Sergio Leone “da mangiare”, proseguono con gli appuntamenti enogastronomici nel segno degli Spaghetti Western

Sergio Leone “da mangiare”, proseguono con gli appuntamenti enogastronomici nel segno degli Spaghetti Western – A chiusura dell’iniziativa 30 giorni da Leone, ricordando Sergio “Città dell’Altra Economia – Sala Convegni”

Dopo la “video-maratona” di 16 ore di filmati di Sergio Leone, il quale il 3 gennaio avrebbe compiuto 91 anni, le iniziative in ricordo del regista proseguono a Roma con due appuntamenti che ne faranno scoprire un inedito lato “enogastronomico”, con cene e degustazioni di piatti della tradizione italiana – e non solo – da lui amati, insieme a ricette divenute vere e proprie protagoniste dei suoi film. Il tutto accompagnato da racconti e aneddoti narrati da colleghi e compagni d’avventura del grande regista romano.

I due appuntamenti che chiudono la mostra “30 giorni da Leone, ricordando Sergio” si svolgeranno il 4 e 5 gennaio 2020 con “Un pranzo da Leone” presso il ristorante “Checco er carettiere” (Via Benedetta 10-13 – Trastevere), dove andava a mangiare Sergio Leone, accompagnati dagli aneddoti raccontati dalle proprietarie; “Una cena da Leone” presso “La botticella” Via di Monte Testaccio 25, dove si cenerà con proiezione di tre filmati su Sergio Leone, inframezzati da canzoni romane che amava ascoltare il grande regista romano; “Spaghettata western”, presso il Bar “Boario” adiacente alla mostra su Sergio Leone presso la Sala Convegni della “Città dell’Altra Economia” (ex Mattatoio di Testaccio, Largo Dino Frisullo).

Un pranzo e una cena “da Leone”, insieme a una “spaghettata western”, per chiudere un 2019 che ha visto Sergio Leone al centro dei festeggiamenti della sua città, Roma e dei suoi quartieri, Trastevere e Testaccio.

Alla Città dell’Altra Economia, infine, rush finale della mostra “30 giorni da Leone, ricordando Sergio”: il 4 gennaio alle ore 18.30 con l’incontro con Roberto Donati, autore di 3 libri su Sergio Leone, insieme ad altri collaboratori ed amici del grande regista romano, domenica 5 gennaio alle ore 15.30 con la “scazzottata western” nel Campo Boario, alle ore 16.00 con la presentazione del modellino del Colosso di Rodi, con dedica a Sergio Leone, un divertente cinema di Sergio Leone rappresentato con  soldatini e, in esclusiva, le foto dei sopralluoghi per “L’assedio di Leningrado”. Chiusura ore 17.30 con concerto della Western Orchestra “Dollaro d’onore”.

La mostra “30 giorni da Leone, ricordando Sergio”, ideata e curata da Maurizio Graziosi, è organizzata e prodotta dall’Associazione “AMICA – Arte Musica Incontri Cinema & Altro” di Roma, con la collaborazione di Marco Capitelli, Alessandro Denti e Claudio Piacentini.

Info e prenotazioni: cell. 3280925075; e-mail: chiara-maurizio@libero.itcerreoni.francesca@hotmail.it