Supersonic bus è l’ep d’esordio della band omonima veneta

Supersonic Bus, band veneta composta da Andrea Basso, Giacomo Piatto, Damiano Bizzotto e Cristiano Dionello fa il suo esordio nel mondo della musica indipendente con l’omonimo ep.

L’ep è stato anticipato singolo accompagnato dal videoclip di “Bomb in the Meadow” in anteprima il 15 Febbraio 2022 su MIE Musica Italiana Emergente (mieonline.it).

Bomb in the Meadow, il videoclip ufficiale

Parlando della canzone, la band ha voluto sottolineare l’importanza della profondità del brano: “Questo è il brano che affronta tematiche più profonde rispetto agli altri e che sono contenuti nel nostro lavoro discografico d’esordio. È un’analisi della visione che chiunque di noi ha della propria vita: ognuno di noi vive la sua vita come se fosse il personaggio principale.
Ma se si osserva la storia,ci sono state tante persone prima di noi di cui non sappiamo nulla e non ci rendiamo conto che dopo di noi ci saranno persone che probabilmente non sapranno nulla di noi.
Ricordiamoci che la nostra vita, per quanto possa essere per noi importante, è comunque una piccola goccia d’acqua in un oceano gigantesco”

L’ep dei Supersonic Bus è su Spotify

Supersonic Bus, l’ep della band veneta: esperienze sonore che si incontrano 

L’ep omonimo dei Supersonic Bus è il frutto delle esperienze passate di ogni componente della band, delle loro influenze sonore e della musica che ascoltavano e che ha fatto la storia.

Oltre ad un sound avvolgente, la band veneta riesce a non trascurare ed anzi ad esaltare i testi che raccontano episodi di vita vissuta da ognuno di noi, dalle fragilità e di come la persona amata può diventare  un porto sicuro (Love in my live) o dalla ricerca della speranza, una luce nell’oscurità che ci ha avvolto nel 2020 come in “Tomorrow (will change us)”.

La vita ed il suo motore, la speranza che va oltre i rapporti umani, la band riesce ad esaltare l’esame introspettivo così come nel singolo che ha anticipato l’ep “Bomb in the meadow” in cui ci si sente piccoli non solo ai cospetti del nostro pianeta ma nel tempo che trascorre impetuoso prima e dopo di noi.