Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica Gianni di Venanzo, gran finale

Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica Gianni di Venanzo, gran finale 

SABATO 10, GRAN FINALE AL CINEMA COMUNALE DI TERAMO ALLE 17.00 – INGRESSO LIBERO

PRENOTAZIONI CON WHATSAPP 

 Sabato la cerimonia di consegna degli Esposimetri d’Oro

con la madrina Vanessa Gravina, Moisè Curia, Margherita Tiesi

il regista Giorgio Treves e lo storico dell’arte Claudio Strinati

Sabato 10 ottobre, alle ore 17.00, nel cine teatro Comunale di Teramo si terrà la gran cerimonia di consegna degli Esposimetri d’Oro della 25^ edizione del Premio Internazionale della Fotografia Cinematografica “Gianni Di Venanzo”.

Saranno premiati: Ennio Guarnieri con l’Esposimetro d’Oro alla Memoria, Sergio D’Offizi per la Carriera, alla direttrice della fotografia russa Ksenia Sereda Esposimetro d’Oro per la fotografia di un film straniero per La ragazza d’autunno di Kantemir Balagov e per la fotografia di un film italiano l’Esposimetro d’Oro a Nicolaj Bruel per Pinocchio di Matteo Garrone.

Non saranno a Teramo né la Sereda e né Bruel, bloccati nei loro paesi, Russia e Danimarca, dall’emergenza Coronavirus: entrambi parteciperanno alla cerimonia con un video realizzato per ringraziare la giuria del Di Venanzo che ha inteso assegnare loro un riconoscimento così importante. L’emergenza sanitaria che sta creando problemi ovunque ha anche tenuto lontano qualche ospite che aveva dato la propria disponibilità a partecipare al Premio: è il caso di Padre Alex Zanotelli che, visto l’aumento dei casi in Campania, lui vive a Napoli, ha dovuto rinunciare al viaggio a Teramo. Salirà invece sul palco del Comunale Sergio D’Offizi, il direttore di tanti film di Alberto Sordi. E a proposito di D’Offizi, il mattino di sabato, alle ore 11.00 all’Ipogeo, sarà presentato il suo libro “Luce su Alberto Sordi” alla presenza del curatore Gerry Guida.

Ritireranno il loro riconoscimento anche Roberto Meddi, al quale va il Premio speciale per la fiction Tv “Peppe Berardini”, per gli ultimi lavori fatti per la regista Cinzia TH Torrini, Sorelle e Pezzi Unici, e Daria D’Antonio a cui va la Targa speciale della giuria “Marco Onorato” per la fotografia del film Ricordi? (2018) di Valerio Mieli.

La serata sarà presentata dall’attrice e conduttrice Antonella Salvucci e da Stefano Masi, presidente della giuria del Di Venanzo e critico e saggista cinematografico di Rai News 24. La regia è affidata a Gian Franco Manetta. La scenografia è stata realizzata dall’artista teramano Marco Pace in collaborazione con Bruno Chiodi.

Tanti gli ospiti della serata a cominciare dalla madrina del 25° Premio Di Venanzo, la popolare attrice Vanessa Gravina, fin da piccola sempre impegnata al cinema, in televisione e in teatro. Attualmente è protagonista in tv, su Rai Uno, con il daily Il paradiso delle signore e in teatro è tornata dal 2018 con Il piacere dell’onestà di Luigi Pirandello per la regia di Liliana Cavani.

Saranno presenti anche i giovani ma già affermati attori Moisè Curia e Margherita Tiesi, entrambi splendidi protagonisti della fiction firmata da Cinzia TH Torrini Pezzi Unici, andata in onda su Rai Uno.

Torna a Teramo, per dare il giusto risalto al lavoro degli autori della fotografia cinematografica un amico della nostra manifestazione, il regista Giorgio Treves.

Domani sera si parlerà anche di arte grazie alla presenza di Claudio Strinati, storico dell’arte, soprintendente per il Polo museale romano dal 1991 al 2009, ideatore e organizzatore di importanti mostre d’arte. Esperto di pittura e di scultura del Rinascimento e del Seicento, Strinati è anche competente nel campo musicale.

Parteciperà alla serata anche Anna Lapenna Malerba, vedova di Luigi Malerba, il grande scrittore e sceneggiatore italiano, che nell’unico film che fece da regista, Donne e Soldati, ebbe come direttore della fotografia Gianni Di Venanzo.

In un collegamento in diretta con Padre Alex Zanotelli verrà assegnato al missionario comboniano il “Premio Integrazione e Solidarietà Marco Pannella”.

Si ricorda che questa sera, venerdì 9 ottobre alle 20.00, facendo seguito al convegno sulla figura del grande scrittore italiano Luigi Malerba tenutosi sabato scorso, sarà proiettato il film Donne e Soldati, l’unico girato come regista da Malerba che ebbe come direttore della fotografia proprio Gianni Di Venanzo. La pellicola è stata restaurata da poco dalla Cineteca di Bologna. Dopo il film si terrà un concerto curato dall’Istituto Superiore Braga diretto dal Maestro Federico Paci. Saliranno sul palco la mezzosoprano Alba Riccioni e la pianista Tatjiana Vratonjic. Presenta Laura De Berardinis

Tutti gli appuntamenti del Premio Di Venanzo, come sempre, sono ad ingresso libero e quest’anno, per la partecipazione del pubblico, si rispetteranno tutte le disposizioni in materia anti Covid-19 (ingresso contingentato, distanziamento e obbligo di mascherina).

Anche per le serate al cineteatro Comunale ci sarà ingresso contingentato per il pubblico:

– per la serata di venerdì 9 ottobre potranno accedere al massimo 190 persone

– per la serata conclusiva di sabato 10 ottobre potranno accedere al massimo 150 persone 

– per avere un posto assicurato prenotare via WhatsApp al numero 333 2960049 con nome e cognome e numero telefono (NO TELEFONATA)