Riflesso armonico, il gran finale della rassegna Note Altre a Montalto

Riflesso armonico, il gran finale della rassegna Note Altre a Montalto

Riflesso armonico, il gran finale della rassegna Note Altre a Montalto – Dopo cinque intensissimi mesi di programmazione, si concluderà mercoledì 28 dicembre, la terza edizione della stagione concertistica “Note Altre”, evento organizzato dall’Associazione culturale Suoninversi con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Montalto Uffugo, che dopo il caldo start up estivo è proseguito per tutto il periodo autunnale con due o tre appuntamenti a cadenza mensile, proponendo un cartellone artistico di assoluto livello che ha visto alternarsi sul palco grandi protagonisti della musica classica, della lirica, del jazz, della musica tribale e di quella contemporanea, riuscendo, così, non solo a coinvolgere i tanti appassionati e gli “addetti ai lavori” della nostra regione, ma, al contempo, come era negli intenti degli organizzatori, ad incentivare l’avvicinamento di nuovo pubblico a dei generi musicali senza dubbio ricercati, ma di grandissimo fascino.

 

 

La rassegna, fortemente voluta dall’amministrazione comunale di Montalto nelle persone del Sindaco Ugo Gravina e dell’Assessore alla Cultura Eugenio Ingribelli e diretta artisticamente dal pianista Danilo Blaiotta e dal soprano Francesca Aspromonte, dopo aver toccato i più suggestivi luoghi del territorio comunale dell’importante paese cosentino grazie alla sua formula itinerante, domani alle ore 19 vedrà il suo gran finale nella centralissima Chiesa di San Giacomo, location di grande fascino situata nella Piazza del Municipio che ospiterà l’esibizione dell’ensemble barocco “RIFLESSO ARMONICO” (ingresso libero).

 

 

Fondato nel 2000 con l’intento di promuovere e diffondere la Musica Antica (esplora, infatti, il repertorio strumentale e vocale che va dal tardo Rinascimento fino alla metà del Settecento e lo fa attraverso l’utilizzo di strumenti originali o copie molto fedeli degli strumenti dell’epoca), l’ensemble vanta la partecipazione ad importanti manifestazioni e festival italiani (tra cui “Le Vie del Barocco” – Torino, il “Festival Musicale Savinese” – Arezzo e il “Festival della Musica Antica” – Cosenza) e a numerosi concorsi internazionali (nei quali si è sempre qualificato ai primissimi posti).

 

Oltre ad essere composto da Giovanni Battista Graziadio (fondatore e curatore dell’ensemble, è diplomato in strumenti antichi presso il Conservatorio di Cosenza ed ha alle spalle la frequentazione di importanti corsi internazionali di perfezionamento) e Daniela D’Ambrosio (diplomata in flauto traverso, svolge un’intensa attività concertistica con varie formazioni, tra cui l’Orchestra Philarmonia Mediterranea) al flauto dolce; da Fausto Castiglione (violoncellista diplomatosi al Conservatorio di Salerno, come componente di vari gruppi da camera ha tenuto concerti, tra l’altro, in Spagna, Germania, Svizzera, Scozia, Ungheria, Malta, Corea, Russia e negli USA) alla Viola da Gamba e da Mario Mancuso (diplomato in Organo e Composizione organistica presso il Conservatorio di Cosenza, ha seguito corsi di perfezionamento sulla musica da camera rinascimentale e barocca) al clavicembalo, l’ensemble si avvale della partecipazione di Francesca Aspromonte, soprano di Montalto Uffugo che, appena ventenne, vanta la partecipazione ad importanti concorsi nazionali, collaborazioni con Alessandro Ciccolini, Laura Pontecorvo, Tommaso Rossi, Olivia Centurioni, Marco Ceccato e un’intensa attività concertistica in tutta Italia e che, soprattutto, da settembre è allieva presso la prestigiosa Università “Mozarteum” di Salisburgo sotto la guida di Barbara Bonney (considerata il miglior soprano mozartiano della sua generazione).

 

Nel corso della serata, i cinque talentuosi musicisti eseguiranno un programma interamente dedicato alla musica barocca, con brani di Giuseppe Baldassarre Sammartini (estratti da “Triosonata in Fa maggiore” e “Triosonata in Re minore”) alternati a brani di Alessandro Scarlatti (“Ardo è ver per te d’amore”, “Clori mia, Clori bella” e “Mentre Clori la bella”), chiudendo così in bellezza questa importante e riuscitissima edizione di “Note Altre”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi