Prosegue a ritmo serrato la lotta ai narcotrafficanti

Prosegue a ritmo serrato la lotta ai narcotrafficanti

Prosegue a ritmo serrato la lotta ai narcotrafficanti – Operazione antidroga dei carabinieri. Arrestati due narcotrafficanti internazionali.

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno arrestato due pregiudicati italiani ritenuti responsabili di traffico internazionale di sostanze stupefacenti, in esecuzione di un’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma su richiesta del P.M., Maria Cristina Palaia, della locale Procura della Repubblica. I due personaggi (T.M. di 39 anni e R.M. di 35 anni), entrambi residenti nel quartiere Ostiense, sono ritenuti responsabili di avere importato 3,5 Kg di cocaina purissima che erano stati preventivamente occultati in due pacchi postali giunti in Italia dal Paraguay tramite una società di spedizioni. La droga fu intercettata e sequestrata nel dicembre del 2009 dai Carabinieri di via In Selci che, in quella circostanza, arrestarono anche 3 persone addette alla ricezione e al trasporto della droga in un deposito gestito dal gruppo (due romani di 29 e 32 anni e una donna paraguayana di 51 anni. Gli approfondimenti investigativi sul sequestro hanno, poi, consentito di individuare i veri organizzatori del traffico di coca. La droga era destinata a finire nella filiera dello spaccio dei quartieri romani di Testaccio e Ostiense. T.M. e R.M. si trovano ora nel carcere di Regina Coeli, dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

Tenta di convincere due studentesse minorenni a prostituirsi. 38enne romeno denunciato dai carabinieri.

 

Roma – Un cittadino romeno di 38 anni, incensurato, è stato denunciato dai Carabinieri della Stazione Roma San Sebastiano per aver tentato di indurre alla prostituzione due ragazze di 14 anni, studentesse di un istituto scolastico del quartiere Ardeatino. L’uomo, il 13 febbraio scorso, avvicinò le due studentesse alla fermata del bus nei pressi della scuola e le invitò a salire a bordo della sua auto, proponendogli del denaro in cambio di una prestazione sessuale. Le minori rifiutarono e, impaurite, riuscirono a scappare e ad avvisare i rispettivi genitori che denunciarono l’accaduto. I Carabinieri della Stazione di Roma San Sebastiano hanno così avviato un’attività di indagine per identificarlo, con quotidiani servizi nei pressi dell’istituto scolastico. Ieri mattina il 38enne è tornato davanti alla scuola a bordo della sua Ford Focus ma questa volta c’erano i Carabinieri che lo hanno bloccato e accompagnato in caserma. Riconosciuto dalle vittime, è stato denunciato a piede libero per tentata induzione alla prostituzione di minorenni.

 

Rissa in strada tra fratelli. I carabinieri arrestano 3 incensurati. Sequestrati un pugnale, un machete, e due coltelli.

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina sono intervenuti, nella notte, nei pressi di un bar a Viale Alessandrino, per sedare una furibonda lite scoppiata tra 2 fratelli romani, di 40 e 46 anni ed un pasticcere di 40 anni, intromessosi a difesa di uno di loro. Verso le 23.30, una pattuglia dei Carabinieri in transito ha notato la situazione ed è subito accorsa riuscendo a sedare la rissa. Alla vista dei militari, i rissosi si sono disfatti di un machete e di un coltello a serramanico, armi che sono state trovate nei pressi del bar e sequestrate. E’ stato sequestrato anche un pugnale di piccole dimensioni ed un coltello da cucina rinvenuti nell’auto del pasticcere. I due fratelli, secondo la loro versione fornita ai Carabinieri, non correrebbe buon sangue e la lite sarebbe scaturita per futili motivi. I tre, arrestati con l’accusa di rissa aggravata, sono stati accompagnati presso il Policlinico Casilino dove sono stati medicati e subito dimessi con qualche giorno di prognosi. Saranno processati con il rito direttissimo.

 

Due topi d’appartamento romani arrestati dai carabinieri, trovati in possesso anche di cocaina e shaboo.

 

Roma – I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola hanno arrestato due cittadini romani di 30 e 44 anni, entrambi già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato furto aggravato in concorso e spaccio di sostanze stupefacenti. I due, in via Gastone De Nicolò, zona Torricola, hanno tentato di introdursi all’interno di un appartamento, facendo così scattare l’allarme sonoro che li ha messi in fuga.  Una vicina di casa che ha visto i due ladri fuggire a bordo della propria auto ha immediatamente allertato il 112. I Carabinieri, in transito nella zona, dopo brevi ricerche hanno rintracciato i due fuggitivi poco distante, mentre stavano tentando di far perdere le proprie tracce. A seguito di successivi accertamenti i militari hanno rivenuto a bordo della vettura gli arnesi utilizzati per lo scasso. I due arrestati, inoltre, sono stati trovati in possesso di alcune dosi di cocaina e di shaboo. Sono ora a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

 

 

Tor Sapienza, Roma – Dopo aver litigato con la convivente da fuoco alla casa ed accoltella la madre della ragazza intervenuta per calmarlo

 

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un cittadino romano di 20 anni, per tentate lesioni aggravate, danneggiamento, minaccia e violenza resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Da qualche giorno il giovane conviveva con una sua coetanea in un appartamento situato in via Luigi Appiani, a Tor Sapienza. Questa notte, a seguito di una lite ha prima tentato di incendiare l’appartamento e poi ha danneggiato l’auto della convivente. I genitori della ragazza, che abitano al piano superiore dello stesso stabile, allarmati dalle urla sono subito accorsi venendo a loro volta aggrediti dal 20enne. Ad avere la peggio è stata la madre della ragazza ferita all’inguine con un coltello. I Carabinieri, intervenuti a seguito di una telefonata giunta 112, si sono trovati di fronte il giovane in escandescenze che, per sfuggire alla cattura li ha aggrediti con calci e pugni. Nonostante la resistenza, i militari lo hanno ammanettato e arrestato. In attesa di essere processato con rito direttissimo si trova ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre la donna  ferita è stata accompagnata presso il policlinico Casilino dove è stata medicata e successivamente dimessa con tre giorni di prognosi.

 

Cocaina e marijuana – Altri due pusher romani nella rete dei carabinieri. mezzo chilo di droga e 18 mila euro sequestrati.

 

Roma – Nel corso dei quotidiani servizi antidroga, i Carabinieri di Roma, in due distinte operazioni, hanno arrestato due pusher romani, di 23 e 35 anni, sorpresi mentre tentavano di vendere della droga ad alcuni acquirenti. Un arresto lo hanno effettuato i Carabinieri della Compagnia Roma Casilina, in via Malatesta, dove hanno sorpreso il 23enne, già conosciuto perché, sottoposto alla sorveglianza speciale, che è stato trovato con addosso una decina di grammi di cocaina e circa 500 euro in contanti probabile provento dell’illecita attività di spaccio. I Carabinieri della Stazione Roma Garbatella con l’ausilio di una unità cinofila dell’Arma hanno invece arrestato il 35enne, anche lui vecchia conoscenza, il quale, a seguito di una mirata perquisizione personale e domiciliare, in via Roberto De Nobili, è stato trovato in possesso di circa 150 g. di cocaina e circa 300 g. marijuana pronta per essere smerciata e ben 18 mila euro in contanti. Tutta la droga e il denaro sono stati sequestrati mentre gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo presso il Tribunale di Roma.

 

 

Vitinia: arrestato un topo d’auto

 

 

Nell’ambito dei consueti controlli notturni, i carabinieri della Stazione di Vitinia, hanno arrestato un pregiudicato romeno con l’accusa di tentato furto d’auto. Si tratta di S.G. 35enne senza fissa dimora, già noto alle forze dell’ordine per via dei suoi numerosi reati contro il patrimonio. Erano le 4:00 circa della notte appena trascorsa quando, due carabinieri di pattuglia hanno sorpreso l’uomo all’interno di un’autovettura Range Rover,  parcheggiata in via Nino Taranto, nel quartiere “Giardini di Roma”. Alla vista dei militari, il ladro è salito a bordo di uno scooter lasciato parcheggiato poco distante ma, dopo un breve inseguimento, è stato raggiunto e arrestato. L’auto è stata restituita al legittimo proprietario, risultato poi essere  un commercialista del luogo. Il ladro invece è stato arrestato e, questa mattina sarà giudicato nelle aule del Tribunale di Roma.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi