Swing Breath: il nuovo disco di Andrea Sicurella ricordando Django Reinhardt

Aria che diventa musica, musica che diventa swing sulle tracce gitane di Django Reinhardt (1910 -1953), il primo musicista europeo che accolse e trasformò il jazz americano: “Swing Breath” è il nuovo progetto discografico del chitarrista, clarinettista e saxofonista torinese Andrea Sicurella, prodotto da Dodicilune nella collana editoriale Wysiwyg e distribuito dal 15 giugno in Italia e all’estero da Ird e nei migliori store on line da Believe.

Accompagnato dal trombettista Eugenio Pane, dal chitarrista Federico Fiore e da Ivan Appino Jino Touche, che si alternano al contrabbasso, Sicurella propone nove brani. Otto sono composizioni del repertorio di Django Reinhardt: cinque scritte direttamente dal musicista francese (“Swing guitars”, “Django’s dream”, “Dinette”, “Anouman” e “Minor swing”, composta con Stéphane Grappelli) e tre opera di Josef Myrow (“Blue drag”), Isham Jones (“I’ll see you in my dreams”), Paul Durand (“Seul ce soir”) ma proposte nella lettura reinhardtiana. Il disco si conclude con il celebre tema “Swing valse” di Gus V iseur e Pierre Ferret.

Swing Breath” sarà presentato ufficialmente giovedì 17 giugno (ore 21:15 – ingresso libero  info e prenotazioni 3271126230) con un concerto al Lambìc di Torino (Via Tommaso Agudio).

«Da qualche anno suono il clarinetto con diversi gruppi che propongono la musica di Django Reinhardt, un musicista straordinario di cui ho approfondito la conoscenza anche grazie ad un festival dedicato al jazz manouche organizzato anni fa a Torino, che ha permesso a molti appassionati musicisti e non, di incontrarsi», sottolinea Sicurella. «Con questo lavoro ho semplicemente provato a dare un’ altra voce alla sua musica reinterpretando con il clarinetto alcune sue celebri improvvisazioni e quelle dei musicisti (Stéphane Grappelli al violino; Hubert Rostaing, Gérard Lévêque e Maurice Meuniere al clarinetto) con cui ha collaborato nel Quintette du Hot Club de France. Un modo diverso per sentire la musicalità e l’originalità di questo grande musicista, considerando anche l’ambiente musicale che lo circondava, curiosando e divagando oltre le corde e il virtuosismo chitarristico».

Chitarrista, clarinettista e saxofonista torinese, Andrea Sicurella dal 1995 suona il sax in gruppi jazz e folk. Nel 2001 si diploma in chitarra e si esibisce in concerti di musica classica e sudamericana. Dal 2007 fa parte di Banda Elastica Pellizza (canzone d’autore, pop-folk, Targa Tenco – Siae2008) con cui incide tre Ep e partecipa a dirette radi ofoniche e concerti in teatri, club e festival di tutta Italia. Dal 2015 collabora come clarinettista con diverse formazioni swing e jazz manouche.

L’etichetta Dodicilune, fondata da Gabriele Rampino e Maurizio Bizzochetti è attiva dal 1996 e dispone di un catalogo di quasi 300 produzioni di artisti italiani e stranieri. Distribuiti nei negozi in Italia e all’estero da IRD, i dischi Dodicilune possono essere acquistati anche online, ascoltati e scaricati sulle maggiori piattaforme del mondo grazie a Believe Digital.

Info e contatti
Facebook.com/dodicilune – Instagram.com/dodicilune
Youtube.com (DodiciluneRecords)
www.dodiciluneshop.it
www.ijm.it