“Lettere Romane – Epistolario in Terracotta di Due Matrone sorprese alle spalle dal V Secolo”, lo spettacolo in scena all’ OFFOFF Theatre di Roma

“Lettere Romane – Epistolario in Terracotta di Due Matrone sorprese alle spalle dal V Secolo”, lo spettacolo in scena all’ OFFOFF Theatre di Roma

“Lettere Romane – Epistolario in Terracotta di Due Matrone sorprese alle spalle dal V Secolo”, lo spettacolo in scena all’ OFFOFF Theatre di Roma – Sotto l’albero di Via Giulia c’è un regalo speciale, un debutto romano molto atteso quanto desiderato dal direttore artistico Silvano Spada e da tutti gli appassionati di Alessandro Fullin e della sua proverbiale comicità. Da venerdì 20 a domenica 22 dicembre 2019 all’OFF/OFF Theatre va in scena “Lettere Romane – Epistolario in Terracotta di Due Matrone sorprese alle spalle dal V Secolo”, un titolo che è tutto un programma e che presagisce un’ora di pura spensieratezza, interpretata da Fullin in coppia con Marco Barbieri, impegnati a dar vita alla lettura di un surreale carteggio.

Il tutto parte da un antefatto incredibile (e falsissimo). Nell’ottobre del 2015 l’archeologa tedesca Helga Kohler ha fortunosamente ritrovato in una campagna di scavo nei dintorni di Tormarancia, 18.000 tavolette in chiari caratteri romani. Si tratta dell’unico epistolario giunto fino a noi di due matrone romane che si scrissero per più di vent’anni sul finire del IV secoloFlavia e Cornelia vivono una Roma e l’altra in un insediamento ancora sconosciuto: Mediolanum. Il finto carteggio ricostruisce un periodo storico, quello della fine dell’Impero Romano, con evidenti ed esilaranti anacronismi. Nel loro avvincente rapporto epistolario Flavia e Cornelia ci parlano di un mondo terrorizzato dalle invasioni barbariche e sorpreso non di meno dal nascente Cristianesimo. Falsi Epigrammi e vere Tragedie, Sibille stanche e Profeti entusiasti, luminosi gladiatori e oscure catacombe: un mondo lontanissimo che diventa assai attuale grazie ad una penna, anzi ad uno stilo, sempre imbevuto di sottile ironia. 

Bio:

Alessandro Fullin è nato a Trieste nel 1964. Ha lavorato in tv, radio e a teatro.

Nel 2005 viene conosciuto dal grande pubblico per la sua partecipazione a “Zelig Circus”. Nel 2007 la sua commedia “Le serve di Goldoni” viene presentata alla Biennale di Venezia.

Ha pubblicato: “Tuscolana” (Mondadori), “Come fidanzarsi un uomo senza essere una donna” (Mondadori), “Ho molto tempo dopo di te” (Kowalski), “Pomodori sull’orlo di una crisi di nervi” (Cairo), “Panico botanico” (Cairo”), “Giallo Trieste Rosso Capodistria” (Mgs), “Basabanchi” (Mgs).

Dalla trilogia di libri in dialetto triestino (“Sissi a Miramar”, “Ritorno a Miramar”, “Oberdan amore mio” editi da Mgs) sono state tratte versioni radiofoniche (Rai, Friuli Venezia Giulia) e teatrali (Teatro La Contrada).

Marco Barbieri è nato a Vada in provincia di Livorno nel 1958.

Nel 1986 ha partecipato alla Biennale dei Paesi del Mediterraneo per la sezione Letteratura, svoltasi a Salonicco.

Ha pubblicato le raccolte di poesia “Gente dell’Anticiclone” (Rebellato 1985) “Scaffali” (Edizioni Periferia 2000), la raccolta di monologhi teatrali “Storie di Animali mai visti” (Mongolfiera Teatro 1990).

Una selezione della raccolta “Scaffali” è stata pubblicata in “5 poeti del Premio Laura Nobile” (Scheiwiller 1995). La sua ultima raccolta di poesie è “Né all’amore, né al dolore”, 2018. 

OFF/OFF THEATRE

Via Giulia 19 – 20 – 21, Roma / DIREZIONE ARTISTICA SILVANO SPADA

Costo Biglietti: Intero 25€; Ridotto Over65 18€; Ridotto Under35 15€;

Dal Martedì al Sabato h.21,00 – Domenica h.17,00

Info e Prenotazioni+39 06.89239515 – offofftheatre.biglietteria@gmail.com

SITO: http://off-offtheatre.com/

FB: https://www.facebook.com/OffOffTheatreRoma/

IG: https://www.instagram.com/offofftheatre/?hl=it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi