Teatro Due Roma, i debutti della settimana di fine ottobre

Teatro Due Roma, i debutti della settimana di fine ottobre

Teatro Due Roma, i debutti della settimana di fine ottobre – Teatro Due Roma teatro stabile d’essai, “NON ABBONATEVI… SCEGLIETECI!” – guardate il “trailer” della nostra stagione

 

II Edizione della rassegna  “Sguardi S-velati:punti di vista al femminile”, i debutti della prossima settimana

Dal 25 al 27 ottobre 2011

Tavole da Palcoscenico presenta

L’incoronata con Mariangela D’Amora di Emanuele Tirelli regia di Iolanda Salvato

info: http://teatrodueroma.wordpress.com/2011/10/21/lincoronata-dal-25-al-27-ottobre-2011-%e2%80%93-sguardi-s-velati-ii-edizione/

Napoli, Piazza Carità, Palazzo Mastelloni.

Nella notte tra il 9 e il 10 settembre, il fantasma di Luisa Sanfelice appare in compagnia di sua madre per consumare la vendetta nei confronti di Ferdinando di Borbone. Il re, accanito contro di lei, l’ha condannata a morte rifiutandole la grazia chiesta dagli stessi reali napoletani. Incoronata madre della patria, rea di stato e fedifraga, Luisa ha salvato momentaneamente la Repubblica Napoletana del 1799 dalla congiura dei Baccher e, per questo suo sgarro, è salita al patibolo mentre parte dei suoi amici riusciva a ottenere l’esilio. Troppo parlata, poco conosciuta, molto invidiata: una donna innamorata della vita e della speranza, adesso fantasma ossessionato da Ferdinando che attende di liberarsi dal tormento attraverso l’assassinio. Luisa Molina Sanfelice è “L’Incoronata”. Fantasma di se stessa, solo la definitiva esplosione di collera l’accompagnerà verso la liberazione dall’ossessione, mentre la comicità riuscirà spesso e volentieri a fare un sol boccone del “tragico”. Stavolta, l’incanto è quello della liberazione, dell’ascolto: è solo quando tutto è finito che tutto può iniziare davvero.

La compagnia Tavole da Palcoscenico è di recentissima formazione . Nasce per programmare ufficialmente il lavoro di un gruppo di professionisti che già da anni operano in sinergia facendo rivivere un teatro “dal gusto un po’ antico” fondato sull’idea della compagnia e non del “commercio”.

 

La regista Iolanda Salvato – già all’opera al fianco di registi come Cappuccio, Pugliese, Baldi ed attori come Imparato, Herlitzka, Lello Arena, Erica Blanc – ha amato e abbracciato questo progetto decidendo di portare in scena Mariangela D’Amora, attrice che vanta esperienze di studio e lavoro al fianco di alcuni dei maggiori registi e attori italiani come Lavia, Albertazzi, Melato, Adinolfi, Bonavera, Santagata, Moscato, Ghersi, Monetta e Paliotti. Il punto di partenza è il testo di Emanuele Tirelli, anch’egli tra i primi promotori di Tavole da Palcoscenico.

 

 

Dal 28 al 30 ottobre 2011

Intergea presenta Nel Nome del Padre di e con Terry Paternoster regia di Domenico Laddaga

info e promo video: http://teatrodueroma.wordpress.com/2011/10/23/nel-nome-del-padre-dal-28-al-30-ottobre-2011-sguardi-s-velati-ii-edizione/

Primi anni Sessanta. Dopo la morte prematura del padre, Carmela trascorre la sua adolescenza con una madre frustrata e severa. Gli anni passano e Carmela, ventisette anni, viene sedotta e violentata da un giovane forestiero. Condizionata dai pettegolezzi di paese, si convince che denunciare quell’uomo potrebbe risultare sconveniente. E così la violenza subita si trasforma improvvisamente in una “buona occasione” per prendere marito. Il matrimonio di Carmela si rivela però un fallimento e la nascita della piccola Lucia non migliora le cose. La bambina troppo presto imparerà a capire la differenza fra il bene e il male “ma certe cose non si possono dimenticare…”

 

INTERGEA, nata nel ‘97, si occupa di progettazione, produzione e gestione di progetti teatrali (Nel nome del padre, Amore e Psiche, Libertà è partecipazione, Closer, Donna de Paradiso), musicali (Francesco Sossio Sacchetti, Michele Giuliani) e cinematografici (La misteriosa fiamma della regina Loana, L’ascensore, Roots, Non credea mirarti, Uno di noi, Il cielo non cade, Genesi).

Terry Paternoster dopo il Diploma d’Arte Drammatica si laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo – Teatro e Arti Performative – alla Sapienza di Roma. Inizia la sua carriera professionale occupandosi principalmente di teatro. Riceve numerosi riconoscimenti come migliore attrice. Fra gli ultimi: Premio Radio RAI Microfono di Cristallo; Premio Imola per il Teatro, Chiave d’Argento consegnata dal presidente di giuria Roberto Herlitzka; Premio “In Breve” Teatro Puccini di Firenze. Nel 2010 con “Nel nome del padre” è finalista al Premio Calcante per la Drammaturgia (Siad). Nel 2011 pubblica con Arduino Sacco Editore “Lo Pozzo Magico”.

Domenico Laddaga, attore e regista. Dopo il diploma d’Arte Drammatica fonda, insieme ad altri giovani attori e sotto la guida del maestro Vito Cipolla (allievo di Orazio Costa) la compagnia teatrale “Le Vignacce” con la quale gestisce il Teatro “Maurizio Fiorani” di Canale Monterano.Firma la prima regia in uno spettacolo dedicato a Giorgio Gaber e continua da allora la sua carriera in teatro e nel cinema.

 

Biglietti: 12€ intero, 10€ ridotto.

 

Conservando il biglietto dello spettacolo in programma ed esibendolo prima dell’acquisto si ha diritto all’ingresso ridotto per gli altri spettacoli in rassegna.

 

Riduzioni: Over 65/Under 26,  Studenti universitari (previa esibizione di un documento attestante l’iscrizione per l’anno in corso), Gruppi oltre le 10 persone.

 

CIRCUITI CONVENZIONATI:  CARTA PER DUE, BIBLIOCARD, CARTA GIOVANI, MArteCard, ROMA PASS, Ass. Cult. “ArteSenzaTempo”, Ass. Cult. “Gocce di Arte”, Ass. Cult. “INSIEME PER IL TRULLO”, OFFICINA TEATRO XI, INTER CLUB, CTS (Centro Turistico Studentesco), ISIC  (International Student Identity Card Association), LAZIO SERVICES, AGENZIA DEL TERRITORIO, SIL (Società Delle Letterate), INFO.ROMA.IT, ISTITUTO DI CULTURA RUSSA, ASSOINTESA, FONDERIA DELLE ARTI.

CRAL E DOPOLAVORO: BANCA INTESA, ENI, FIMMG (Fed. It. Medici di Famiglia), DOPO LAVORO FERROVIARIO, Dipendenti ZETEMA-Progetto Cultura, ALLIANZ, CGIL, Associazione Nazionale POLIZIA DI STATO.

 

 

Per poter usufruire delle riduzioni è obbligatorio presentare, prima dell’emissione del biglietto, un documento che attesti l’appartenenza ad una delle categorie per le quali ne è prevista l’applicazione.

 

I biglietti stampati non potranno essere sostituiti ne rimborsati.

 

 

Il diritto di prenotazione è valido fino a un quarto d’ora dall’inizio dello spettacolo, i biglietti non ritirati saranno quindi rimessi in vendita.

 

 

Teatro Due Roma teatro stabile d’essai – Vicolo due Macelli, 37 (M Piazza di Spagna)                   Tel. 06/6788.259 – fax 06/6793.349

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi