L’abito fa il vescovo e il Filo del Rinascimento

L’abito fa il vescovo e il Filo del Rinascimento – Martedì 22 ottobre in scena l’ultima visita teatralizzata con il mercante di stoffe quattrocentesco che si aggirerà nelle sale del Buonconsiglio per svelare curiosità sulla mostra evento dell’anno. Mercoledì 23 ottobre ad ore 18 incontro con Giovanni Villa sul Filo del Rinascimento.

Martedì 22 ottobre alle ore 18.30 e replicato anche alle 20.45 il collettivo Il Funambolo proporrà per l’ultima volta la pièce teatrale “L’abito fa il vescovo: storia di un mercante convinto di andare sul velluto ”  una  visita teatralizzata realizzata per la  mostra dedicata al mondo dei tessuti antichi. Venezia, un mercante di stoffe, un ricco principe vescovo tridentino sono i protagonisti del primo attesissimo appuntamento al Castello del Buonconsiglio con la visite teatralizzate scritte per la mostra “Fili d’oro dipinti di seta”. La storia è ambientata nella Serenissima nel 1491: il mercante Pantaleone, ambizioso al punto di aver contratto un rischioso debito, riceve la delegazione del futuro vescovo tridentino Buonconsiglio, incaricata di ordinargli dei paramenti da cerimonia. Mentre mostra il proprio campionario alla delegazione, Pantaleone vede peggiorare la propria situazione economica e complicarsi il piano di dare sua figlia in moglie a un ricco mercante che traffica con l’estero. (ingresso 10 euro: info e prenotazioni education@buonconsiglio.it  tel. 0461492811). Mercoledì 23 ottobre ad ore 18 nell’incontro con ingresso libero Giovanni Carlo Federico Villa parlerà del “Il filo del Rinascimento. Drappi d’oro e di seta per un secolo d’arte veneziana. Il ruolo dei tessuti auroserici nella pittura veneziana tra Quattro e Cinquecento. Dai Vivarini ai Bellini e Tiziano”

Fonte: Castello del Buonconsiglio