L’ora blu. Sogni elettronici prima del tramonto, lo spettacolo in scena al Teatro Arciliuto di Roma

L’ora blu. Sogni elettronici prima del tramonto, lo spettacolo in scena al Teatro Arciliuto di Roma

L’ora blu. Sogni elettronici prima del tramonto, lo spettacolo in scena al Teatro Arciliuto di Roma. La compagnia Orchi_dee presenta L’ora blu, lo spettacolo di e con Eleonora Gusmano e Alessandro Romano in scena il 14 e 15 settembre alle ore 20:30

Il tramonto in una valle esposta a Sud non ha la stessa durata di un normale tramonto, in pianura. Il tragitto visibile del sole compie una traiettoria meno ampia, anticipando il momento del tramonto. L’Ora Blu è quel lasso di tempo definito e breve, sul finire della giornata, compreso tra la scomparsa del sole dietro la montagna e l’arrivo della notte. In quella porzione di tempo Romeo e Iolanda si erano dati appuntamento per conoscersi, ma il terremoto del 13 gennaio 1915, ha accorciato irrimediabilmente il tempo a loro disposizione rendendo impossibile l’incontro e determinando la morte di Romeo, abitante di Morino.

Il 13 gennaio 2015, Dario Tombini, uomo medio e annoiato, custode notturno del Magic Lands di Roma Est, attende invano Anita, la donna che sta perdendo a causa della propria indecisione. Arrabbiato con se stesso e con lei, durante il suo giro di ricognizione notturna, cade dentro gli scavi della nuova attrazione del parco divertimenti e da quella caduta per tutta la sua permanenza in ospedale di sette giorni, il suo corpo e la sua mente vengono come posseduti dai ricordi e dalle aspirazioni dell’uomo vissuto cento anni prima. Romeo, appunto, che bloccato dall’inquietudine di non essersi presentato all’appuntamento con Iolanda si trova costretto a chiedergli aiuto per uscire dal limbo in cui si ritrova.

Che cosa accomuna questi personaggi entrambi bloccati e sorpresi dall’improvviso accorciarsi del tempo utile per raggiungere i loro sogni?  Può il passato influenzare le dinamiche del presente ? E allo stesso modo, può il presente sorprendersi del passato?

La storia di Romeo e Iolanda come pretesto, per raccontare un luogo sepolto e bloccato da una brusca interruzione di tempo a causa del terremoto, e visitandolo noi in prima persona, abbiamo immaginato come le aspirazioni emotive di alcune persone potessero sopravvivere a questo genere di enormi calamità. “Ogni cosa muore tutto sopravvive”.

Una storia fantastica , un momento di suggestione dal sapore Steampunk, con un grande spazio lasciato all’improvvisazione. I performers agiscono sul palco creando una coreografia che include recitazione, canto, utilizzo degli strumenti elettronici e manipolazione sonora e vocale live, controllo delle macchine sceniche e oggetti di scena dal sapore suggestivo.

 

TITOLO L’ora blu. Sogni elettronici prima che il sole tramonti

TESTO ORIGINALE Orchi_dee

SOGGETTO Orchi_dee

INTERPRETI Eleonora Gusmano e Alessandro Romano

MUSICHE ORIGINALI Alessandro Romano

REGIA Eleonora Gusmano

PROGETTO GRAFICO Ania Rizzi Bogdan

FOTOGRAFIA Valentina Valente Francesco Viscuso

COSTUMI DI SCENA Francesco Viscuso

FOTOGRAFA DI SCENA Giovanna Onofri

TECNICO VIDEO Tommaso Romano

Questo progetto nasce dall’incontro artistico tra Eleonora Gusmano, attrice, regista e performer della Compagnia Focus_2 e Alessandro Romano, Lorco, musicista eclettico e sound engineer, fondatori de “Orchi_dee “.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi