Oltre Caravaggio. Pittura del Seicento in Abruzzo, tra Roma e Napoli

Oltre Caravaggio. Pittura del Seicento in Abruzzo, tra Roma e Napoli

Oltre Caravaggio. Pittura del Seicento in Abruzzo, tra Roma e Napoli – In una mostra itinerante, che parte da Lanciano per approdare a L’Aquila, Oltre Caravaggio. Pittura del Seicento in Abruzzo, tra Roma e Napoli, a cura di Lucia Arbace, per la prima volta esposti i capolavori di due prestigiose collezioni d’arte: la Cappelli e la Dragonetti De Torres, un tempo esibiti  nei sontuosi palazzi aquilani, assieme ad altre testimonianze di un secolo complesso che ha stimolato eccezionali committenze artistiche anche in Abruzzo.
Si potrebbero considerare i mai visti perché, su un totale di quarantaquattro tele, soltanto alcuni  dipinti della raccolta Cappelli erano collocati  fino al sisma del 2009 nel Museo Nazionale d’Abruzzo a L’Aquila, accanto ad opere seicentesche provenienti dal territorio. Riparati i danni del terremoto, tutte queste opere ora possono essere apprezzate meglio, dopo accurati restauri, come quelli che hanno riguardato le due tele di Giacinto Brandi, ora incardinate nella mostra.  Escono dai depositi anche alcune  novità assolute, come il San Pietro Martire,  per il quale gli specialisti stanno valutando una possibile attribuzione a Guercino,  e lo straordinario Cristo benedicente, importante inedito di  Massimo Stanzione. Spiccano inoltre la delicata ed elegantissima Adorazione dei pastori di Bernardo Cavallino, alcune opere dei principali caravaggeschi, tra cui il belga Louis Finson,  nonché dipinti di Luca Giordano e Francesco Solimena, protagonisti della scena artistica napoletana. Grazie alla disponibilità di un generoso collezionista abruzzese, s’ammirano inoltre  alcune bellissime Nature morte  e alcuni capolavori di Giovan Battista Spinelli, di cui  gli stessi Dragonetti De Torres erano pronipoti.  Non manca infine un omaggio al grande Mattia Preti, nel 400° anniversario della nascita, che si celebra contemporaneamente a Malta e a Venaria Reale con mostre internazionali le quali esibiscono anche alcuni capolavori  in prestito dalla Soprintendenza BSAE dell’Abruzzo.
La mostra è stata realizzata dalla Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici dell’Abruzzo e dal Comune di Lanciano, Assessorato alla Cultura, con il contributo della Regione Abruzzo. Inaugurazione 4 maggio 2013 ore 16.00, Polo Museale Santo Spirito di Lanciano.
Intervengono:  Mario Pupillo, Sindaco di Lanciano, Luigi De Fanis, Assessore alla cultura della Regione Abruzzo, Pino Valente,  Assessore alla Cultura del Comune di Lanciano, Lucia Arbace, Soprintendente BSAE dell’Abruzzo.
Data Inizio:04 maggio 2013
Data Fine: 21 luglio 2013
Costo del biglietto: ingresso libero; Per informazioni 0872 700578
Luogo: Lanciano, Polo Museale di Santo Spirito
Orario: Lunedì-venerdì 9/13 martedì e giovedì 15/18 Sabato e domenica 16/18.
Telefono: 0872 700578  
Sito web: http://www.sbsae-aq.beniculturali.it http://www.comune.lanciano.chieti.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi