Swami e la bellezza delle diversità che ci caratterizzano

E’ uscito “NON SIAMO TUTTI UGUALI” (The Web Engine), il nuovo singolo di SWAMI.

E no, non siamo tutti uguali e per fortuna che è così […] Se fossimo tutti sulla stessa barca, andrebbe a fondo”: così canta SWAMI nel suo nuovo singolo, un vero e proprio inno alla libertà di essere esattamente ciò che siamo, ma anche una benedizione funky di tutte le stranezze che ci rendono unici e, al contempo, ci connettono profondamente agli altri.

Il videoclip ufficiale di “Non siamo tutti uguali”, diretto da Andrea Fazzino, si fa trasposizione visiva del concept del brano: all’inizio del video i volti dei soggetti che appaiono sono sfocati, indistinguibili gli uni dagli altri, ma nella sequenza finale di immagini la situazione si ribalta, sottolineando con forza tutto ciò che rende un individuo unico al mondo.

Ecco la nostra intervista

C’è una differenza tra la Swami della quotidianità e quella musicale?

In realtà no, entrambe le cose vanno di pari passo. Vivo la musica come stile di vita quindi la mia personalità artistica corrisponde quasi perfettamente alla Swami della quotidianità.
Come nascono i tuoi brani?

I miei brani nascono dall’esigenza di dire le mie idee, i miei pensieri ed i miei punti di vista nella maniera più personale possibile. Prevalentemente, però, prendono vita nei momenti in cui sento la necessità di gettare fuori tutto ciò che tengo dentro da troppo tempo.

Cosa desideri comunicare con il tuo nuovo singolo, “Non Siamo Tutti Uguali”?

Il messaggio di “Non siamo tutti uguali” nasce proprio dal titolo stesso. Con questo brano ho esposto il mio punto di vista sulla società d’oggi. Io credo che sia una fortuna quella di non essere tutti uguali e sono fermamente convinta che la nostra bellezza stia proprio in questo, nelle nostre diversità le quali, in realtà, non fanno altro che caratterizzarci e distinguerci.

Come risponderesti a una proposta di un live su qualche piattaforma online?

Sicuramente il live in streaming non sarà mai paragonabile ad un vero e proprio live. I musicisti, i cantanti, più in generale gli artisti sentono la necessità di percepire la presenza e il calore del pubblico che ascolta. Inevitabilmente, però, è un’ottima soluzione dato il periodo storico in cui ci troviamo.

Facebook: https://www.facebook.com/swamisings
Instagram: https://www.instagram.com/swamiofficial_/?hl=it