Provocazioni veneziane ad ArtePadova

ArtePadova, fino a lunedì alla Fiera le provocazioni di un artista veneziano

Lo scongiuro e le maschere ecologiste di Tombolini

(Padova 13 novembre 2021) C’è anche il veneziano Michele Tombolini tra gli artisti partecipanti, con opere e in presenza, alla 31^ ArtePadova, mostra – mercato d’arte moderna e contemporanea in corso fino a lunedì mattina alla Fiera di Padova con 300 artisti e oltre 15.000 opere su 40.000 mq espositivi. Tombolini, pittore, scultore e autore di installazioni, ha portato due delle sue sculture più discusse degli ultimi tempi. Sono la gigantesca mano con le dita incrociate che indica la speranza di ripartenza dopo il Covid (2020) e le maschere – teschio di cartapesta con cui lo scorso 18 ottobre per protesta contro l’inquinamento del pianeta ha rivestito – aiutato dagli ambientalisti Extintion Rebellion in contemporanea a Venezia, Padova, Verona, Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Palermo alcuni importanti monumenti (la statua di Goldoni a Rialto, una delle statue del Prato della Valle a Padova, uno dei re di Napoli, Manzoni a Milano). La performance è così piaciuta che Tombolini ha ricevuto la richiesta di proporla anche in Svizzera e in Francia. Sue opere sono anche il murale Butterfly di 20 metri che a Berlino parla di violenza sui bambini e La nuova povertà che a Venezia è stata rappresentata da una mendicante con la borsa di Chanel.

In contemporanea ad ArtePadova prosegue in Fiera Antiquaria Padova, esposizione di un’ottantina di antiquari di 12 provincie italiane e dall’estero.