Maria Callas, La Divina

MARIA CALLAS, LA DIVINA

Il secondo volume della collana I miti dell’Opera dedicata all’infanzia, scritto da Cristina Bersanelli e illustrato da Patrizia Barbieri

In vendita nell’online store Regio Opera Shop www.teatroregioparma.it/shop

e al Bookshop del Teatro

Cristina Bersanelli saluta i lettori e autografa il volume

martedì 8 dicembre 2020 dalle ore 10.30 alle 12.30

Maria Callas ci guarda dalla copertina circondata dalle rose che portano il suo nome. È lei la protagonista di Maria Callas. La Divina, secondo volume della collana I miti dell’Opera dedicata dal Teatro Regio di Parma all’infanzia per condividere e tramandare di generazione in generazione il patrimonio della grande tradizione lirica, scritto dall’autrice Cristina Bersanelli e illustrato da Patrizia Barbieri, in vendita online al Regio Opera Shop e da martedì 8 dicembre al Bookshop del Teatro Regio di Parma dove dalle 10.30 alle 12.30 Cristina Bersanelli saluterà i lettori e autograferà il volume. Realizzato per bambini da 5 a 10 anni, in una versione in lingua italiana e un’altra in lingua inglese (formato 24 x 24 cm), il libro è corredato da tre illustrazioni da colorare. Ai piccoli lettori, l’invito a inviare le foto dei disegni colorati che il Teatro Regio condividerà su teatroregioparma.it e sui profili social.

“Libri per l’infanzia con protagonisti “straordinari”, capaci di divertire e affascinare i più piccoli”, spiega Dario De Micheli, Responsabile editoria del Teatro Regio di Parma. “La forza de I miti dell’Opera risiede nella capacità affabulatoria delle nostre autrici e nella potenza narrativa di storie bellissime, realmente vissute da personaggi indimenticabili, rese familiari ai più piccoli e al contempo capaci di conquistare i nonni, i genitori e i maestri che possono leggerle insieme a loro, aggiungendo magari ricordi personali e anche accompagnando la lettura con ascolti musicali”.

Maria Callas. La Divina, nell’anno di Parma Capitale Italiana della Cultura, è il secondo nato della collana dopo Giuseppe Verdi. Il Cigno di Busseto, il cui successo, in questi mesi, è testimoniato dai tanti messaggi di genitori, nonni e maestre che hanno raccontato di aver letto il libri coi bambini. Come testimonia Cristina Bersanelli: “Tutti i lettori, in questi mesi, hanno fatto ascoltare, come suggerisce il libro, La donna è mobile e in alcuni casi l’aria è diventata un vero tormentone! Sono gli effetti collaterali del libro e, ovviamente, dell’Opera!” 

“Il personaggio di Maria Callas è talmente forte che sicuramente sarà amato anche dai più piccoli – prosegue l’autrice, presentando il nuovo volume. Anche nel suo caso, ho voluto raccontare tutto della sua vita, anche le cose meno belle, come l’incidente che la portò in coma da piccola, la tristezza nel lasciare New York, la guerra, la Norma di Roma, il matrimonio di Onassis. I bambini hanno bisogno di sapere che anche nelle vite più straordinarie ci sono dei fallimenti o comunque dei periodi difficili, e che ogni medaglia ha suo il rovescio. Poi c’è tutto il resto: il luccichio del palcoscenico, la passioni per i cagnolini e i carillon, ci sono Biki, Onassis, Ferruccio e Bruna, Pasolini… insomma, c’è tutta la Callas e il suo rapporto con il destino, da vera donna greca. Alla fine i lettori troveranno un piccolo dizionario che spiega alcune parole legate al mondo della musica e dell’Opera, dei disegni da colorare e una speciale carta di identità da compilare. Tante idee, insomma, che sarebbero nulla se non ci fossero le illustrazioni di Patrizia Barbieri che danno forma a ogni parola. L’augurio è che anche questo libro, complice il Natale, entri in moltissime case, perché è solo partendo dai bambini che la l’opera potrà tornare popolare”. 

A questo volume, in vendita al bookshop del Teatro Regio e online su teatroregioparma.it al prezzo di €10, seguirà il volume dedicato a Gaetano Donizetti, in corso di revisione, e successivamente quelli dedicati ai grandi compositori come Gioachino Rossini, Giacomo Puccini, Vincenzo Bellini, Wolfgang Amadeus Mozart e, di nuovo, ai grandi interpreti come Arturo Toscanini, Carlo Bergonzi, Luciano Pavarotti, Renata Tebaldi, che compiranno un progetto editoriale volto alla conoscenza dei grandi miti dell’opera e alla trasmissione della conoscenza della storia del teatro d’opera alle giovani generazioni.

“In questi anni abbiamo investito molte energie per ideare, sviluppare e realizzare diversi nuovi progetti destinati all’infanzia e ai ragazzi – spiega Anna Maria Meo, Direttore generale del Teatro Regio di Parma. Ogni compositore e ogni cantante divenuto un mito dell’Opera ha un percorso di crescita personale e professionale fatto di successi, sconfitte, incontri, aneddoti, che diventano storie uniche da raccontare e tramandare. L’augurio è che le storie che racconteremo in questa collana appassionino i giovani lettori rendendo loro familiari questi artisti e incuriosendoli all’ascolto”.

“Il medesimo desiderio di incontrare nuovo pubblico ci ha portato a lanciare l’app A Life in Music, il primo mobile game prodotto da un teatro lirico al mondo. Scaricabile gratuitamente, questo progetto coinvolge i giocatori direttamente nella vita di Verdi, con una narrazione accattivante e grazie a un linguaggio interattivo.

Nei mesi scorsi inoltre abbiamo lanciato RegioYoung a casa tua, che rende fruibile la nostra biblioteca multimediale per l’infanzia dalla propria postazione personale. Il canale è dedicato ai bambini dai 3 anni in su e comprende le illustrazioni di Color RegioYoung da stampare e colorare, le storie di Opera in pillole per scoprire le trame delle opere liriche divertendosi, le più belle Favole a sorpresa, realizzate nella versione audiofonica.

Un terzo progetto, particolarmente apprezzato e “partecipato”, è Costruisci il tuo teatro, dedicato ai bambini delle scuole primarie che grazie ai suggerimenti dell’attrice Sabina Borelli, della costumista Lorena Marin e dello scenografo Franco Venturi possono realizzare un teatro in miniatura e allestirvi le loro storie di fantasia. Queste, filmate e inviate al Teatro Regio sono state condivise con grande successo sul sito e sui canali social del Teatro”.

PARTNER E SPONSOR

La Stagione 2019-2020 del Teatro Regio di Parma e il Festival Verdi 2020 sono realizzati grazie al contributo di Comune di Parma, Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Reggio Parma Festival, Regione Emilia-Romagna. Major partner Fondazione Cariparma. Main partners Chiesi, Crédit Agricole. Media partner Mediaset. Main sponsor Iren, Barilla, Parmacotto. Sponsor Opem, Dallara, Unione Parmense degli Industriali. Sostenitori Ares, Dulevo, Mutti, Sicim, Agugiaro&Figna, La Giovane, Parmalat, Grasselli, HLB Analisi, Glove ICT Poliambulatori Dalla Rosa Prati, GHC Garofalo Health Care. Legal counselling Villa&Partners. Con il supporto di “Parma, io ci sto!”. Advisor AGFM. La Stagione Concertistica è realizzata da Società dei Concerti di Parma, con il sostegno di Chiesi, in collaborazione con Casa della musica. ParmaDanza è realizzata con il sostegno di CePIM in collaborazione con ATER Associazione Teatrale dell’Emilia-Romagna e Arci Caos. RegioYoung è realizzato con il sostengo di Paladini Otello Supermercati. Con il contributo di Diocesi di Parma, Comitato per San Francesco del Prato, Istituto Nazionale di Studi Verdiani, Opera Europa, Fondazione Monte Parma, Camera di Commercio di Parma, Ascom e Ascom Confcommercio Parma Fondazione. Il Concorso Voci Verdiane è realizzato in collaborazione con Comune di Busseto, Concorso Internazionale Voci Verdiane Città di Busseto, Verdi l’Italiano. Partner istituzionali La Toscanini, Teatro Comunale di Bologna. Partner artistici Coro del Teatro Regio di Parma, Società dei Concerti di Parma, Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, Barezzi Festival. Tour operator partner Parma Incoming. Radio Ufficiale Radio Monte Carlo. Sostenitori tecnici Novotel, Graphital, Codarini Tuega, Cavalca, IgpDecaux, MacroCoop, Grafiche Step, Milosped, Andromeda’s, De Simoni, Azzali editori. La promozione internazionale del Festival Verdi 2020 è realizzata dal Teatro Regio di Parma in collaborazione con Italia – Italian national tourist board, Istituti italiani di cultura, Via Emilia | Emilia Romagna A land with a soul, Assessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, Emilia-Romagna APT Servizi, Assessorato al Turismo e Commercio del Comune di Parma, con il tour operator partner Parma Incoming. L’immagine esclusiva del Festival è il ritratto di Giuseppe Verdi realizzato a matita da Renato Guttuso negli anni ’60, donato al Teatro Regio di Parma dall’Archivio storico Bocchi e concesso da Fabio Carapezza Guttuso ©Renato Guttuso by SIAE 2020. 

MARIA CALLAS, LA DIVINA

Idea e testi Cristina Bersanelli

Illustrazioni Patrizia Barbieri

Teatro Regio di Parma, 2020, Parma

34 pagine – formato 24×24

Stampato da Graphital, Parma

ISBN 978-88-942798-8-7 

VENDITA

Per l’acquisto online

Shop on line del Teatro Regio di Parma

Per l’acquisto al bookshop del Teatro Regio di Parma

Dal martedì al sabato dalle ore 9.30 alle 12.30

e dalle ore 14.30 alle 17.30;

L’ 8 dicembre aperto nei consueti orari