La poesia è di casa, Luci del contemporaneo, al nuovo cinema Aquila di Roma

La poesia è di casa, Luci del contemporaneo, al nuovo cinema Aquila di Roma

La poesia è di casa, Luci del contemporaneo, al nuovo cinema Aquila di Roma- La terza edizione della rassegna “La poesia è di casa” presenterà alcune delle più rappresentative esperienze poetiche nel variegato ed eterogeneo panorama della poesia italiana contemporanea. Il progetto, articolato come festival (con letture, incontri e dibattiti), quest’anno prende il titolo di Luci del contemporaneo ed ha la cura di Marco Palladini e Davide Nota, poeti, critici, studiosi e operatori a loro volta, articolandosi in quattro tappe che andranno ad animare altrettanti luoghi simbolo del fermento culturale di Roma Capitale.

 

 

Sarà, dunque, un’edizione interamente dedicata al contemporaneo e con un focus sulle nuove generazioni, che prenderà l’avvio il prossimo 20 dicembre al Nuovo Cinema Aquila.

 

 

Il programma della serata prevede la presentazione del catalogo dell’edizione 2010/2011 e introduzione alla nuova; ci saranno poi gli omaggi ad alcuni poeti contemporanei recentemente scomparsi: un reading performativo dello stesso Marco Palladini, tributo d’amicizia artistica e di onore letterario a due poeti scomparsi quest’anno in età ancora giovane, il fiorentino Massimiliano Chiamenti (1967 – 2011), poeta e rocker estroso ed ironico, capace di mixare la sua cultura di filologo dantesco con svisature pop e camp, esternando anche la sua vita di omosessuale tra disinibito erotismo e forti depressioni sino al tragico suicidio finale; l’emiliano e girovago Giuliano Mesa (1957 – 2011), poeta e intellettuale di forte valore estetico ed etico, fuori dagli schemi e dalle accademie. Un sistematico “irregolare” di impronta post-beckettiana, la sua voce drammatica e materica, musicale e politica ci parla delle profonde ferite esistenziali dell’uomo d’oggi.

 

 

Seguirà con Pieraldo Girotto, attore della compagnia Accademia degli Artefatti, la lettura di alcune poesie di Andrea Zanzotto (1921 – 2011) dove, come scrive il critico Stefano Agosti nel saggio introduttivo all’opera complessiva dell’autore, «il significante non è più collegato a un significato, ma si intuisce esse stesso come depositario e produttore di senso». E ancora un omaggio, questa volta a una poetessa, Patrizia Vicinelli (1943 – 1991), con la performance di dinamiche vocali e live electronics  di Ilaria Drago; un lavoro teatrale fortemente suggestionato dalla capacità di Patrizia Vicinelli di giocare con la propria poesia in senso musicale, facendo suonare i sentimenti e le emozioni direttamente dal proprio corpo al fuori. Infine, alle ore 21.30 circa, ci sarà la proiezione di In viaggio con Patrizia, film di Alberto Grifi, ovvero un diario e un atto d’amore, quasi un afflato privato intorno e dentro la figura della poetessa.

 

 

Il progetto Luci del contemporaneo, si volgerà successivamente in marzo negli spazi del Dipartimento Cultura (Casa della Memoria e della Storia, Sala Santa Rita e Ex-Scuderie di Villino Corsini), con happening finale al Teatro India.

 

 

“La poesia è di casa” – Luci del contemporaneo è un progetto promosso dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Dipartimento Cultura di Roma Capitale.

 

 

Nuovo Cinema Aquila, via L’Aquila 68, ore 19.00

Ingresso libero

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte di terzi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi