Macerata Jazz, al Lauro Rossi arrivano Gege’ Telesforo e Max Ionata

Macerata Jazz, al Lauro Rossi arrivano Gege’ Telesforo e Max Ionata

Macerata Jazz, al Lauro Rossi arrivano Gege’ Telesforo e Max Ionata – La voce jazz scoperta da Renzo Arbore nel nuovo progetto di uno dei più grandi sassofonisti del momento

Tra i prossimi appuntamenti di Musicamdo: mercoledì 29 Gualazzi e Cafiso per Camerino e il Premio Urbani; martedì 4 aprile la chiusura con Bosso, Giuliani e Pietropaoli

A pochi giorni di distanza dallo strepitoso concerto dei Quintorigo con Roberto Gatto, venerdì 24 torna un nuovo appuntamento di Macerata Jazz. A calcare il palcoscenico del Teatro Lauro Rossi alle ore 21.30 questa volta il nuovo progetto di Max Ionata con il suo trio e la straordinaria voce di Gegè Telesforo. Formazione classica con organo hammond, batteria e sax ma un’imprevedibile dose di groove per questa penultima data della rassegna organizzata dall’associazione Musicamdo.

Max Ionata, considerato uno dei maggiori sassofonisti del panorama jazz italiano e internazionale, nel 2000 vinse proprio a Camerino il prestigioso Premio Internazionale Massimo Urbani e da quella data in poi la sua carriera è stata in ascesa. Al suo attivo la pubblicazione di oltre settanta dischi e collaborazioni con musicisti italiani ed internazionali, risultando uno degli artisti italiani più apprezzati all’estero, in particolare in Nord Europa e in Giappone dove la prestigiosa rivista “Jazzlife” lo ha definito come uno di quei sassofonisti che hanno aperto, una nuova frontiera nel jazz.

Altro big con lui sul palco è Gegè Telesforo, noto al grande pubblico per il sodalizio artistico con Renzo Arbore e apprezzatissima voce jazz, musicista, produttore, compositore, autore nonché speaker radiofonico di “Sound Check” in onda su Radio 24. Una storia professionale costellata di grandi nomi è quella dell’eclettico artista pugliese, con progetti che spaziano dalla scena jazz romana all’esperienza americana dove incontra Phil Woods, Dizzy Gillespie, Clark Terry e numerosissimi altri. A completare il quartetto Alberto Gurrisi all’hammond, musicista riconosciuto a livello internazionale e compagno di palcoscenico del chitarrista Franco Cerri e alla batteria Frits Landesbergen compositore e arrangiatore di fama internazionale. La serata come sempre inizia alle 19.30 al Pozzo dove ad accompagnare l’aperitivo dei vini della Cantina degli Azzoni ci sarà il quartetto di Filippo Gallo con Emanuele Evangelista al piano, Ludovico Carmenati al contrabbasso e Andrea Morandi alla batteria.

Prima della chiusura del Macerata Jazz con il concerto che il 4 aprile vedrà sul palco Fabrizio Bosso, Rosario Giuliani, Enzo Pietropaolo e Marcello Di Leonardo, mercoledì 29 marzo, in collaborazione con Unicam, a sostenere Camerino e il Premio Urbani arrivano nella città ducale Raphael Gualazzi, Francesco Cafiso e la P-Funking Band. Biglietti acquistabili da oggi (mercoledì 22 marzo) presso la Pro Loco di Camerino (338/4666069).

La rassegna con la direzione artistica di Daniele Massimi, e voluta fortemente dal Comune di Macerata grazie al prezioso sostegno dell’Assessorato alla Cultura, gode del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Marche, delle Università di Camerino e Macerata, di Tam Tutta Un’altra Musica, del Consorzio Marche Spettacolo e degli sponsor quali il cappellificio Hats&Dreams di Montappone, APM, Domizioli, Ottica Pietroni, Quota CS di Porto Sant’Elpidio, Strumenti Musicali Principi.

 

BIGLIETTERIA DEI TEATRI
Piazza Mazzini, 10
Tel. 0733/230735
Abbonamento Intero 60,00
Abbonamento Ridotto 40,00 (Studenti UNIMC e UNICAM, soci Marche Jazz Network)
Intero 15,00
Ridotto 10,00 (Studenti UNIMC e UNICAM, soci Marche Jazz Network)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi