Il premio Nobel e l’immagine pubblica della scienza

Il premio Nobel e l’immagine pubblica della scienza. Perché il premio Nobel fa notizia? Quanto è cambiato il suo impatto nel tempo? Qual è l’interesse dei media per le scoperte scientifiche? Sono alcune delle questioni che saranno discusse nel ciclo “Geni ed eroi della scienza. Il premio Nobel e l’immagine pubblica della scienza”, dedicato al prestigioso riconoscimento scientifico diventato anche un’icona popolare.

L’Università di Trento da alcuni anni, in occasione dell’assegnazione dei premi Nobel, promuove un ciclo di incontri rivolti alla comunità studentesca e alla cittadinanza. Quest’anno, oltre ad approfondire le tematiche e le ricerche che sono alla base delle assegnazioni dei Nobel 2017, sarà analizzato il loro impatto nel tempo. I premi Nobel – istituiti secondo le ultime volontà di Alfred Nobel (1833-1896), chimico e industriale svedese – vengono assegnati per la prima volta nel 1901. L’obiettivo degli organizzatori del ciclo è mettere in evidenza come, a più di un secolo di distanza, questi premi siano diventati non solo il più prestigioso premio scientifico internazionale, ma anche un’icona moderna, popolare. Nobel attesi dal pubblico e celebrati dai media.

Altra novità di questa edizione è aver aggiunto la Medaglia Fields che è conosciuta come il Nobel per la Matematica. La Medaglia Fields viene assegnata, a partire dal 1936, ogni quattro anni a quattro matematici e matematiche di età inferiore ai 40 anni. Non è l’Accademia svedese ad assegnarla, ma è un premio di grande prestigio scientifico e per questo equiparata ai Nobel.

Il ciclo “Geni ed eroi della scienza. Il premio Nobel e l’immagine pubblica della scienza” è organizzato con il contributo di Fondazione Caritro – Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto e in collaborazione con il MUSE – Museo delle Scienze.

Il programma

Martedì 24 ottobre, ore 17

Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26)

Presentazione del Premio Nobel per la Medicina 2017 assegnato a Jeffrey C. Hall, Michael Rosbash and Michael W. Young «per la scoperta dei meccanismi molecolari che controllano il ritmo circadiano»

Giovedì 26 ottobre, ore 17.30

MUSE – Museo delle Scienze, sala conferenze (Corso del Lavoro e della Scienza, 3)

Being a scientist: yesterday and today

A seguire la performance video-musicale “Les Jeux Sont Science”

Martedì 31 ottobre, ore 17

Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26)

Presentazione del Premio Nobel per la Fisica 2017 assegnato a Rainer Weiss per metà, a Barry C. Barish and Kip S. per l’altra metà «per i loro contributi decisivi al rivelatore LIGO e all’osservazione delle onde gravitazionali»

Mercoledì 8 novembre, ore 17

Fondazione Caritro, sala conferenze (Trento – Via Calepina, 1)

Dal camice bianco allo smoking. La rappresentazione del premio Nobel nella fiction

Martedì 14 novembre, ore 17

Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26)

Presentazione del Premio Nobel per la Chimica 2017 assegnato a Jacques Dubochet, Joachim Frank and Richard Henderson «per aver sviluppato la microscopia crioelettronica per determinare in alta definizione la struttura delle biomolecole»

Mercoledì 22 novembre, ore 17

Fondazione Caritro, sala conferenze (Trento – Via Calepina, 1)

“Winners drink free”. I Simpson e il Nobel” con proiezioni

Martedì 28 novembre, ore 17

Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26)

Presentazione del Premio Nobel per la Pace 2017 assegnato all’International Campaign to Abolish Nuclear Weapons/Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari (ICAN) «per il suo lavoro volto ad attirare l’attenzione sulle catastrofiche conseguenze umanitarie di qualsiasi uso di armi nucleari e per gli sforzi innovativi a favore di un trattato per il divieto dell’uso di tali armi»

Martedì 5 dicembre, ore 17

Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26)

Presentazione del Premio Nobel per l’Economia 2017 assegnato a Richard H. Thaler «per il suo contributo all’economia comportamentale»

Martedì 12 dicembre, ore 17

Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26)

Presentazione del Premio Nobel per la Letteratura 2017 assegnato a Kazuo Ishiguro «che, nei suoi romanzi di grande forza emotiva, ha scoperto l’abisso sottostante il nostro illusorio senso di connessione con il mondo»

Martedì 30 gennaio 2018, ore 17

Dipartimento di Sociologia e Ricerca sociale, aula Kessler (Trento – Via Verdi, 26)

Presentazione della Medaglia Fields per la Matematica assegnata a Maryam Mirzakhani «per il suo contributo eccezionale alla dinamica e alla geometria delle superfici di Riemann e dei loro spazi di moduli»