Pedofilia, scoperto ingente quantitativo di materiale pedopornografico

Pedofilia, scoperto ingente quantitativo di materiale pedopornografico

Pedofilia, scoperto ingente quantitativo di materiale pedopornografico – Pedofilia – Carabinieri arrestano a Roma 53 enne. Nella sua abitazione rinvenuto e sequestrato un ingente quantitativo di materiale pedo-pornografico.

 

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Cassia hanno arrestato un 53enne romano per detenzione e produzione di materiale pedopornografico, scoperto all’interno della sua abitazione dove i militari si erano recati per notificargli un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, per un episodio di tentata violenza sessuale nei confronti di minori. La misura cautelare era scattata al termine delle indagini avviate dagli stessi Carabinieri all’indomani della denuncia presentata dai genitori di due bambine, di età inferiore ai dieci anni, alla presenza delle quali l’orco, avvicinandosi, aveva compiuto atti di autoerotismo. Quando i militari, alle prime luci dell’alba, hanno bussato alla porta della sua abitazione per notificargli il provvedimento, hanno rinvenuto e sequestrato un ingente quantitativo di materiale pedo-pornografico per cui è stato ammanettato e portato a Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

 

Tor Bella Monaca – Rapinato un invalido senegalese, pestato e offeso con ingiurie di stampo razziale. arrestati dai carabinieri due pregiudicati romeni.

 

Roma – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Frascati hanno arrestato due pregiudicati romeni responsabili di rapina, lesioni e ingiurie aggravate dalla discriminazioni razziale ai danni di un cittadino senegalese. La vittima, un  41 anni invalido poiché cieco ad un occhio, mentre lavorava regolarmente come addetto alla vigilanza all’interno di un’area parcheggio di un supermercato di via Casilina, è stato aggredito da due cittadini romeni, i quali, dopo averlo colpito con calci e pugni e offeso con ingiurie razziali, gli hanno asportato il telefono cellulare, scappando a piedi. I militari sono stati subito attivati da un passante che aveva assistito al pestaggio, e, intervenuti sul posto, hanno rincorso e bloccato i due aggressori. Il cittadino senegalese, è stato soccorso e trasportato presso un ospedale della Capitale per le lesioni riportate, mentre i due arrestati, di 23 e 30 anni, sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

Centro Storico – “ Topo“ d’albergo cileno arrestato dai carabinieri.

 

 

Roma – Due ladri rubano mille euro in contanti dalla cassetta di sicurezza del bar di un hotel, scappano ed i dipendenti della struttura chiamano il 112. I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma intervengono immediatamente, uno lo arrestano l’altro era già fuggito. E’ accaduto ieri sera tra Piazza di Spagna e la fontana di Trevi. L’arrestato, un 71enne cittadino cileno,  è stato notato uscire dalla struttura ricettiva, insieme ad un ignoto complice e, accortosi di essere stato scoperto dai dipendenti, è  fuggito. A quel punto il personale dipendente ha avvisato i Carabinieri che, dopo aver effettuato una battuta in zona, hanno rintracciato e bloccato l’agile attempato. Dopo l’arresto, il topo d’albergo è stato accompagnato in caserma e trattenuto in attesa del rito per direttissima. Sono in corso, invece, le ricerche del complice che è fuggito con la refurtiva.

 

 

Osteria Del Curato – Rubava le auto parcheggiate nei box privati. Ladro “in trasferta” arrestato dai carabinieri.

 

 

Roma – La scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Roma Appia hanno arrestato un cittadino moldavo di 22 anni che si era intrufolato nei box auto di un condominio tentando di rubare un’autovettura. Il giovane, residente ad Aprilia, è entrato in un garage condominiale di via Enzo Benedetto e dopo aver forzato la serratura di un’autovettura che era lì parcheggiata, è stato bloccato dai Carabinieri, in zona durante un servizio di pattugliamento notturno. Il 22enne, trovato inoltre in possesso di vari arnesi per lo scasso, è stato arrestato per tentato furto di autovettura ed è stato accompagnato in caserma in attesa di essere giudicato con il rito “per direttissima”.

 

 

Roma – Carabinieri arrestano rapinatore seriale di prostitute.

 

 

I Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere hanno messo fine alle scorribande di un rapinatore seriale di prostitute, lungo la via Aurelia, ritenuto responsabile di almeno tre colpi e di una tentata violenza sessuale. Il malvivente è un italiano di 41 anni, con precedenti, che vive a Capalbio, ha il vizio del gioco che in questa occasione gli è stato fatale. I militari, infatti, lo hanno arrestato nella zona di Santa Severa, mentre giocava alle slot machine in un’area di servizio dell’autostrada Roma–Civitavecchia. Le accurate indagini dei Carabinieri hanno permesso di raccogliere elementi a suo carico circa la commissione di 3 rapine in danno di prostitute romene nonché di una tentata violenza sessuale, reati tutti perpetrati tra dicembre 2011 e gennaio 2012, con il medesimo “modus operandi”: il 61enne, dopo aver avvicinato le passeggiatrici, tutte di nazionalità romena, era solito farle salire sulla propria autovettura dopo aver contrattato una prestazione sessuale, per poi impossessarsi con violenza della loro borsa, scaraventandole poi fuori dall’abitacolo. In una circostanza, non soddisfatto del bottino, aveva anche tentato di abusare di una delle ragazze. Le vittime si sono rivolte ai Carabinieri, i quali, a seguito di un’incisiva attività d’indagine, sono riusciti a identificare il malvivente e ad ottenere, a suo carico, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che gli è stata notificata dopo averlo rintracciato nell’area di sosta mentre si dedicava alla sua passione: il gioco.

 

Parco Leonardo: utilizza carta di credito rubata per l’acquisto di prodotti informatici.

 

 

Fiumicino: i Carabinieri della Stazione Carabinieri di Fregene sono intervenuti all’interno del Centro Commerciale Parco Leonardo, precisamente presso il negozio Saturn, dove un ragazzo aveva appena acquistato alcuni prodotti informatici, per un valore di circa 2000 euro, pagandoli con una carta di credito, risultata poi rubata. Il responsabile del negozio, non appena si è accorto che la tessera risultava oggetto di furto, senza farsene accorgere è riuscito ad allontanarsi ed a contattare il “112”. Pochi minuti dopo sono intervenuti i militari di Fregene, che hanno prontamente bloccato il giovane, P.A., 36enne pregiudicato romano, il quale è così finito in manette per il reato di “utilizzo indebito di carta di credito” ed è stato successivamente associato presso la casa circondariale di Civitavecchia, dove rimane in attesa di essere giudicato dall’Autorità Giudiziaria competente.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi