Simone Frulio a Lugano presenta con il coro Filling the Music il brano “Battito di mano”, in occasione dell’accensione della facciata dei grandi magazzini Manor

Simone Frulio a Lugano presenta con il coro Filling the Music il brano “Battito di mano”, in occasione dell’accensione della facciata dei grandi magazzini Manor

Simone Frulio a Lugano presenta con il coro Filling the Music il brano “Battito di mano”, in occasione dell’accensione della facciata dei grandi magazzini Manor – Il 15 novembre SIMONE FRULIO sarà ospite a Lugano in occasione dell’accensione della facciata dei grandi magazzini Manor (Piazza Dante) alle ore 18:00. Durante l’evento il cantautore canterà live il suo primo singolo “Battito di mano”, già disponibile in digital download e su tutte le principali piattaforme streaming, accompagnato dal coro Filling the Music, che ha partecipato a diverse trasmissioni televisive tra cui “La prova del cuoco” su Rai1.

Inoltre, il cantautore si esibirà in una cover insieme a Diana Fernandes, vincitrice del concorso “La mia banda suona il folk“, che andrà in onda sulla Televisione Svizzera Italiana.

“Battito di mano”, che ha segnato il ritorno di Simone Frulio dopo diversi anni in cui si è concentrato sulla scrittura, anticipa insieme a “Niente di buono” e E non servono parole (#L)”, l’uscita dell’album di prossima pubblicazione (Momo/Artist First).

Il brano è un inno all’amicizia, al volersi bene e all’essere presenti per gli amici, anche e soprattutto nei momenti difficili. Il brano, scritto e musicato dal cantautore, attraverso rime, un ritmo deciso e riconoscibile e un ritornello orecchiabile porta in musica il tema profondo dell’amicizia utilizzando immagini alternative e non scontate.

«“BATTITO DI MANO” è una canzone che ho scritto per uno dei miei amici più stretti – racconta Simone – Stava attraversando un brutto momento, un momento di crisi come può capitare a chiunque. Così, dato che non stava mai ad ascoltare quello che gli dicevo, ho pensato di cantarglielo in una canzone. È un inno a non arrendersi mai, a cercare di volare alto, sopra i grattacieli, come dice proprio la canzone, e a stare vicino alle persone che ti vogliono bene veramente, prima che sia troppo tardi. È un ricordare l’essere padroni di sé stessi, tenendo sempre conto del mondo che ci circonda e della realtà che ci caratterizza».

Simone Frulio, nato a Milano nel 1997, è diplomato al liceo linguistico e attualmente frequenta il corso di Laurea in Lingue con indirizzo Media e Comunicazione presso la Cattolica di Milano. Simone ha iniziato a cantare con “L’Ambrogino d’Oro”, a 10 anni, scelto da Toni Martucci per interpretarne la sigla. A seguire tre edizioni di “Io Canto” con Gerry Scotti e due anni in giro per l’Italia con i ragazzi di “Io Canto”. Nel 2011 pubblica l’EP “Tredici” e nello stesso anno esce anche il suo primo album dal titolo “Tutta un’altra musica”, che presenta in giro per l’Italia. Sempre nel 2011 vince il Premio AFI “Giovane emergente”, mentre nel 2012 apre il primo concerto “Radio Italia Live” in piazza Duomo a Milano, con il suo brano “Unici e veri”, davanti a oltre 100mila persone. Nel 2013 partecipa aX-Factor 7 con i Freeboys e a un docu-reality prodotto da Simona Ventura per Sky. I Freeboys, dopo l’esperienza del talent, pubblicano un album, seguito da un tour estivo. Dopo lo scioglimento del gruppo, Simone inizia a comporre testi e melodie esprimendo tutte le sue emozioni. Nel 2017 l’incontro con Paolo Paltrinieri fa nascere una collaborazione, attiva ancora oggi, il cui frutto è un album che contiene 9 brani scritti da Simone, oltre a tre pezzi di autori importanti che danno spessore al progetto. Nel maggio 2018 esce il primo singolo dal titolo “Battito di mano”, accompagnato da un videoclip con sperimentazioni di editing che ha ricevuto riconoscimenti dalla critica. Grazie a questo video Simone ha anche vinto il primo premio al “Biella Festival Music Video 2018”. Il 20 luglio scorso è uscito il secondo singolo dell’album “Niente di Buono”, entrato nella Top20 dei brani pop di Google Play. Anche questo brano è stato accompagnato da un videoclip che ha superato le 20mila visualizzazioni su Youtube. Il 12 ottobre è stato pubblicato “E non servono parole (#L)”, brano dedicato a Luca, un amico del cantautore scomparso prematuramente. Inoltre, con una parte dei ricavi delle vendite di questo singolo Simone ha deciso di aiutare Make-A-Wish Italia, l’Associazione che realizza i desideri dei bambini affetti da gravi patologie, che aveva esaudito anche il sogno di Luca.

www.simonefrulio.com

www.facebook.com/SimoneFrulio/

www.instagram.com/simonefrulio/

www.twitter.com/simonefrulio

www.youtube.com/simonefrulioufficiale

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi