Il romanzo ‘I ditteri’ di Marco Visentin. L’incontro con l’autore alla Biblioteca Raffello di Roma

Il romanzo ‘I ditteri’ di Marco Visentin. L’incontro con l’autore alla Biblioteca Raffello di Roma

Il romanzo ‘I ditteri’ di Marco Visentin. L’incontro con l’autore alla Biblioteca Raffello di Roma. Il romanzo “I ditteri” di Marco Visentin va a Roma Anagnina. L’incontro con l’autore alla Biblioteca Raffello venerdì 12 gennaio alle 17,45
Direzione Anagnina. Non c’è turista o romano che non abbia letto almeno una volta questa scritta, sulle banchine della metropolitana linea A della capitale. Ed è qui che arriva anche il romanzo di Marco Visentin dal titolo “I ditteri” (Licosia editore), venerdì 12 gennaio alle ore 17,45, alla Biblioteca Raffello in via Tuscolana 1111, a Roma.
Si tratta del terzo appuntamento romano nella rete delle biblioteche comunali dopo quelli di Valle Aurelia e di Testaccio, e il sesto in assoluto se si considerano anche le due presentazioni presso gli spazi autogestiti del Casale Podere Rosa e dell’ex-mercato di Torrespaccata, e quella alla libreria indipendente Equilibri.
Gli incontri testimoniano l’interesse riscosso da questo romanzo che parla di una studiosa di insetti che svolge ricerche sulla possibile telepatia tra le mosche, all’interno di un mondo distopico dove nulla è come sembra.
L’attenzione del pubblico è parallela a quella della stampa (qui l’ampia rassegna stampa) e alle recensioni positive della critica, che così si è espressa circa I ditteri finora:
– “Ne I Ditteri sono cuciti insieme elementi, pensieri, possibilità ed evocazioni future che difficilmente sarebbero potute esser accostate in uno stile più ordinato”. (Flavia Vittorini, Media & sipario)
– “Un libro adatto ad una lettura pensata, ragionata, riflessa”. (Chiara Pompeo, Isola dei Libri)
– “Stile lineare, senza troppi fronzoli, ma dove trovano posto fantasia e sarcasmo, bilanciati finemente tra loro”. (Francesca Buffo, Periodico italiano magazine)
– “La scrittura è curata nei minimi dettagli, si riesce ad entrare nel libro con i pensieri” (Sara Cacciarini, Culturamente)
– “Una scrittura efficace e ritmata che attraversa diverse modalità di espressione in un racconto estremamente eclettico” (Riccardo Muzi, EcoDelCinema)
– “Sullo sfondo di teorie e filosofie, i personaggi vivono l’alienazione dell’attuale società.” (Manlio Triggiani, Gazzetta del Mezzogiorno)
– “Prosa ricercata, scabra, dura, feroce e ammaliante” (Gabriele Ottaviani, Convenzionali blog)
Pagina Facebook dell’evento I ditteri alla Biblioteca Raffaello a Cinecittà-Anagnina

NOTA BIOGRAFICA – MARCO VISENTIN

Marco Visentin nasce nel 1971 a Roma. È laureato in filosofia, disciplina che insegna in un liceo romano. Si è dedicato alla scrittura professionale, come giornalista e copywriter per siti inerenti al mondo della scuola, degli enti locali e dello spettacolo dal vivo. Come narratore, ha pubblicato racconti per Einaudi, Adnkronos Libri, e testate locali. L’idea e il capitolo iniziale de I ditteri sono stati premiati nella rassegna di arte giovanile Enzimi nel 2000. La trama è stata sviluppata successivamente fino alla stesura del romanzo, che è il primo dell’autore.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi