Spacciatori, finti turisti e ladri nella rete dei carabinieri

Spacciatori, finti turisti e ladri nella rete dei carabinieri – Droga al Pigneto – 3 arresti dei carabinieri in poche ore

Roma – Continua senza tregua l’impegno dei militari del Gruppo Carabinieri di Roma per fronteggiare lo spaccio di droga e ogni forma di degrado e illegalità nella Capitale. Il quartiere particolarmente attenzionato dai controlli messi in atto dai Carabinieri della Compagnia di Roma Piazza Dante è senza dubbio quello multietnico del Pigneto. Solo nelle ultime ore sono stati 3 i pusher arrestati dai Carabinieri. Si tratta di un algerino di 28 anni, un tunisino di 42 e un egiziano di 38 anni, sorpresi in distinte operazioni mentre spacciavano dosi di droga. Il primo è stato fermato in via Macerata mentre stava passando una dose di eroina ad un tossico romano. Il secondo è stato scoperto in via Ascoli Piceno, mentre cedeva 2 dosi di marijuana ad un adolescente. Il terzo arrestato è stato sorpreso in via Caltanissetta mentre cedeva dell’hashish ad un ragazzo straniero. In totale, nel corso delle tre operazioni sono stati sequestrati: 1 g di eroina; 100 g di marijuana; 30 g di hashish. I tre acquirenti sono stati segnalati al Prefetto di Roma,

 

Carabinieri arrestano finto turista che derubava quelli veri

 

Roma – I Carabinieri del Comando Piazza Venezia, coadiuvati dai militari della Stazione Roma Macao, hanno arrestato un 39enne peruviano, sorpreso ad alleggerire un turista israeliano del suo I-Phone, alla fermata degli autobus di Piazza dei Cinquecento.

Il “manolesta”, con diversi precedenti per furto, “armato” di occhiali da sole, cartina e zainetto, si è avvicinato all’ignaro turista e gli ha sfilato dalla tasca dei pantaloni il suo telefono cellulare di ultima generazione. Il tutto, però, sotto lo sguardo attento dei Carabinieri che non si sono fatti ingannare dal suo look vacanziero e, pertanto, non lo hanno perso di vista un attimo fino ad acciuffarlo su un autobus di linea proprio mentre lui, accortosi di essere stato “tanato”, si stava liberando del cellulare, gettandolo sotto un sedile. Il peruviano è stato accompagnato in caserma e arrestato con l’accusa di furto aggravato. Sarà giudicato con rito direttissimo.

 

 

 

Capena – Carabinieri arrestano cittadino del Gambia per droga

 

Capena (Rm): Anche ieri, i Carabinieri della Stazione di Montelibretti, nel tardo pomeriggio, hanno eseguito un altro arresto per droga. Si tratta di un cittadino del Gambia,. J. L., 33enne. Lo straniero, a seguito di un mirato servizio di osservazione pedinamento e controllo, è stato controllato dai militari e trovato in possesso di 2 g di marijuana che stava cedendo ad un italiano allontanatosi a bordo di uno scooter. Il pusher, peraltro, aveva con se oltre 1.000 euro in contanti, palese provento della sua illecita attività. L’arrestato, già ospite del Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Castelnuovo di Porto, è stato associato presso il carcere “Rebibbia” di Roma, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Tivoli.

 

Ladri in azione nei negozi del centro. 4 cittadini dell’est arrestati dai carabinieri.

 

 

RomaQuattro ragazzi dell’est, di età compresa tra i 21 ed i 33 anni, sono stati arrestati, ieri sera, dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina per aver tentato di rubare della merce da un noto negozio di Via del Tritone. Tutti insieme sono entrati nel negozio ed hanno iniziato a svuotare gli scaffali, caricandosi di profumi delle migliori griffe, disattivando il relativo dispositivo anti-taccheggio. Il vigilante, insospettito dagli strani movimenti dei quattro, ha chiamato i Carabinieri. I militari, immediatamente intervenuti nell’esercizio commerciale, hanno bloccato i giovani trovandoli in possesso della merce rubata. I ladri, sono stati accompagnati in caserma con l’accusa di tentato furto in concorso, in attesa del rito direttissimo mentre la refurtiva, del valore di qualche centinaia di euro,  è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.

 

Montagnola – Rubavano nelle auto in sosta. i carabinieri mettono fine all’attivita’ di una banda di bosniaci

 

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma nel corso dei normali servizi di controllo del territorio, hanno bloccato, ieri sera durante l’ora di cena, una banda composta da 3 giovani “topi” d’auto di 18, 20 e 32 anni, tutti bosniaci, domiciliati presso il campo nomadi di Via Pontina. I militari hanno notato i tre mentre si allontanavano frettolosamente a bordo della loro autovettura in Via Caduti della Montagnola dopo aver rubato da due auto in sosta, in via Accademia degli Agiati e via dell’Accademia Peloritana. La perquisizione del mezzo su cui viaggiavano ha consentito ai Carabinieri di rinvenire tutti gli oggetti trafugati oltre ad alcuni attrezzi utili per lo scasso. Subito dopo, gli arrestati sono stati portati in caserma, in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo, mentre gli oggetti rinvenuti sono stati riconsegnati ai proprietari dei veicoli avvisati dai Carabinieri. La ford focus è stata sequestrata.

 

 

 

Scoperta baby gang specializzata in furti sulle auto. Due minori arrestati e due denunciati

 

 

Ostia: un’importante operazione finalizzata a reprimere il fenomeno dei furti sulle auto in sosta sul lungomare di Ostia, è stata portata a segno ieri mattina dai Carabinieri della locale Compagnia.

A seguito di alcune segnalazioni di furti su auto, commessi soprattutto nelle ore diurne sul lungomare di Ostia, i carabinieri hanno intensificato i controlli nella zona con personale in divisa e in borghese fino a che, ieri mattina, 4 minorenni sono stati sorpresi in flagranza proprio mentre stavano portando a segno l’ennesimo “colpo” su due auto in sosta, in prossimità del porto turistico.

Quattro nomadi di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, uno dei quali già gravato da precedenti penali, domiciliati nel campo di via Luigi Candoni, con mirabile maestria, nel giro di pochi secondi hanno individuato gli obbiettivi e, appena sicuri di passare inosservati, due di essi hanno infranto i vetri, si sono introdotti nelle auto facendo razzia, gli altri due complici invece, hanno monitorato la zona, pronti ad avvertire i correi della presenza di un eventuale pericolo. I quattro giovani sono stati bloccati e condotti in caserma: due di essi sono stati dichiarati in stato di arresto con l’accusa di tentato furto su autovettura mentre, gli altri due ragazzini, per via della loro tenera età, sono considerati “non imputabili” pertanto, per loro, è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica Minorile per lo stesso reato; successivamente sono stati affidati ai rispettivi genitori.

 

Botte da orbi sul Lungotevere. I carabinieri arrestano 5 giovani e ne denunciano uno per rissa aggravata .

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma San Pietro sono intervenuti nella notte per sedare una furibonda lite scoppiata tra 6 giovani, di cui 2 cittadini italiani, 3 degli Stati Uniti e 1 della Guinea, di età compresa tra i 21 ed i 23 anni.  Cinque di questi sono stati arrestati ed uno denunciato, con l’accusa di rissa aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. L’episodio è accaduto su Lungotevere Castello, nei pressi di Castel Sant’Angelo. I 6 dopo aver acceso tra loro un diverbio per futili motivi, hanno dato vita ad una furibonda rissa a suon di calci e pugni che poteva avere conseguenze peggiori. Su richiesta di alcuni passanti che hanno chiamato il 112, sono intervenuti i Carabinieri. Alla vista dei militari, i giovani si sono avventati contro, ma sono stati bloccati dopo poco grazie anche ad altre pattuglie sopraggiunte. Una volta sedata la zuffa, i 6 ribelli sono stati accompagnati presso l’Ospedale Santo Spirito, dove sono stati medicati e subito dimessi con qualche giorno di prognosi. Gli arrestati, saranno processati con rito direttissimo.

 

Prende un taxi a Roma e a fine corsa ad Ardea  minaccia il conducente portandogli via il taxi. I carabinieri lo rintracciano e lo arrestano.

 

 

Roma Nella giornata di ieri, un uomo in zona Eur a Roma chiede una normale corsa per tornare a casa ad ardea. Giunto a destinazione, invece di pagare il conto, estrae un coltello a serramanico  e inizia a minacciare  il tassista di consegnargli il borsello ed il taxi. Il tassista non oppone resistenza e quindi il rapinatore si avvia in direzione di Anzio con il taxi e la refurtiva che ammonta a trecento euro, una carta di credito e due telefoni cellulari. Alcuni minuti dopo la vittima riesce, tramite alcune abitazioni vicine, a  dare l’allarme ai  Carabinieri della Compagnia di Anzio che,  immediatamente fanno scattare le ricerche e il predisposto  piano antirapina di Compagnia, facendo convergere  tutte le auto di servizio nella zona delle ricerche. Dopo circa una mezz’ora, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Anzio, individuano la vettura rapinata in localita’ Lavinio Lido di Enea e  al termine di un non facile servizio di osservazione riescono a bloccare il rapinatore e arrestarlo, nonostante uno strenuo tentativo di fuga da parte di quest’ultimo. Recuperata l’intera refurtiva e il taxi, che sono stati restituiti al rapinato. M.V.  di 33 anni, residente ad Ardea, già conosciuto alle forze dell’ordine, e’ stato arrestato e tradotto presso  la casa circondariale di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.