Sesso, video e ricatto a luci rosse per un uomo sposato

Sesso, video e ricatto a luci rosse per un uomo sposato

Sesso, video e ricatto a luci rosse per un uomo sposato. Aveva filmato i loro incontri, poi è scattato il ricatto. Il tutto è iniziato come un normale appuntamento tra due persone conosciute su un social network. I due, un tunisino di venticinque anni ed un cinquantanovenne romano e sposato, si sono parlati, si sono piaciuti ed hanno deciso di vedersi. La loro storia, se così la si può definire, è andata avanti per qualche appuntamento poi è scattato il ricatto. Il giovane tunisino, all’insaputa della sua vittima, aveva filmato con il suo telefonino gli incontri amorosi e pretendeva cinquemila euro per non raccontare dei loro appuntamenti alla moglie e per non pubblicare i video su internet. Dopo un periodo di continue richieste e minacce, il 59enne stanco della situazione ma ben deciso a non pagare il suo estorsore, ha deciso di denunciarlo ai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia Roma Cassia che gli fatto organizzare un nuovo appuntamento con il tunisino con la promessa che l’avrebbe saldato. L’appuntamento, monitorato dai militari, è avvenuto all’interno di un parcheggio di via La Storta e, non appena la vittima ha consegnato il denaro al suo estorsore, sono intervenuti i carabinieri in borghese che gli hanno fatto scattare le manette ai polsi mettendo così fine all’incubo del cinquantanovenne.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi