Le storie delle donne cantate da Graziella Antonucci

Le storie delle donne cantate da Graziella Antonucci

Le storie delle donne cantate da Graziella Antonucci – Giovedì 8 marzo alle ore 21,00 presso il Teatro Flavio (Via G.M. Crescimbeni, 19 Roma) Graziella Antonucci (voce) e Marco Quintiliani alla chitarra offriranno il loro consueto omaggio in musica  in occasione della Festa della Donna presentano il concerto Donne, storie cantate.

L’evento è ovviamente dedicato alle donne e vuole raccontare i sentimenti, i sacrifici e lo stato di subalternità del mondo femminile che ancora oggi, nonostante un percorso di lotte, lungo e difficile, stenta ad esprimersi pienamente. I canti rievocano storie di donne del passato, costrette a subire la rigidità e l’ingiustizia della mentalità della loro epoca, fino ad essere eliminate, vittime di delitti d’onore e di processi per stregoneria.  Ma ricordano anche le sofferenze delle donne nei duri lavori quotidiani, di quelle sfruttate nelle estenuanti fatiche dei campi, delle filande, delle risaie e l’atroce dolore di quante hanno visto i propri uomini partire per la guerra senza più tornare … E, alla luce dei fatti di cronaca recenti, queste vicende cantate risultano a volte tragicamente attuali.

La raccolta dei canti è frutto di un’accurata ricerca che Graziella Antonucci conduce da anni con passione e rigore: sia sul campo, sia presso l’Archivio della Discoteca di Stato di Roma (CNBSA). Si tratta di canti antichi, per lo  più in dialetto, e tramandati oralmente da generazioni. Nascono nelle campagne, nelle risaie, nelle fabbriche, nelle carceri e nelle osterie e raccontano momenti di vita quotidiana. Sono canti che parlano d’amore, di lavoro, della condizione della donna,  di religione, ma anche di guerra.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi