Once in a blue moon, la mostra allo Spazio Leonardo

Spazio Leonardo riprende la sua programmazione in collaborazione con UNA Galleria con tre nuove mostre distribuite nel corso dell’anno.
Il 3 febbraio apre Once in a Blue Moon… dedicata alla pittura, con le opere di cinque artisti in dialogo: Giuseppe Abate, Thomas Berra, Federica Francesconi, Anne Schmidt e Serena Vestrucci. La mostra presenta un allestimento che si espande nei diversi ambienti del piano terra dell’agenzia, riflettendo la volontà di Spazio Leonardo di identificarsi in un contenitore variegato e multiforme, attraversato dalle diverse tendenze che animano il contemporaneo e le sue espressioni.

La Luna Blu è un evento astrologico rarissimo, che evoca immagini fiabesche, allo stesso modo questa mostra intende celebrare quella pittura che va oltre se stessa ed è ricca di sconfinamenti multidisciplinari e aspirazioni oniriche.

Gli artisti in mostra
Once in a blue moon si sviluppa a partire da un wall drawing dal carattere onirico e evocativo realizzato sulla gallery da Thomas Berra (*1986, Desio MB), che costituisce il punto di partenza, il palcoscenico di una narrazione sviluppata attraverso le opere e il colore.
Le nuove tele della serie Trucco di Serena Vestrucci (*1986, Milano) mostrano l’utilizzo di materiali “non previsti”: l’ombretto, ridotto in polvere e manipolato sulla tela direttamente con le dita, è soggetto e oggetto della pittura.
Federica Francesconi (*1994, Brescia) sviluppa una pittura tutta giocata sull’illusione e lo spaesamento. I suoi quadri ci appaiono come enigmatici monocromi dove il colore lascia spazio a porzioni più chiare, che aprono la prospettiva oltre la superficie orizzontale della tela.
L’illusione ottica e il medium pittorico inteso come strumento per mediare contenuti nascosti è anche al centro della ricerca di Anne Schmidt (*1990, Brandenburg, Germania). L’artista, abile manipolatrice della materia, nella serie Carpets utilizza materiali inusuali come l’olio motore e matita colorata su poliestere per riflettere sulle metodologie e le regole che determinano le animazioni computerizzate.
Giuseppe Abate (*1987, Bari), artista che fa della propria pratica un campo di sperimentazione costante, propone un’installazione site-specific per la zona lounge di Spazio Leonardo: una personalissima collezione di tessuti indiani, realizzati durante una residenza a Assam (India) e ricamati con immagini pop e loghi mutuati dal contesto urbano, s’innesta su una carta da parati disegnata con l’argilla, che conferisce una unitarietà avvolgente allo spazio.

Informazioni sulla mostra:
3 Febbraio 2021 – 14 Maggio 2021
lunedì-venerdì: 09.00 – 18.00 solo su appuntamento (direzione.artistica@spazio-leonardo.it)

Press contact:
Paola Bonino
paola@unagalleria.com | +39 349 35 66 535
Francesca Pavesi
francesca.pavesi@gmail.com | +39 380 315 1378