Semplicemente un uomo

Semplicemente un uomo

Semplicemente un uomo

 

Il tempo come un aratro

che perfidamente solca la carne

fino a toccare il marcio

dell’anima o

di ciò che ne resta.

Come un’opera incompiuta,

così sono,

trentasei anni vissuti male,

troppe parole buttate al vento,

troppi sacrifici per inutili ideali.

Come orgasmi senza erezioni,

senza alcun tipo di riferimento.

In questo mondo fatto di sola sabbia

non sono stato capace,

neppure,

di essere semplicemente,

un uomo.

 

di Federico Salvi

 1997

 

Poesia tratta da Oltre il Tempo, edito da Aletti Editore

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi