Non è una canzone, il nuovo singolo di Golconda fuori dal 23 ottobre

Dopo “Il mondo di Ambra”, singolo d’esordio di Golconda (guarda il video), nome d’arte del fiorentino Francesco Turco, l’artista ci propone un brano dall’atmosfera molto intima che conferma la naturale evoluzione sonora che lo accompagna nel suo personale percorso artistico.

Non è una canzone, ma parole in successione accompagnate per sentirsi meno sole”, inizia così questa… canzone. Già qui troviamo alcuni degli ingredienti di questo brano: la malinconia, la perdita di una forma, la perdita di senso; nel ritornello però, una luce: “vivo e non so chi sono, non so da dove vengo né verso dove vado, eppure mi stupisco della mia allegria”.

Questa canzone racconta la vita, messa a nudo, spogliata di ogni senso e abbracciata così com’è, una vita allegra e degna di essere vissuta, nella sua fragilità e nella sua bellezza.

Prodotto e mixato da Samuele Cangi e Tommaso Giuliani al Blue Moon Studio – Masterizzato da Niccolò Caldini al Tea Room Mastering.

BIO
Golconda è un cantautore fiorentino di ventisei anni che vive a Padova.
Attraverso la sua musica racconta delle storie: sono le storie di personaggi improbabili, derelitti, che custodiscono “gocce di splendore”, sono viaggi surreali per mondi oscuri, che vorrebbero illuminare qualcosa della realtà, sono riflessioni sull’esistenza, sulle relazioni, passeggiate tra il sogno e la veglia, tra il serio e il faceto, corse attraverso mille punti interrogativi… sono una mite ricerca di senso, un tentativo di abbracciare il vuoto, imparare a non volergli male, provare a renderlo generativo.
Golconda ha pubblicato il suo singolo d’esordio, “Il mondo di Ambra”, nell’estate 2020.

PressaCom