MJF 2019 apre con La notte di Leonardo

MJF 2019 apre con La notte di Leonardo

Sabato 2 novembre 2019

Inaugurazione del Moncalieri Jazz Festival con

LA NOTTE DI LEONARDO

Grande attesa per l’inaugurazione della 22^ edizione del Moncalieri Jazz Festival: sabato 2 novembre, la Notte Nera del Jazz si trasformerà ne La Notte di Leonardo, avviando una serie di iniziative dedicate al genio universale vinciano. Otre ai normali concerti che coinvolgeranno 100 musicisti in performance continue nei locali e nelle vie del centro città, il vero evento sarà il concerto ad impatto “Zero” delle ore 21,00: un vero e proprio spettacolo che coinvolgerà circa 300 coristi nazionali e internazionali.

La giornata, ricchissima di attività, partirà alle ore 14,30 presso il Castello Reale, con un Workshop dedicato a “Lo Strumento Voce”, destinato agli stessi coristi e coordinato da Albert Hera – L’arte del cantare in cerchio (CircleSinging), insieme ad altri formatori, tra i quali Marco Forgione – La voceritmo (HumanBeatBox) e Gegè Telesforo – Alla ricerca del fonema perduto (Scat-singing).

Alle ore 18,00 è prevista invece, lungo il centro storico cittadino, la sfilata della Marchin’ Band FUNK OFF, che partirà dall’Arco Navina marciando da Via San Martino fino a raggiungere la centrale Piazza Vittorio Emanuele II.

Alle 19.00, in 6 luoghi e locali sarà l’ora “dell’Aperitivo in Jazz” dove, sulle splendide note di gruppi dell’area torinese e di altre regioni d’Italia – uno per ogni locale interessato – si potrà godere del connubio tra il coinvolgente suono dei musicisti e la creatività dei Barman, degustando cocktail originali e grandi classici pensati per l’occasione. Nelle live session, sarà possibile vedere in azione i seguenti musicisti: Ciapaduri Swing quartet: Paolo Dutto (clarinetto/sax) Marco Parodi (chitarra) Enrico Ciampini (contrabbasso) Luca Rigazio (batteria); Daysreams quartet: Debora Lombardo (voce) Mario Zara (pianoforte) Giacomo Lampugnani (basso) Gianluca Fuiano (batteria); Bassdream: Gualtiero Marangoni (basso) Massimo Camarca (basso) Gilson Silveira (percussioni); Gianluigi Corvaglia 4tet”: Gianluigi Corvaglia (sax) Max Carletti (chitarra) Davide Liberti (contrabbasso) Paolo Franciscone (batteria); Acoustic Project: Lorenzo Favero (chitarra) Andrea Scagliarini (voce e armonica); Alessandro Minetto 4tet: Gledison Zabote (sax tenore) Paolo Porta (sax tenore) Alessandro Maiorino (contrabbasso) Alessandro Minetto (batteria)

Alle ore 21.00, in Piazza Vittorio Emanuele II, si assisterà al Grande Concerto “La Notte di Leonardo” con circa 300 coristi insieme a Gegè Telesforo – Albert Hera – Serena Brancale – Daniela Spalletta – Carola Cora – Fabio Giachino.

A seguire, alle ore 22,15 tornerà la Marchin’ Band dei “FUNK OFF” insieme ai DRUM THEATRE con il progetto: “ Il Ritmo del Tuo Cuore diventa Musica ” a cura di Sergio Cherubin.

La festa continuerà ancora, a partire alle ore 23.30 con “Musica & Gusto”, tutto in Via Santa Croce, per poi concludersi a partire dalle ore 01,00 con il DJ set con Luciano Morciano sempre ad “IMPATTO ZERO”.

Il Moncalieri Jazz festival continuerà fino al 16 novembre con tantissimi concerti e novità: da segnalare il 4 novembre l’anteprima dell’opera jazz Leonardo e il foglio perduto, composta e diretta da Stefano Fonzi e interpretata da Paolo Fresu, Albert Hera, Filarmonica Teatro Regio Torino e Torino Jazz Orchestra. Testi di Giommaria Monti, voce narrante Pino Insegno.

In caso di maltempo, i concerti del 2 novembre si faranno comunque e avranno luogo nelle location indicate nel programma sottostante.

LA NOTTE DI LEONARDO – IL PROGRAMMA

ORE 18:00 – MUSICA SAPORI ARTE

Centro Storico

Piazza Caduti per la Libertà:

Partenza ore 18,00 dall’Arco di Borgo Navina – Via Matteotti e Via San Martino

con arrivo in “pJAZZa” Vittorio Emanuele II:

Marchin’ Band: FUNK OFF

In caso di maltempo verrà spostato al Teatro Matteotti (Via Matteotti, 1, Moncalieri)

ORE 19:00 APERITIVO IN JAZZ

Centro Storico

  • L’Oragiusta Caffetteria-Ristorante-Pizzeria Birreria – Piazza Caduti per la Libertà, 15

Ciapaduri Swing quartet: Paolo Dutto (clarinetto/sax) Marco Parodi (chitarra) Enrico Ciampini (contrabbasso) Luca Rigazio (batteria)

  • 450 Food & Drinks– Via Alfieri , 28

Daydreams quartet: Debora Lombardo (voce) Mario Zara (pianoforte) Giacomo Lampugnani (basso) Gianluca Fuiano (batteria)

  • Gasprin dal 1929 gelato e delizie– Piazza Vittorio,  8/b

BASSDREAM: Gualtiero Marangoni (basso) Massimo Camarca (basso) Gilson Silveira (percussioni)

Caffè Città – Piazza Vittorio, 10“Gianluigi Corvaglia 4tet”: Gianluigi Corvaglia (sax) Max Carletti (chitarra) Davide Liberti (contrabbasso) Paolo Franciscone (batteria)

Cafè Saturnio – Piazza Vittorio, 8
Acoustic Project: Lorenzo Favero (chitarra) Andrea Scagliarini (voce e armonica)

  • Vineria Punto d’AscoltoVia Santa Croce, 30

Alessandro Minetto 4tet: Gledison Zabote (sax tenore) Paolo Porta (sax tenore) Alessandro Maiorino (contrabbasso) Alessandro Minetto (batteria)

ORE 21:00 GRANDE CONCERTO AD IMPATTO “ZERO”

Piazza Vittorio Emanuele II – dalle ore 21.00
LA NOTTE DI LEONARDO

L’evento utilizzerà per la prima volta una tecnologia d’avanguardia di particolari cuffie wifi, che permetteranno di ascoltare il concerto scevro da qualsiasi altro rumore di fondo, quindi ad impatto sonoro “zero”, ottenendo un suono estremamente “pulito”, questo sarà possibile fino a ben tre chilometri di distanza. Tutto ciò permetterà al pubblico di ascoltare in alta definizione acustica, l’intreccio di 300 voci, provenienti da tutta Italia ed anche dall’Estero appositamente per l’evento. Quello che renderà questa cornice ancora più suggestiva è il numero di fortunati spettatori, 500 pari al numero di anni che separano il 2019 dalla data del decesso del famoso artista ed inventore italiano. Anche le luci avranno una loro importanza con l’utilizzo della tecnologia led capace di creare una vera e propria scenografia. Un concerto che spazia dunque tra tradizione ed innovazione così come avrebbe voluto il grande Leonardo che dedicò tutta la sua vita alla scoperta ed alla sperimentazione. Gli Artisti coinvolti saranno: Gegè Telesforo – Albert Hera – Serena Brancale – Daniela Spalletta – Carola Cora – Fabio Giachino.

A PARTIRE DALLE ORE 19,00 A PIAZZALE ALDO MORO (O, IN CASO DI MALTEMPO, ALLA COLLEGIATA SANTA MARIA DELLA SCALA) SARANNO IN DISTRIBUZIONE 500 CUFFIE (MASSIMO 4 PER PERSONA DI CUI SARA’ POSSIBILE USUFRUIRE PRESENTANDO LA PROPRIA CARTA DI IDENTITA’.

In caso di maltempo verrà spostato alla Collegiata Santa Maria della Scala (Via Principessa Maria Clotilde, 3, Moncalieri) 

ORE 22:30 DRUM THEATRE-FUNK OFF

Piazza Vittorio Emanuele II

DRUM THEATRE – “Il Ritmo del Tuo Cuore diventa Musica”

a cura di Sergio Cherubin

Con la Marchin’ Band: FUNK OFF

DRUM THEATRE è un progetto nato oltre 15 anni fa, inizialmente composto da soli bambini e ragazzi con diversa capacità. La costanza, l’impegno, la disciplina e la gioia di stare insieme sono stati gli ingredienti di una ricetta di successo, arrivando con il gruppo, a solcare palchi importanti come quello di Papa Francesco  a Torino e in tv (finalisti a canale 5 a Italia’s got talent). Ad oggi all’attivo ci sono centinaia di concerti in tutta Italia e Svizzera. L’emozione continua tra i silenzi dei tamburi…!

Inutile presentare i Funk Off a chi frequenta il Moncalieri Jazz. Dopo 20 anni di attività e più di 800 concerti, è possibile asserire che i Funk Off non solo sono stati la prima funky marchin’ band italiana, ma che hanno letteralmente dato un senso nuovo alla parola Marchin’ Band in Italia. Hanno infatti legato a quest’accezione un tipo di musica che unisce il groove della black music ad arrangiamenti di tipo jazzistico, ad uno stile e ad una melodia italiana, a movimenti e coreografie di grande impatto visivo ed emotivo. Sulla loro scia, decine e decine di gruppi simili sono nati in Italia, a la loro energia, la loro grinta, il loro affiatamento e l’originalità della loro musica, scritta e arrangiata da Dario Cecchini, fondatore e leader della band, sono uniche ed inimitabili! È così che i Funk Off sono diventati, da quando Umbria Jazz li ha presentati la prima volta, nel 2003, i beniamini del pubblico. Il gruppo toscano è stato in pratica riproposto quasi tutti gli anni, anche nell’edizione invernale a Orvieto, diventando un’attrazione fissa del festival. Stesso successo ha riscosso anche all’estero, da Melbourne a New York fino in Cina South Africa e Giappone.

In caso di maltempo verrà spostato al Teatro Matteotti

DALLE 23:30

Il GUSTO IN JAZZ
Via Santa Croce: ore 23,30

Punti “gastronomico/musicali” che accontenteranno tutti i gusti.

MUSICA

“Reunion 5tet”: Gianni Virone (sax) Valter Valerio (tromba) Lino Mei (pianoforte) Gualtiero Marangoni (basso elettrico) Carmelo Contino (batteria)

PCJB: Soirèe CONTE

Domenico Matteucci (sax contralto) Antonio Gargaro (sax soprano) Ferdinando Paris (fisarmonica) Luca Restaino (chitarra) Fernando Paris (basso el) Gianni Fidanza (voce e pianoforte) Antonio Bianchi (batteria)

In caso di maltempo verranno spostati al Teatro Matteotti

GUSTO

  • La Tripa ‘d Muncalè – offerta da Paolo Casto e Fabio Melodoro
  • Zabaione caldo – offerto dalla Pasticceria “DAF”
  • Il Bollito: offerto dall’Associazione Macellai di Moncalieri
  • Vino – offerto dalla più antica Enoteca di Torino “ Rabezzana”

……..E PER CONCLUDERE…

ore 01,00

Piazza Vittorio Emanuele II:

DJ SET JAZZ ad impatto “ZERO” con il DJ  Luciano Morciano 

Servizio navetta gratuito della ditta CA.NOVA a partire dalle ore 17.30 sino alle ore 02.30 con cadenza ogni 20 minuti.

Valido solo per la giornata di Sabato 2 Novembre 2019

Partenza da Piazza Panissera (parcheggio cimitero Moncalieri)
Arrivo a Piazza Baden Baden (e ritorno).

Sito web ufficiale: http://www.moncalierijazz.com/