Macerata Jazz, Paolo Fresu tra “Sogno e utopia”

Macerata Jazz, Paolo Fresu tra “Sogno e utopia” – L’incontro: il 24 febbraio alle ore 16 presso la galleria Antichi Forni di Macerata 

Macerata Jazz espugna la galleria degli Antichi Forni e per una settimana la converte in un vero e proprio Jazz Club con una programmazione fitta e variegata. Dal 23 febbraio al 1 marzo infatti tante le iniziative a ruotare attorno alla mostra fotografica collettiva di alcuni dei fotografi jazz più attivi nella nostra regione: dai concerti di Mike Melillo in piano solo (23 febbraio), Emilia Zamuner in duo con Massimo Moriconi (28 febbraio), il Daniele Cervigni Quintet (29 febbraio) e la Musicamdo Jazz Orchestra (1 marzo), agli ascolti guidati (25-26 febbraio) dei dischi in vinile, sino all’incontro pomeridiano con Paolo Fresu (24 febbraio).

Proprio l’appuntamento con il re della tromba, Paolo Fresu, sarà uno dei fiori all’occhiello della rassegna. Dal titolo “Sogno e Utopia”, l’appuntamento condotto dal giornalista jazz Fabio Ciminiera, toccherà alcuni dei temi più cari all’artista. Precedendo di qualche ora il concerto al Teatro Lauro Rossi, dal titolo “Tempo di Chet”, si racconterà il legame del trombettista sardo con Chet Baker per poi addentrarsi nel suo sogno diventato realtà di realizzare un’etichetta discografica, la Tuk record. E poi ancora il jazz come strumento di formazione con il progetto I-Jazz nelle scuole e un viaggio, parola dopo parola, nel mondo professionale di un artista a tutto tondo che può essere di grande ispirazione per i sogni delle nuove generazioni.

Proprio per questo, Paolo Fresu si è proposto per incontrare gli universitari dell’Ateneo di Macerata rendendosi disponibile ad un confronto con tutti quanti lo vorranno.

INFO

www.musicamdo.it

FB/INSTAGRAM @MusicamdoJazz