“Premio Cinema Anni D’Oro” per il ventennale della scomparsa del regista Mauro Bolognini

Dopo il successo della scorsa edizione l’attesissimo “Premio Cinema Anni d’Oro”, torna ad animare il cuore della capitale. Questa volta l’evento si terrà nella splendida cornice dell’Hotel Imperiale di via Veneto, 24 il prossimo 10 ottobre 2021 alle ore 19 in occasione del ventennale della scomparsa del regista Mauro Bolognini. La scelta della location non è stata casuale. L’Hotel offre ampi spazi eleganti e raffinati adatti ad accogliere gli ospiti che interverranno rispettando le normative vigenti sul Covid ma non solo. Con questo evento la famosissima e storica via Veneto tornerà a brillare e a pulsare come ai tempi della Dolce Vita.

Il “Premio Cinema Anni d’Oro”, fortemente voluto da Carlotta Bolognini presidente del premio e direttrice artistica nonchè nipote del regista e realizzatrice del designers dei premi, avrà come supervisore all’organizzazione il Manager e Imprenditore pugliese noto anche nel mondo delle Startup della Ricerca & Sviluppo, ma soprattutto nel Marketing Strategico Territoriale nonchè Direttore Marketing & Commerciale presso 24orenews & Italia da Gustare, Vincenzo Frigulti. Carlotta Bolognini e Vincenzo Frigulti saranno supportati dallo staff dirigenziale della struttura ricettiva che fa parte del Gruppo Omnia Hotels. La serata sarà presentata dalla bella e brava attrice Yassmin Pucci, figlia di Farah Arvand e nipote dell’ultimo Shah, Mohammad Reza Pahlavi che, indosserà per l’occasione un vestito appositamente studiato per lei da Cinzia Diddi, la stilista che “veste l’anima”. Anche l’abito che avvolgerà Carlotta Bolognini è stato studiato e realizzato dalla bravissima Cinzia Diddi che, con maestria e professionalità, ha realizzato un capo davvero intrigante. Ed è per questo che moltissimi vip si affidano a lei. Al fianco di Carlotta Bolognini e di Jassmin Pucci il giornalista, storico, scrittore, critico cinematografico e docente universitario Fabio Melelli.

Carlotta Bolognini Foto By Marco Bonanni_abito By Cinzia Diddi


All’evento saranno presenti in qualità di ospiti molti volti noti del mondo dello spettacolo, del cinema, della moda e della musica. Nomi che, con le loro carriere, il loro carisma e professionalità hanno reso celebre nel mondo il cinema italiano dagli anni ’50 in poi ed hanno fatto la storia della “Dolce Vita” romana come la donna di punta della moda e stilista di successo dell’omonimo brand, Anna Fendi che, in quest’occasione sarà la madrina dell’evento. Tra i presenti, solo per citarne alcuni Luca Verdone, Massimo Ranieri, Barbara Bouchet, Fabio Testi, Ottavia Piccolo, Adriana Russo, Fabio Frizzi, Edoardo Siravo, Antonella Lualdi, Antonellina Interlenghi, Jinny Steffan, Massimiliano Buzzanca, Massimo Wertmuller, Kaspar Capparoni, Renzo Musumeci Greco, Novella Calligaris, Pippo Franco ed Evelina Nazzari che ritireranno il premio della scorsa edizione e tanti altri che, nel corso della serata, saranno premiati.

I film premiati
Giovani mariti” del 1958
Un bellissimo novembre” del 1969
Metello” del 1970
Imputazione di omicidio per uno studente” del 1972
Per le antiche scale” del 1975
Libera, amore mio!” del 1975
L’eredità Ferramonti” del 1976
Aida alle piramidi” del 1987 opera

Premio Cinema Anni D’Oro per “Metello” del 1970 ad Ottavia Piccolo e Massimo Ranieri
per le “Antiche scale” del 1975 a Barbara Bouchet
per “Giovani Mariti” del 1958 a Roberto Chevalier
per “L’eredità Ferramonti” del 1976 a Fabio Testi
per “Metello” del 1970, “Imputazione di omicidio per uno studente” 1972 e “Libera, amore mio!” del 1975 a Luigi Diberti

Premio Cinema Anni D’Oro ritira il premio la Ditta Tirelli che sarà presente con il Presidente Dino Trappetti che interverrà con il premio Oscar Gabriella Pescucci

Premio Cinema Anni D’Oro in ricordo di “Per un bellissimo novembre” con Gabriele Ferzetti
per “Libera, amore mio” ad Adolfo Celi, per “Aida alle piramidi” a Carlo Franci

Premio Cinema Anni D’Oro alla carriera Presidente Centro Studi Silvana Mangano produttore esecutivo discografico consulente musicale cinema a Giovanni Cimmino De Laurentiis
Premio alla carriera per la voce di  “….Sharon Stone”, Cate Blanchett, Michelle Pfeiffer, Meg Ryan, Jiulia Roberts, Romy Schneider, a Cristiana Lionello,
per la voce di Meryl Streep, Kim Basinger, Julianne Moore, Brooke Shields, Katleen Turner, Andy Mc Dowell, Susan Sarandon a Rossella Izzo.

Il “Premio Mauro Bolognini” “Cinema Anni d’Oro”, dopo il periodo di stop causato dalla pandemia, vuole essere un messaggio di ottimismo e un punto di ripartenza per l’intero settore che è stato letteralmente messo in ginocchio culturalmente, professionalmente e finanziariamente nell’ultimo anno e mezzo. 

Hotel-Imperiale

Questo Evento si lega al prestigioso “Premio APOXIOMENO” e “Police International Award Festival” 2021 in corso dal 13 settembre scorso nelle colline di Arezzo e precisamente a Monte San Savino ed organizzato dall’ex Colonnello dei Carabinieri Orazio Anania presidente della Apoxiomeno Award

I direttori della fotografia AIC

Si ringraziano per il supporto all’evento in qualità di Sponsor il Gruppo A.C. LOGISTIC della Famiglia Colicci e la DEVA Società veneta del Gruppo siQur S.P.A. Tra gli sponsor anche l’avvocato Antonella Vario, vice direttore generale Confartigianato, INAPA.
Ringraziamenti inoltre al Direttore commerciale Daniela Baldelli, il gruppo OMNIA Hotels e all’Hotel Imperiale società che fa capo a Riccardo e Francesco Lazzarini e a tutto lo staff nonchè a Ciro Del Ferraro orefice e realizzatore dei premi. Ciro Del Ferraro è uno degli orefici che viene spesso chiamato per realizzare i premi nelle più importanti manifestazioni e festival ed un ringraziamento particolare anche alla Videomaker Shirin Kyanvash per il prezioso supporto.

hotel-imperiale a roma

L’evento ha i patrocini di:
Centro Mauro Bolognini, Autori Italiani di Cinematografia, L’annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi, Centro Studi Silvana Mangano, l’Associazione Culturale APS Occhio dell’Arte, Archivio Storico del Cinema Italiano, CameraWorKs, International Award Apoxiomeno.

di  Francesco Caruso Litrico e Daniela Pozone