna. PICCOLE GONNE” è una commedia scritta, diretta e interpretata da Alessandro Fullin, con Sergio Cavallaro, Simone Faraon, Mario Contenti, Ivan Fornaro, Francesca Ardesi e Paolo Mazzini, nella più schietta tradizione elisabettiana, vede in scena solo attori uomini, con un’unica eccezione. Il pubblico non creda però che sia facile individuare l’intrusa perché su questo palco nessuno lascerà nulla di intentato per esprimere la propria femminilità…

 

Una commedia in famiglia, per le famiglie. Sempre all’insegna delle risate, al Teatro Martinitt – dal 12 al 29 marzo 2015 – sono protagonisti i genitori di oggi, le cui vite sono tutte spese ad accompagnare i figli nel loro volo fuori dal nido. Ma se il vento cambia e i pargoli tornano indietro? Riflessioni ironiche e un po’ amare su un mestiere senza fine.

“Ricordati che questa è sempre casa tua”. E se i figli, ormai grandi e armati di sogni e buone intenzioni per una vita propria in totale autonomia, ci prendessero sul serio? Uno spettacolo agrodolce di grande attualità che mette sul piatto gli incerti del difficile mestiere di genitore, tra figli “bamboccioni”, congiunture avverse e conti fatti senza l’oste.QUESTI FIGLI AMATISSIMI” scritto da Roberta Skerl, diretta da Silvio Giordano e con Pietro Longhi, Edy Angelillo, Danilo Celli e Carmen Di Marzo, è una commedia frizzante per famiglie dove c’è davvero di tutto: amore, risate, imprevisti, situazioni comiche e nevrosi quotidiane.

 

 

Dal 2 al 19 aprile 2015, sul palco del Teatro Martinitt va in scena la bigamia, come “garanzia”. Per esser certa di trovare tutto quello che le serve nel matrimonio, la protagonista si mette al sicuro con un doppio matrimonio. Si possono amare due persone contemporaneamente? Forse si, ma sposarle no. Almeno per la legge…

Nell’era delle separazioni facili, di partner che rimpiangono lo status di single, di sposi e spose che ne hanno abbastanza del matrimonio, c’è una voce fuori dal coro, che di un marito solo non si accontenta. E’ quella della protagonista di questa commedia divertente, che gioca sul tema della bigamia per indagare la complessità dell’amore ed esplorare le difficoltà della sua piena realizzazione. “NON C’E’ DUE SENZA TE”, una commedia scritta e diretta da Toni Fornari, con Claudia Campagnola, Marco Morandi, Carlotta Proietti e Matteo Vacca, è uno spettacolo che è intrattenimento ma anche provocazione e riflessione.

 

 

Degno finale al Teatro Martinitt per una stagione che ha declinato, sempre con ironia e sagacia, l’amore in tutte le sue possibili forme e implicazioni. Una commedia più che degli equivoci, dell’equivoco: un errore provvidenziale che ridona speranza in tempi precari. In scena dal 23 aprile al 10 maggio 2015.  

Chi cerca trova, dicono. Ma nella realtà, e anche sul palco, sembra che il meglio arrivi proprio quando non lo cerchi. Il Teatro Martinitt ha voluto chiudere così, con una nota di speranza e un carico di sana ironia, la sua fortunata stagione all’insegna di commedie brillanti e comiche sempre dedicate alle emozioni e ai sentimenti. Dopo rapporti di coppia, d’amicizia, tra colleghi, tra genitori e figli e tra esseri umani in genere ecco approdare sul palco Marco Cavallaro, Claudia Ferri e Marco Maria Della Vecchia in “THAT’S AMORE” scritta e diretta da Marco Cavallaro, un rapporto d’amore ancora tutto da inventare, inatteso e fresco, che nasce dove e quando meno te l’aspetti, che prima disorienta e poi travolge. Che insegna, insomma, che tutto può accadere, senza mediazione e persino con la mediazione sbagliata, con tutto il carico di ottimismo che questa riflessione porta con sé.