Sognare

Sognare

Sognare

 

Dormirò ancora una volta prima che il tenue raggio

di luce si posi sul viso e

sognerò.

E sognerò immense praterie azzurre,

sarò un intrepido cavaliere

in groppa ad un unicorno alato,

cavalcherò gli infiniti universi

portando con me le fiabe e i pastelli.

Griderò alla rosa dei venti

il bene che ho voluto e

l’amore che ho dato,

inventerò nuovi giochi e

nuovi sorrisi fioriranno.

Porrò fine alle sofferenze e

tutti berranno dal calice della vita,

non ci saranno

ne re ne alchimisti.

Dormirò ancora una volta

prima che il ticchettio del tempo

irrompe nella stanza e

sognerò…

quei luoghi,

dove gli squali potranno accarezzare

le farfalle e

le cieche talpe vedere lo scintillio

delle galassie.

 

di Federico Salvi

 

1997

 

 

Poesia tratta da Oltre il Tempo, edito da Aletti Editore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi