Polizia di Stato e Fondazione Lene Thun insieme per un Natale Solidale

Una collaborazione importante e significativa, all’insegna della solidarietà: Polizia di Stato e Fondazione Lene Thun Onlus hanno simbolicamente dato il via oggi pomeriggio alla partnership con una serie di eventi a Merano per inaugurare la stagione natalizia. 

La collaborazione fra Polizia di Stato e Lenet Group, di cui fanno parte Thun Spa e Fondazione Lene Thun Onlus, è un progetto a 360 gradi in cui l’obiettivo finale è la promozione di benessere sociale nei confronti di categorie particolarmente provate dai disagi che la vita mette ogni giorno davanti al loro cammino. La partnership è iniziata con la realizzazione di due prodotti Thun esclusivi in edizione limitata dedicati alla Polizia di Stato. Una parte dei proventi realizzati dalla vendita saranno devoluti in favore del Piano Marco Valerio del Fondo Assistenza della Polizia di Stato e della Fondazione Lene Thun Onlus. 

Entrambe le fondazioni si occupano di supporto a giovani, minori e famiglie: il piano Marco Valerio del Fondo di Assistenza per il personale della Polizia di Stato, rappresenta una tra le più importanti e sentite iniziative che rende concreta la vicinanza dell’Amministrazione ai dipendenti con figli minori affetti da gravi patologie ad andamento cronico. 

La Fondazione Lene Thun Onlus è oggi impegnata nella realizzazione di servizi permanenti di “terapia ricreativa” attraverso la modellazione della ceramica. Il suo obiettivo è migliorare la qualità della vita dei bambini e delle famiglie con malattie gravi o croniche, soprattutto nell’ambito dell’età pediatrica e giovanile. È attualmente presente all’interno di 30 ospedali tra Italia ed Europa, con 51 reparti interessati, cercando di restituire il sorriso – e l’ottimismo di cui il sorriso è il più bel segnale – ad oltre 9.000 bambini e alle loro famiglie. 

La Fondazione opera prevalentemente secondo due modalità: i laboratori permanenti di ceramico-terapia negli ospedali ed i laboratori permanenti di ceramico-terapia digitali in collegamento dall’ospedale o da casa. 

Gli importi devoluti in beneficenza sono stati simbolicamente consegnati oggi nel corso di una cerimonia che si è tenuta presso il Castello Stifterhof di Merano (di proprietà del Fondo Assistenza della Polizia di Stato) alla presenza del Questore di Bolzano Giancarlo Pallini, del Vice presidente di Lenet Group Simon Thun, del CEO di Lenet Group Francesco Pandolfi e del Presidente della Fondazione Lene Thun Gerhart Gostner. Alla cerimonia ha partecipato in video collegamento il Capo della Polizia – Direttore generale della pubblica sicurezza Lamberto Giannini.  

Il percorso di collaborazione tra Thun e Polizia di Stato aveva già fatto tappa a Roma lo scorso 11 novembre, al reparto di oncologia pediatrica del Policlinico Universitario A.“Gemelli” IRCCS, dove i bambini ricoverati hanno svolto un laboratorio di ceramico- terapia con la partecipazione di alcuni atleti del Gruppo Sportivo Fiamme oro: Massimo Stano (Medaglia Oro Marcia 20km alle Olimpiadi Tokyo 2020), Carlotta Gilli (Plurimedaglia nuoto alle Paralimpiadi Tokyo 2020) e Maria Centracchio (Medaglia bronzo Judo alle Olimpiadi Tokyo 2020).

Uno dei lavorati di ceramica realizzato dagli atleti insieme ai bambini al “Gemelli” è stato appeso questo pomeriggio sull’albero natalizio in Piazza Terme a Merano dal Questore di Bolzano Giancarlo Pallini e dalla medagliata olimpica Maria Centracchio del Gruppo sportivo Fiamme Oro, insieme alle creazioni realizzate dai bambini ricoverati negli ospedali San Maurizio di Bolzano e Tappeiner di Merano: l’albero di Merano è infatti l’Albero dei Desideri, decorato dalla Fondazione Lene Thun. 

Erano presenti alla cerimonia:

Avv. Stefan Thurin Persidente di Terme Merano

Avv. Dario Dal Medico Sindaco di Merano

Ingrid Walch Hofer Presidente dell’Azienda di Soggiorno di Merano

Avv Gerhart Gostner – Presidente Fondazione Lene Thun

Dott.ssa Brunella Cattarin Franzero del Fondo di Assistenza per il personale della Polizia di Stato

Atleta Fiamme Oro Polizia di Stato: Maria Centracchio, judoka

Dott.ssa Arcangeli Ospedale di Merano/Servizio Provinciale Neuropsichiatria Infantile